Le 5 curiosità sulle star: James Franco

Parliamo oggi di James Franco, che potrete ricordare nella trilogia di film di Spider-Man (2002-2007), o anche per i suoi ruolo in Giovani aquile (2006), Strafumati (2008), Milk (2008), L’alba del pianeta delle scimmie (2011), Il grande e potente Oz (2013), Spring Breakers (2013) e The Interview (2014). Ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione nel film biografico 127 ore (2010), per il quale ha ricevuto una candidatura ai Golden Globe, BAFTA, SAG Awards e per l’Oscar al miglior attore. Franco è uno degli attori più presenti sullo schermo e adesso noi andremo a scoprire qualcosa in più sulla sua persona.

1. “Non sono gay, ma mi piacerebbe esserlo”.

Come spesso accade con gli attori che non passano tutte le loro giornate a parlare del proprio orientamento sessuale, la stampa ha molto spesso fatto girare voci discordanti su quello di James Franco. Questo non lo ha assolutamente disturbato e non gli è mai troppo importato quello che la gente pensasse a riguardo: “Ho recitato in ruoli di gay che vivevano nei ’60 e nei ’70, ho provato a raffigurare come era essere gay nei ’50 o nei ’20. Tutti quelli erano periodi in cui essere gay in pubblico creava moltissime difficoltà. In parte quello che mi interessava era come questa gente viveva uno stile di vita al di fuori della norma, tra forti opposizioni. Insomma, non sono gay, ma mi piacerebbe esserlo. Se la gente pensa che io sia omosessuale, non mi interessa molto non c’è nulla che possa fare al riguardo e non è una cosa che mi infastidisce, anzi.”

2. Problemi sentimentali.

James Franco sente di essere a proprio agio solo dietro una telecamera, dove può esprimere la propria arte, senza la paura di mettersi a nudo. Nella vita vera, invece, questo lo mette un po’ a disagio, soprattutto nel campo sentimentale. “In quell’ambito sono un assoluto disastro – ha dichiarato Franco a ETOnline -. Penso di essere un uomo che sa prendersi cura della propria donna, ma devo migliorare nei gesti, credo. Penso che dovrò lavorarci su”. Di certo, però, ciò non rientra tra le sue priorità, affermando sempre che l’arte in tutte le sue forme sia il proprio più grande amore.

3. Cinema, pittura, letteratura. 

James Franco, oltre a recitare in tantissimi film, non ama assolutamente stare fermo e questo è piuttosto evidente da tutte le attività che svolge nel suo tempo libero. “Riposo solo due ore per notte e questo mi basta… più o meno”. L’attore ha già una laurea breve in letteratura inglese alla UCLA di Los Angeles, un diploma in scrittura creativa alla Columbia University e sta preparando un dottorato in letteratura a Yale. Ma non solo, si diletta anche a curare mostre e a dipingere. Nonostante le diverse attività, la recitazione continua ad essere la professione da lui più amata: “sono perfettamente a mio agio nel ruolo dell’attore. Ma non tralascerei il mio “lavoro alternativo” come insegnante. Dall’anno scorso tengo un corso all’Università di New York su come trasformare una poesia in un film e mi piace, mi piace molto”.

4. Curiosità Random.

Nel 2012 dirige il video di Blue, canzone del gruppo statunitense R.E.M.. Nel 2013 compare nel video di City of Angels, canzone dei Thirty Seconds to Mars. Nel 2014 pubblica una raccolta di poesie, Directing Herbert White, che raccoglie critiche piuttosto positive. La sua città preferita nel mondo è New York, dove ama passare il proprio tempo libero.

5. Combattere la paura di fallire.

Come tutti all’inizio della propria carriera Franco temeva di aver fatto tutte le scelte sbagliate, ma se dovesse consigliare a qualcuno come combattere tale paura direbbe di buttarsi comunque e vedere come andrà a finire. “Se non ce l’avessi fatta, sempre che si possa dire che ora ce l’ho fatta, non so cosa avrei fatto, non penso sarei tornato a studiare, forse venderei ancora panini di McDonald’s al gabbiotto per chi ordina dall’automobile.”

– Lidia Marino – 

Rispondi