Le 5 curiosità sulle star: Michelle Williams

Apparsa per la prima volta sugli schermi come la sfortunata Jen di Dawson’s Creek, Michelle Williams ha poi dimostrato grande talento nel corso della sua carriera, così come una grande predilezione per i ruoli drammatici. Da Alma Del Mar ne I segreti di Brokeback Mountain (che le è valso la sua prima nomination al Premio Oscar alla miglior attrice non protagonista), a Marilyn Monroe (per il quale si è aggiudicata il Golden Globe nella sezione migliore attrice in un film commedia o musicale), fino al recente Manchester by the Sea, che la vede di nuovo candidata per gli Academy Awards. Andiamo a scoprire qualche dettaglio in più sulla sua vita.

1. Passione per la recitazione.La Williams a lungo aveva pensato di abbandonare la propria carriera, per dedicarsi a quella di madre. “Per un periodo il compromesso è stato il teatro, che mi consentiva di tornare a casa giusto in tempo per mettere a letto Matilda. Non è stato un particolare sacrificio, perché la mia passione risiede nella recitazione, non tanto nel mondo cinematografico e anzi il primo amore è stato proprio il palcoscenico. Da bambina assistetti al primo spettacolo teatrale e ricordo che mi strinsi forte alla poltrona per trattenere l’emozione, con il desiderio di saltare sul palco e prendere il posto dell’attrice protagonista. Mi è sempre piaciuto l’universo che si nasconde dietro alle quinte, il travestimento, i costumi e il senso di appartenenza che lega la troupe. Un aspetto che continua a condizionare il modo in cui affronto il mio lavoro. Prediligo il cinema indipendente alle grandi produzioni, proprio perché è come una grande famiglia.”

2. Ruolo marginale.

Nonostante all’inizio venne introdotto come membro del triangolo ufficiale, presto il personaggio di Jen venne quasi depennato dai copioni della serie Dawson’s Creek, rendendolo sempre più marginale e – soprattutto – affidandogli diverse problematiche (chi se la dimentica l’ultima puntata, maledetti scrittori!). L’attrice all’epoca ebbe problemi ad accettare la cosa, pensando che questo taglio dipendesse dalle proprie abilità sullo schermo: “mi chiedevo se avessi qualcosa di sbagliato e mi ponevo tantissime domande sul perché di tale situazione”. Van Der Beek (Dawson) l’ha aiutata a superare i momenti difficili, ricordandole che la sua carriera in futuro sarebbe stata più semplice, proprio perché meno associata allo show rispetto ai protagonisti. Non si può dire adesso che non avesse ragione.

3. Non rivedersi sullo schermo.

La Williams non riesce a vedersi sullo schermo con facilità, sostenendo di essere molto puntigliosa nei propri confronti. “Non riesco a godermi la mia interpretazione, perché sono davvero critica verso le mie possibilità.” Anche il film candidato ora agli Oscar 2017 non è tra le pellicole da lei viste, ma sembra che questo le dispiaccia e che presto rimedierà a questa mancanza. Ha ammesso, infatti, di essere stata sorpresa dal successo della pellicola diretta da Kenneth Lonergan, perché indipendente e non “da Oscar”, ma si dice davvero soddisfatta di essere stata stupita così dall’Academy.

4. Curiosità Random. 

Uno dei suoi passatempi preferiti è godersi una lunghissima doccia, fino a quando l’acqua non diventa completamente fredda. Se non avesse fatto l’attrice sostiene che avrebbe fatto la mamma e basta, perché ritiene di non avere molti altri talenti, ma che le sarebbe piaciuto fare la scrittrice. Ammira molto Kate Winslet e Tilda Swinton. Per prepararsi a determinati ruoli le piace documentarsi e farsi consigliare delle letture dai registi.

5. Papà e figlia.

Come tutti saprete, la Williams ha avuto una figlia con il compianto Heath Ledger ed ebbe un forte shock nello scoprire della sua scomparsa, preoccupandosi – ovviamente – di quanto questo terribile evento avrebbe potuto condizionare la vita della sua bambina. Ora Matilda è più grande ed è difficile non notare la grande somiglianza con il padre, tanto che l’attrice qualche tempo fa ha detto: ogni volta che veramente mi manca e mi chiedo dove sia andato, mi basta guardare lei.” Michelle ha poi spesso ripetuto come solo grazie alla figlia sia riuscita a continuare ad avere una vita normale: “Ho guardato Matilda al sole, nel suo costume da bagno, prendere la sua bicicletta e sorridere mentre raggiungeva gli amici – , ha rivelato, ricordando gli anni subito dopo la morte di Heath – e a quel punto sono rientrata in casa e mi sono messa a singhiozzare per quel semplice momento di banale felicità.”

– Lidia Marino – 

 

 

Rispondi