Le 5 curiosità sulle star musicali: Sting

Sulle orme della rubrica sulle star di Hollywood che la nostra Lidia porta avanti da più di un anno, oggi partiamo con una rubrica simile sulle star musicali. Alterneremo un cantante maschile ad una femminile e ad un gruppo, parlando di star italiane, che internazionali. Oggi iniziamo con Sting, nome d’arte di Gordon Matthew Thomas Sumner, cantautore britannico, in forza ai The Police dal 1977 al 1984, per poi iniziare una carriera da solista (tranne tra il 2007 ed il 2008 con la reunion del gruppo) che lo vede tutt’ora molto prolifico (l’ultimo singolo è uscito recentemente). Andiamo a vedere 5 curiosità su Sting.

1. I grandi successi.

01Sting, nella sua ormai lunga carriera, ha attraversato vari stili e ripercorso la storia della musica, riscuotendo sempre ottimi successi. Nella sua intera carriera, come solista e come membro del The Police, ha ricevuto 16 Grammy Awards, 3 Brit Awards, un Golden Globe, un Emmy e 3 Nomination agli Oscar come Migliore canzone. Inoltre, dal 2002 è stato incluso nella Songwriters Hall of Fame e, nel 2003 nella Rock and Roll Hall of Fame come membro dei The Police e dal 2000 il suo nome compare in una stella nella famosa Hollywood Walk of Fame. Tutto questo premiato con oltre 100 milioni di dischi venduti (sia solista che con il gruppo) e con il titolo di Comandante (CBE, Commander of the Order of the British Empire) ricevuto nel 2003 da Elisabetta II d’Inghilterra per il servizio alla musica. Niente male, no?

2. Yoga e sesso tantrico.

02Ormai è famosa la storia del sesso tantrico tra Sting e sua moglie Trudie Styler. Entrambi praticanti di yoga tantrico, hanno sempre ammesso di riuscire a fare vere “maratone” di sesso, con rapporti lunghi molte ore. In una intervista, la Styler ha affermato di fare sesso molto spesso con il marito: lei stessa disse di dividere la sua giornata con due sessioni di meditazione trascendentale e cinque ore di sesso tantrico col marito. Altre particolarità? Sting ama stare sopra ed entrambi amano fare sesso con in sottofondo la canzone Sacred Love, scritta proprio da Sting.

3. Cantante di buon cuore.

03Come altri cantanti (gli U2 o i Rem), Sting è molto attivo nella beneficenza. Ha partecipato a ben 3 shows di Amnesty Internetional, riunendosi con i The Police per l’occasione (era il 1986). Con Peter Gabriel e Bruce Springsteen, partecipò ad un tour di sei settimane chiamato Human Rights Now! per la commemorazione dei 40 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Nel 1984 ha partegipato al progetto di Bob Geldof “Feed The World”, e nel 1985 al Concerto Live Aid cantando con Phil Collins e con i Dire Straits ed ha continuato con tantissimi concerti di beneficenza. Inoltre, con la moglie Trudie Styler e con Raoni Metuktire, un capo indiano, hanno fondato la Rainforest Foundation Sund per salvare la foresta pluviale in Brasile e proteggere le popolazioni indigene.

4. Curiosità random.

04Il nostro cantante ha scelto il nome Sting (in inglese “Puntura”) per la sua abitudine ad indossare un maglione a strisce gialle e nere che ricordavano un’ape. Per diventare famoso, ha lavorato sodo aiutando suo padre nel distribuire il latte e lavorando come esattore delle tasse, impiego che lui stesso ha descritto come un “distruttore dell’anima”. Nel 1976 ha sposato Frances Tomelty da cui ha avuto due figli. Nel 1982, si è separato dalla moglie ed ha sposato Trudie Styler ben 10 anni dopo. Con quest’ultima ha avuto altri cinque figli.

5. Agricoltore italiano.

05Sting ha avuto sempre una passione per il cibo italiano e, soprattutto, per il vino. Proprio per questo, dal 2013 è fiero possessore della Tenuta il Palagio (parola storpiata da Palazzo), una vasta proprietà agricola in Toscana che produce vino di tipo Chianti, oltre a olio e miele biologici. La tenuta si trova a Figline Valdarno, nella provincia di Firenze ed è meta di molti fan (che spesso alloggiano in tenute limitrofe sperando di poter intravedere il cantante). I prodotti de Il Palagio vengono venduti in tutto il mondi come prodotti biologici, ed alcuni vini hanno anche raggiunto l’IGT.

– Giorgio Correnti – 

Rispondi