Le 5 curiosità sulle star: Kevin Spacey

Non potevo certo esimermi dal dedicare un articolo di questa rubrica a Kevin Spacey Fowler, conosciuto al grande pubblico come Kevin Spacey. Impossibile da non apprezzare, l’attore vanta un’ottima carriera, che conta anche due Oscar, uno per I soliti sospetti e uno per American Beauty. Dal 2013 interpreta il ruolo che amiamo tutti, quello di Frank Underwood nell’acclamata serie tv House of Cards. Direi che come presentazione possa bastare!

1. L’importanza dell’autostima.1

Spacey sostiene che non sarebbe mai riuscito a raggiungere il successo tanto auspicato, se non avesse partecipato ad un workshop per studenti di recitazioni con Jack Lemmon. “Ero timido, insicuro, a 13 anni ha cambiato la mia vita. Dopo che ho recitato la mia scena è venuto da me, mi ha messo una mano sulla spalla e mi ha detto che ero nato per fare l’attore e questo è stato incredibilmente importante per la mia carriera. Quando sei piccolo e il tuo idolo ti dice di continuare sulla tua strada perché è quella giusta, è come ricevere un premio. La cosa più importante nella vita, e vale per tutti, è l’autostima. Sapere chi sei e quanto vali. Perché il talento, senza la fiducia in te stesso e qualcuno che creda in te, non basta”.

2. L’importanza della privacy. 2

Ma una volta raggiunto il successo c’è qualcosa importante da mantenere, ovvero un certo grado di libertà dai media, di salvaguardia della propria vita privata e questo per Spacey è sempre stato fondamentale, non solo per se stesso come persona, ma anche per essere in grado di lasciare una certa impronta nelle menti degli spettatori: “non è che io voglia creare attorno a me qualche stupido alone di leggenda, evitando di parlare della mia vita personale, è che meno sapete di me e più mi è facile convincervi che sono quel personaggio che vedete sullo schermo. Permette al pubblico di entrare in sala e credere realmente che io sia quella persona.”

3. Nuovi progetti.3

Animo smanioso, Spacey sostiene di aver ottenuto dalla propria carriera di attore più di quanto avesse anche solo sognato e di essere pronto a dedicarsi a qualcos’altro, a creare nuove sfide da porsi dinnanzi. Ecco perché anche in passato ha amato incaricarsi del ruolo di direttore artistico presso l’Old Vic Theater di Londra e perché di recente è stato nominato presidente di Relativity Media, un celebre studio cinematografico americano sull’orlo della bancarotta, che lo stesso attore ha deciso di acquistare, promettendo di rimetterlo in piedi nel giro di un paio d’anni. “Ora che la missione all’Old Vic per me è terminata e House of Cards oramai va in qualche modo avanti per inerzia, voglio mettermi alla prova come produttore: per me questa è la nuova frontiera”.

4. Curiosità Random.4

Ha la cittadinanza britannica, essendosi impegnato nel pieno recupero dello storico teatro londinese Old Vic, di cui è direttore artistico dal 2003. È un supporter e finanziatore del Partito Democratico ed un amico dell’ex presidente Bill Clinton. Se dovesse scegliere un cibo preferito opterebbe per il messicano, mentre la bevanda alcolica che predilige è il Jack Daniels, che definisce “il nettare degli dei”. Colore che ama di più? Il blu.

5.  Kevin Spacey foundation.5

Proprio a causa dell’aiuto enorme ricevuto dal suo idolo nell’infanzia, l’attore ha deciso di creare la Kevin Spacey Foundation, che aiuta i giovani talenti. Tale progetto si occupa di organizzare molti workshop nel mondo, dando sostegno economico ai giovani, fornendo diverse borse di studio. Dal ballo ai corti alla recitazione, il simbolo della fondazione è il pulsante dell’ascensore, perché, come gli ha insegnato proprio Jack Lemmon, sei hai avuto successo nella carriera che avevi sempre sognato, hai il dovere di mandar giù l’ascensore ed aiutare nuovi talenti ad avere la loro possibilità di successo.

– Lidia Marino – 

 

Rispondi