Le 5 curiosità sulle star: Brad Pitt

Dopo la bella, sinuosa e grande Angelina Jolie, passiamo a suo marito, dedicando Le 5 curiosità sulle star al biondo e bravissimo Brad Pitt. Ritengo che faccia parte di quel gruppo di attori che viene trattato da fotomodello, avendo un bell’aspetto, quando in realtà il suo talento è enorme e gli andrebbe riconosciuto maggiormente. Ma passiamo a qualche dettaglio sulla sua vita che forse non conoscevate:

1

1. Da giovane ha lavorato moltissimo, in molti settori differenti, prima di entrare nel mondo dello spettacolo e tra i vari impieghi i più significativi sono stati il ballerino/mascotte per un ristorante, il bagnino e lo chauffeur.

2

2. Brad attraversò un periodo buio negli anni ’90: “ero davvero stufo di me, volevo nascondermi dall’essere una celebrità e rimanevo tutto il giorno sul divano; ero quasi diventato una ciambella! Poi mi sono detto che valevo più di così e sono riuscito a tornare a recitare e a riprendere in mano la mia vita.”

3

3. Per un gioco del destino, quando ha interpretato il biondo protagonista di Troy, si è infortunato proprio al tendine di Achille! Durante il primo combattimento, lo scontro uno contro uno con l’ex wrestler Nathan Jones, che interpretava la parte del gigante guerriero Boagrius, l’attore si è fatto molto male e per un mese è stato dolorante.

4

4. Curiosità Random: il blu e il nero sono i suoi colori preferiti; la pizza è il cibo che preferisce (lo ricordiamo addentarla con soddisfazione alla Notte degli Oscar, infatti!); la sua bevanda preferita è la Mountain Dew; ha una predilezione per tutti i libri di Cormac McCarthy; usa il profumo Musk di Lorenzo Villoresi; la sua canzone preferita è Sooner or Later degli English Beat; ama il football.

5

5. Pitt crede di soffrire di prosopagnosia, l’inabilità a ricordare i volti delle persone. Sostiene, infatti, di essere del tutto incapace di riconoscere una persona, se non l’ha prima frequentata per un periodo significativo!

La prossima settimana non perdetevi le curiosità su Julia Roberts.

– Lidia Marino – 

Rispondi