Le 5 cose da NON fare a Teatro

Non c’è niente da fare: un Teatro non è un Cinema e se già alcuni atteggiamenti possono indispettire pure sul divano di casa vostra, non c’è niente di peggio di farlo davanti ad uno spettacolo dal vivo, dove gli attori potrebbero sentirvi, mentre mangiate a bocca aperta le vostre patatine. Ecco quindi le 5 cose da NON fare a Teatro:

1. MANGIARE 

1

In realtà, per fortuna, in molti Teatri è severamente vietato portare del cibo alle proprie poltrone, ma mi è capitato più volte di vederlo fare. Io non dico che non possa venirvi fame, come se l’Apocalisse fosse vicina, ma magari mangiatevi il vostro bel panino con la mortadella prima di entrare nell’edificio e il gioco è fatto!

2. CANTARE

2

Allora, saprete già, dal mio precedente articolo sui Musical , che sono un’appassionata del genere a livello morboso, quindi capisco, e – ve lo giuro – CAPISCO benissimo il bisogno quasi irrefrenabile di cantare le canzoni che amate del musical al quale state assistendo, ma non si può, non è giusto nei confronti di chi ha pagato per sentire cantare un attore con capacità canore che, molto spesso, sono migliori delle nostre. Se invece quello sul palco è meno bravo di voi: divertitevi. No, scherzo!

3. LASCIARE IL CELLULARE ACCESSO

3

 

Adesso, siamo nel 2015: il cellulare lo abbiamo tutti! Credo che quindi ognuno di noi sia in grado di conoscere quel piccolo tasto che spegne l’aggeggio che avete in mano, o che mette il SILENZIOSO. Non c’è niente di peggio di sentirsi straziati per la vicenda di Otello e poi sentire partire la sigla di Sentieri e venire trasportati da Shakespeare alle mille storie amorose di Spriengfield. No, davvero: spegnetelo!

4. FISCHIARE GLI ATTORI

4

Io a malapena approvo chi, nel finale, sta fermo e immobile, fissando il palco come se lo spettacolo stesse proseguendo, non mostrando il minimo accenno di vita sul proprio volto, ma chi fischia proprio non lo tollero. Può capitare che un attore o lo spettacolo in sé non vi siano piaciuti, ma non siete ad una partita allo stadio (e io non lo farei nemmeno lì, ma almeno quelli hanno i soldi con i quali consolarsi) e non c’è niente di peggio di questo atteggiamento infantile. Poi, vabbè, a me è capitato di venire riconosciuta da dietro il sipario per i miei strilli durante gli applausi, ma io sono ossessionata, ve lo ribadisco!

5. ALZARVI DURANTE LO SPETTACOLO

5

Ammetto di averlo dovuto fare io stessa un paio di volte, perché dovevo disperatamente dare retta alla Natura, ma mi sono sentita come sprofondare in un vortice di vergogna senza limite. Eppure, c’è tanta gente che lo fa senza problemi e, non solo, si alza e passeggia lentamente davanti alla fila, per dirigersi, con tutta calma, chissà dove. La sfilata non è compresa nel prezzo, cocca.

Queste sono le regole che secondo me andrebbero adottate sempre. Voi che ne pensate?

– Lidia Marino – 

Rispondi