Le 5 curiosità sulle star: Brie Larson

Questa domenica, 29 febbraio, il mondo scoprirà i vincitori della Notte degli Oscar, ma per ora noi ci limitiamo a conoscere tutti i candidati più approfonditamente. Brie Larson, attrice e cantautrice statunitense, conclude la lista dei Migliori attori protagonisti dei quali abbiamo parlato nelle ultime settimane. In Italia non è ancora famosissima, ma di certo questa sua interpretazione accrescerà la sua notorietà anche da queste parti. La Larson, infatti, per il ruolo nel film Room, ha ottenuto un Golden Globe, uno Screen Actors Guild Award, un BAFTA e un Critics Choice Award, quindi sarà probabilmente l’avversaria più temuta dalle altre donne nominate. Ma parliamo della sua vita:

1. Paura dei riflettori.1

Nonostante ami profondamente il suo lavoro e sia fiera dei riconoscimenti ottenuti per il suo ultimo ruolo, la Larson è terrorizzata all’idea che questi ultimi possano stravolgerle la vita. “Non fraintendetemi,” ha rivelato in un’intervista, “sono felice di questo improvviso successo e dei bei voti che sto prendendo grazie a Room, ma non sono disposta a diventare un personaggio pubblico: non ci riuscirei mai! Non sono tagliata per quel tipo di vita. Certo, sono felice di partecipare come protagonista alla notte degli Oscar, è il sogno di qualunque ragazzina, giusto? Ma continuo a chiedermi se la mia vita cambierà. Non ne ho idea. In questo lavoro, in cui le cose cambiano così rapidamente, ho scoperto che non avere troppe aspettative è la scelta più saggia.”

2. Gli albori.2Questo ruolo ha portato alla luce anche gli inizi della sua carriera, ma anche della propria esperienza di vita personale. Per interpretare il personaggio di una madre disperata, infatti, si è ispirata alla madre, che, disoccupata con due figlie a carico, ha fatto tanti sacrifici per riuscire nel suo intento. “Sono tornati a galla un sacco di ricordi della mia infanzia che avevo dimenticato”, ha raccontato a Marie Claire, “Mi sono ricordata di essermi trasferita da Sacramento a Los Angeles con mia mamma e mia sorella, quando avevo sette anni, in un monolocale poco più grande del capanno di Room“.

3. Tentativi vari.3

Nonostante abbia esordito sullo schermo giovanissima, con la serie televisiva Raising Dad prima e tra gli attori principali della serie United States of Tara dopo, la Larson non è stata sempre convinta della propria scelta di vita. Ha infatti pensato spesso di abbandonare la sua carriera, considerando il mondo del Cinema troppo complesso per il proprio carattere introspettivo. Inoltre, non ha mai voluto accettare ruoli che non la convincessero davvero, scontrandosi con la richiesta di Hollywood di stringere compromessi, ma alla fine ha capito che era quello il suo cammino, anche se nel frattempo ha lavorato come fotografa, decoratrice di interni e addestratrice di animali.

4. Curiosità Random.4

Quando scrive musica si ispira a diversi gruppi, dai Maroon 5 a Gwen Stefani, dai The Clash a Kanye West e molti altri ancora. The Sound of Music è stato il film che l’ha convinta a recitare per vivere. I suoi cibi preferiti sono le lasagne e i burrito, mentre i telefilm più amati The OC, Carnival e Law and Order. Come modello di artista sceglierebbe Adam Levine dei Maroon 5, perché è incredibilmente bravo sul palco e pieno di passione. Tra i suoi hobby, oltre a giocare a Super Mario, c’è quello di raccogliere funghi, che le piacciono tanto da essere una vera esperta sull’argomento.

5. Bizzarro desiderio.5

Quando era bambina nutriva il desiderio di mangiare la propria cena sotto la doccia, per “risparmiare tempo”. Quando le è stato chiesto di questo particolare desiderio, ha risposto di non trovarlo affatto bizzarro, e che tutt’ora non le dispiacebbe provarci. “Non penso mai che un’idea sia folle fino a quando non la provo ed effettivamente non mi dispiace. Se per qualcuno mangiare delle patate sotto la doccia potrebbe non funzionare, non è detto che sia lo stesso anche per me!”

– Lidia Marino – 

Rispondi