Le 5 curiosità sulle star: Jodie Foster

E, come ogni venerdì che si rispetti, tornano Le 5 curiosità sulle star, andando questa volta a conoscere meglio la mitica Jodie Foster, nome d’arte di Alicia Christian Foster, che conoscete ovviamente tutti dai suoi grandi ruoli in Taxi Driver, Il silenzio degli innocenti, Sotto accusa e tanto altro ancora. Ha alle sue spalle ben due Oscar – uno come miglior attrice non protagonista e uno come attrice protagonista – oltre a tre Golden Globe, tre Premi BAFTA e uno Screen Actors Guild Award. Insomma, ci sa fare sia davanti la telecamera che dietro. Ma forse qualcosa di lei potrebbe sfuggirvi, quindi buona lettura!

1. Lo stalker.1

Come già detto, Jodie ottenne la parte di una prostituta adolescente in Taxi Driver, raggiungendo il successo in tutto il mondo, grazie al proprio incredibile talento. Ma, purtroppo, oltre alla sua recitazione, c’è chi notò anche la sua fresca bellezza e ne rimase totalmente ossessionato. Sto parlando di John Hinckley Jr., un fan poco più che ventenne, che cominciò a nutrire per lei, dopo tale pellicola, un sentimento malato, portato ai limiti dello squilibrio mentale. Dopo averla perseguitata a lungo nel periodo in cui l’attrice studiava a Yale, il 30 marzo 1981 Hinckley sparò al Presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan, ferendo gravemente quattro persone, tra cui lo stesso Presidente, mentre stavano uscendo dal Washington Hilton Hotel, nel tentativo folle di attrarre l’attenzione della Foster. Ancora oggi Hinckley si trova in un manicomio criminale. Questo portò l’attrice quasi ad abbondare la propria carriera, estremamente sconvolta per quanto accaduto, ma in seguito decise di lasciarsi tutto alle spalle e di proseguire nella propria arte.

2. Un padre sconosciuto.2

Come saprete, l’attrice non ha mai sentito il bisogno di spiegare ai media la propria omosessualità e anzi si è limitata semplicemente a ringraziare la sua partner, con assoluta normalità, come dovrebbe essere. Eppure qualcosa su di lei ancora rimane un segreto e si tratta dell’identità del padre dei suoi figli, che continua a tenere sconosciuta al mondo intero. Ci sono state varie illazioni sul fatto che questa figura misteriosa potrebbe essere Mel Gibson, grande amico dell’attrice, che quest’ultima in un’occasione ha ringraziato come colui che “le ha salvato la vita”. Nonostante i tabloid provino ogni tanto a saperne di più, il segreto rimane segreto, sottolineando ancora una volta quanto la Foster ci tenga al proprio anonimato, e alla necessità di separare la propria carriera dalla sua vita personale.

3. Regista e non attrice.3

Nonostante il mondo abbia più volte notato l’inattaccabile talento della Foster come attrice, lei stessa non è mai riuscita a sentirsi del tutto a suo agio in queste vesti e ha approfittato della prima occasione per mettersi sulla sedia del regista e cercare di non alzarsi più da lì. In un’intervista con l’Huggington Post, queste sono state le sue parole a riguardo: “Mi auguro di dirigerne altri (film nda), ma nel mondo del cinema non si sa mai, nulla è scontato. Ho sempre sognato di fare la regista, sin da piccola. Sarà perché ho cominciato a recitare da bambina e a 18 anni, al college, mi sentivo già abbastanza matura per affrontare nuove prove. A volte mi riesce difficile credere che io mi sia affermata come attrice. Ho recitato per così tanto tempo eppure non trovo questo mestiere un vestito che mi calza, non fa parte della mia personalità. Ecco perché non recito nei miei film da regista. Non sono quel tipo di intrattenitore che balla sui tavoli o si mette a fare le imitazioni. Recitare mi ha comunque aiutato a vivere meno nella mia testa e ad esprimere la creatività che porto dentro.”

4. Curiosità Random. 4

Pratica kickboxing, yoga, karate, aerobica e sollevamento pesi; la sua attrice preferita è Meryl Streep e il suo attore preferito è Robert De Niro; esiste un asteroide chiamato 17744 Jodiefoster; ha dichiarato che David Fincher e Neil Jordan sono i registi che l’hanno influenzata come regista; il suo film preferito è I Quattrocento Colpi di François Truffaut; parla correttamente sia l’italiano che il francese; ha conseguito una laurea in letteratura a Yale; ritiene che la sua interpretazione in Nell sia la migliore della sua carriera.

5. Anti red carpet. 5

L’attrice ha più volte affermato di non amare i riflettori ed effettivamente ciò è ben visibile da come conduce la sua vita, come scritto in precedenza. “Mi considero fortunata se la gente mi lascia sola. Non sono Madonna. Il red carpet per me è lavoro. Io lavoro dalle nove del mattino alle cinque del pomeriggio, e quando torno a casa non voglio tornare al lavoro partecipando ad un evento. Per me, truccarmi e mettermi un vestito elegante, è lavoro”: queste sono le sue parole a riguardo. Jennifer Lawrence, che si definisce una grandissima fan della Foster, ha commentato questa caratteristica dell’attrice così: “Non ho mai incontrato una persona alla quale mi piacerebbe somigliare così tanto. Lei è così normale. E’ come se qualcuno si fosse dimenticato di dirle che è famosa”.

– Lidia Marino – 

Rispondi