Le 5 curiosità sulle star: Christian Bale

Guardandolo vi verranno in mente sicuramente alcune sue interpretazioni, tra le quali ovviamente Batman, ma anche American Psycho, The Prestige e American Hustle. Christian Bale in realtà lavora sin da bambino e la lista di film è davvero molto più lunga di così. Pensate che il suo debutto – oltre che in tv e in teatro ancora più giovane – è stato a tredici anni nel film di Steven Spielberg L’impero del sole, pellicola che gli portò grande successo, ma che rischiò anche di decretare la fine della propria carriera, data la reazione angosciata che ebbe nei confronti della eccessiva fama. Questo però fortunatamente non è successo e possiamo parlarne con piacere oggi.

1. Grazie a Winona. 1

Uno dei primi film in cui potrete ricordare Bale è senz’altro Piccole Donne, dove la Ryder, che interpretava una delle protagoniste più amate del romanzo (Jo) scelse personalmente il suo “compagno di giochi” Laurie nel bel volto del giovane attore. In questa occasione l’uomo conobbe la futura moglie, Sandra “Sibi” Blazic, che lavorava come assistente personale di Winona. I due si sono sposati il 29 gennaio 200 e hanno avuto due figli: Emmaline, nata il 27 marzo 2005, e Joseph, nato nell’agosto 2014. “Sibi è la mia migliore amica, la mia roccia. Credo che non si possa vivere una vita interessante senza un partner al proprio fianco. Anche fare film senza di lei non avrebbe senso, il mio successo lo devo interamente al suo sostegno. E poi, ha la pazienza di una santa: mi immedesimo nei miei personaggi a tal punto che lei si ritrova sposata ogni volta con una persona diversa”, ha detto di lei Bale in una recente intervista.

2. Un eroe dal cuore tenero.
2Non è stato facile per l’attore accettare il ruolo iconico di Batman nei film di Nolan. Essendo inglese, ammette che non avrebbe mai partecipato ad un film sull’eroe DC se alla regia non ci fosse stato qualcuno di britannico, ma ringrazia Dio di averlo fatto, perché – oltre ad aver amato interpretare Bruce – questo ruolo è stato molto importante e gli ha dato l’opportunità di lavorare con colleghi del calibro di Gary Oldman, Michael Caine e Morgan Freeman, oltre che con Heath Ledger, con  il quale Bale aveva stretto una grande amicizia, rimanendo molto turbato per la sua dipartita. Un momento che l’attore ricorda con molto piacere è legato ad un incontro con un piccolo fan: “un giorno mi trovavo al supermercato e questo ragazzino mi ha visto. Avrà avuto 5 anni. Ha camminato verso di me e mi ha abbracciato. Ero così commosso che ho risposto all’abbraccio. Poi mi ha guardato e mi ha detto: “Sei il mio eroe”. E in quel momento seppi che non solo come attore avevo fatto il mio lavoro, ma che avevo fatto la scelta giusta”.

3. Trasformazione pericolosa.3

Vi ricordate American Hustle? Quell’anno quasi tutti gli attori presenti su tale pellicola vennero candidati agli Oscar, tra i quali proprio Bale, che per il ruolo prese molto peso, oltre a ritrovarsi completamente trasfigurato dai truccatori. Pensate che, secondo le parole del regista David O. Russell, sul set Robert De Niro non avrebbe riconosciuto Bale, nonostante i due fossero già stati presentati e, solo dopo aver capito chi fosse l’uomo che aveva davanti, se ne complimentò molto. Questo cambiamento radicale non è stato esente da molti sacrifici e pericoli: per assumere le sembianze del suo personaggio, infatti, Bale ha dovuto mettere su circa 18 kg di peso e assumere una postura costantemente curva e nell’intento, l’attore ha finito per procurarsi due ernie del disco.

4. Curiosità Random.4

Il padre era pilota civile, uomo d’affari e attivista per i diritti degli animali, mentre la madre lavorava in un circo come ballerina. Il nonno era ventriloquo e prestigiatore. A 8 anni ha debuttato in uno spot pubblicitario di detersivi e a 9 recitato in una pubblicità di cereali di Pacman. Nel 1984 ha lavorato a teatro accanto a Rowan Atkinson. Durante il provino per il ruolo di Batman il costume indossato risultava troppo stretto e l’attore necessitò di qualche minuto per placare una crisi di panico. L’attore è la voce americana di Howl nel film Il castello errante di Howl di Hayao Miyazaki. Ha due cani, Mojo e Ramone, e tre gatti, Miriam, Molly e Lilly, tutti ex randagi. Christian e la moglie sono attivi in molte organizzazioni tra cui Greenpeace, il World Wildlife Foundation, il Dian Fossey Gorilla Fund, il Santuario Redwings, la Missione Happy Child e una scuola per ragazzi di strada a Rio De Janeiro.

5. Imparare a suonare.5Bale non è un tipo da prendere i suoi ruoli alla leggera, tanto da avere la nomina di attore molto meticoloso non solo verso se stesso, ma anche nei confronti degli altri. Nel film “The Big Short” ha dovuto imparare a suonare la batteria per una breve scena e non se lo è fatto ripetere due volte: “sì, è stato un meraviglioso corso intensivo di doppia cassa. Ho imparato a suonare grazie a “By Demons Be Driven” dei Pantera, una canzone fantastica per cominciare. Questo è il modo in cui Mike Burry (protagonista del film) si rilassava, ascoltando il brano per tutto il giorno nelle sue cuffie, come anche i Mastodon. Il suo cervello era così in fiamme, che solo il death metal lo tranquillizzava.” Lo scrittore e regista del film, Adam McKay, ha rivelato che Bale si era infortunato prima dell’inizio del film, giocando con i suoi figli e che alla proposta di essere sostituito da una controfigura l’attore aveva subito risposto: “no, no, andrà tutto bene, lasciami fare!”.

– Lidia Marino – 

Rispondi