Le 5 curiosità sulle star: Alicia Vikander

Continuiamo il nostro viaggio tra gli attori da Oscar, con Alicia Vikander il premio come Miglior Attrice non Protagonista di quest’anno, per The Danish Girl. Sappiamo già della sua relazione con Michael Fassbender e per questo la invidiamo moltissimo, ma andiamo a conoscerla meglio. Intanto sappiate che anche lei, come la bellissima e divina Charlize Theron, ha iniziato a recitare solo perché, infortunata, è stata costretta ad interrompere la propria carriera da ballerina: ringraziamo Dio per entrambe, allora!

1. Grande bisogno di riservatezza.1

Come vi sarete accorti, cercando qualche notizia su di lei, Alicia non ama i riflettori. Della sua vita privata preferisce mantenere segreti quanti più dettagli possibili, sostenendo di trovare il proprio lavoro e la propria individualità due elementi non collegati e che andrebbero lasciati tali. Infatti anche con Fassbender, che condivide questa sua visione sulla riservatezza, preferisce non esternare il loro rapporto davanti alle telecamere, tanto da non presentarsi insieme a lui sul tappeto rosso, come molti avrebbero pronosticato. Una decisione più che condivisibile, che la ragazza ha commentato con la seguente affermazione: “un essere umano, qualunque essere umano, ha diritto a uno spazio sicuro, privato, dove non far entrare chiunque.”

2. Attrice nel sangue.2

Alicia è figlia d’arte: la madre, Maria Fahl Vikander è una nota interprete teatrale, interessata della carriera della figlia e del suo avvenire artistico sin dagli albori. Riferendosi a questo rapporto con la madre e con il cinema, l’attrice ha commentato: “sono letteralmente cresciuta in un teatro; avevo due anni la prima volta che ci ho messo piede. A volte penso che siano ricordi creati a posteriori dalla mia mente, ma non avevo babysitter e dormivo in una culla dietro le quinte. Sa come sono i bambini che possono guardare lo stesso cartone animato per ore? Io lo facevo con i drammi svedesi interpretati da mia madre. Lei mi chiedeva se fossi sicura, ma a me non interessava tanto lo spettacolo, quanto vedere quanto mia madre fosse felice nel farlo. La mia scintilla per questa carriera è nata in quel momento.”

3. Nostalgia della patria.3

Nonostante non rimpianga affatto il proprio trasferimento a Londra, fatto per scelte lavorative, ammette di provare una nostalgia profonda per la Svezia, che conserva nel cuore. “Rimpiango le casette rosse delle isole svedesi, le conchiglie abbandonate sulla spiaggia. Diventi consapevole delle radici solo quando lasci il tuo Paese e ogni ricordo ti sembra terribilmente romantico”. Anche la sua grande carriera non l’aiuta ad integrarsi nella nuova casa: “mi sembra di vivere in un hotel, ci ho messo due anni a conoscere i vicini!”

4. Curiosità Random.4

I suoi film preferiti sono The Tree of Life e La pianista. Da piccola ha recitato in musical importanti teatrali in Svezia, come Les Misérables e The Sound of Music. Per Royal Affair, il film danese che la vede protagonista e che è stato candidato all’Oscar al miglior film straniero nel 2013, ha dovuto imparare il danese, dopo aver effettuato un’intera audizione con il traduttore.

5. Sogno di moda.5

Dalla bellezza elegante e delicata, questa grande attrice non poteva che far innamorare anche i maggiori stilisti di moda, che l’hanno presa come modello per realizzare abiti da sogno proprio per lei. Riguardo a questo, la Vikander ha commentato, entusiasta: “nella vita di tutti i giorni continuo ad avere uno stile molto “scandinavo”, minimale, comodo. Ma da quando ho l’occasione di indossare abiti di couture ho avuto una folgorazione: la prima volta è stato a Cannes, due o tre anni fa, Valentino mi aveva invitato a scegliere un abito. Ricordo che non riuscivo nemmeno a parlare. Intorno a me c’era gente che mi chiedeva quale volessi provare e io non emettevo un suono. Erano tutti fatti a mano, ognuno dei mille bottoni, delle mille impunture era stato lavorato da una sarta esperta. Un’opera d’arte.”

– Lidia Marino – 

Rispondi