Le 5 curiosità sulle star: Kirsten Dunst

Buongiorno, popolo di Youpocorn. Nella speranza di distrarre la nostra mente dagli esiti del referendum inglese, oggi ci dedichiamo ad un’attrice che regala il suo volto al cinema sin da bambina: Kirsten Dunst. Dove potreste averla vista? Beh, per citarne qualcuno, sicuramente in Intervista col vampiro, in Jumanji, ne Il giardino delle vergini suicide, in Marie Antoinette, in Love & Secrets e, beh, come comprimaria nella saga dei primi anni del 2000 di Spiderman. Insomma, penso che sia quasi impossibile che non la conosciate a livello cinematografico, ma magari con questo articolo scoprirete curiosità sul volto dietro la parta, sulla “vera” Dunst. Buona lettura.

1. Primo bacio.1

Molto spesso, quando si parla di primi baci, si tende a ricordare quell’esperienza impacciata, con un ragazzo (o ragazza) che magari non ci piacerebbe nemmeno più, se dovessimo pensarci oggi. Ebbene, non per tutti è lo stesso: a volte ti capita di dare il tuo primo bacio sul set e ad un certo Brad Pitt e, beh, dubito che tu possa pentirtene in futuro, e dai. L’attrice ha raccontato, in realtà, di essere stata parecchio imbarazzata, perché il rapporto con Pitt era come fraterno, però… sì, lo stiamo pensando tutti che è stata fortunata.

2. Love & Secrets.2

Alla domanda circa la sua migliore interpretazione, l’attrice risponde con sicurezza quella da lei resa in Love & Secrets, film drammatico che tratta di violenza domestica, dove la Dunst ha interpretato la moglie picchiata e abusata dal marito, Ryan Gosling. Quest’ultimo ha raccontato di aver dovuto dovuto tirare i capelli a Kirsten Dunst in una scena e di averle subito mandato dei fiori per scusarsi, sentendosi in colpa per il gesto, sebbene fosse da copione! L’attrice ha dichiarato inoltre che, leggendo la sceneggiatura del film, si è sentita come dovette sentirsi Jodie Foster leggendo lo script di Sotto accusa (film in cui la Foster interpretava il ruolo della vittima di uno stupro).

3. Selfie? No, grazie.3

Moda dilagante del web, alla quale tutti abbiamo ceduto, presto o tardi, e che invece l’attrice detesta follemente, tanto da partecipare ad un video contro questi autoscatti. Il cortometraggio si chiama Aspirational ed è diretto da Matthew Frost, che mostra in modo schietto l’abitudine delle generazioni odierne a preoccuparsi più dell’apparenza e non del momento reale. Nel video, infatti, si parla delle nuove interazioni con le celebrità, dove i fan non vogliono più parlare e stringere mani, ma solo comparire in una foto con loro, perché il mondo sappia del loro incontro. Andate a vederlo, è molto carino!

4. Curiosità Random.4

I film preferiti dell’attrice sono Io e Annie, Edward Mani di forbice e Schindler’s List. Parla fluentemente il tedesco e ha ottenuto qualche anno fa la cittadinanza germanica. Adora il cibo straniero, in particolare il giapponese e l’italiano, sebbene abbia un debole anche per quello messicano. Ammira molti suoi colleghi, ma se dovesse “scegliere” chi preferisce parla di Elijah Wood tra gli uomini e di Meryl Streep e Jodie Foster tra le donne. Le piace giocare a tennis e si ritiene discretamente brava.

5. Depressione.5

L’attrice ha raccontato di aver sofferto a lungo di depressione e di esserne uscita grazie ad una clinica specializzata. “Il peso di tutte le responsabilità professionali, per una allora giovane come me, e gli effetti della costante pressione e presenza dei media, mi sono piombati addosso all’improvviso. Dopo alcune settimane di malessere profondo, ho seguito il consiglio di parenti e amici fidati e sono andata alla Cirque Lodge, una clinica americana per il trattamento delle dipendenze e della depressione. Ho fatto benissimo a ricoverarmi: in pochi mesi sono resuscitata. La depressione è una malattia seria, su cui non si dovrebbe spettegolare, come hanno fatto con me certi blog su internet, mettendo in dubbio le vere motivazioni per cui mi ero fatta ricoverare. Una ragione in più per starmene appartata da tutto. Io credo che la maggior parte degli esseri umani prima o poi attraversi un periodo di depressione, lieve o grave. Le persone non ne parlano, ne sono imbarazzate. Io non tratterei mai male una persona in quelle condizioni come alcuni hanno fatto con me.”

– Lidia Marino – 

 

 

 

Rispondi