Le 5 cheesecake più golose, da leccarsi i baffi

Famoso per la sua bontà e la sua esecuzione più che semplice, la cheesecake è arrivata in Italia, facendosi subito adorare dagli amanti dei dolci. La ricetta originale prevederebbe una base di biscotti ricoperta da mascarpone o formaggio fresco e da una bella dose di marmellata ai frutti di bosco o alle fragole. Ma perché limitarsi a copiare, quando la sperimentazione è così divertente?

Ecco a voi, quindi, le ricette delle 5 cheesecake più golose:

nutella

1. CHEESECAKE ALLA NUTELLA

Sbriciolando biscotti al cioccolato, uniti al burro, si prepara la base, da schiacciare per bene dentro la teglia. Poi, insieme al mascarpone o al philadelphia montare panna e nutella in proporzioni simili (200 grammi di philadelphia, 200 grammi di nutella e 200 di panna), per poi versare il tutto sopra i biscotti. Sciogliendo altra Nutella a bagnomaria, spalmarla infine sopra l’intero dolce, per guarnirlo, magari spolverandoci sopra nocciole tritate.

Un’altra soluzione appetitosa consiste nel mettere il cacao insieme al formaggio, anche in piccole dosi basterà per cambiare del tutto il sapore!

oreo

2. OREO CHEESECAKE

Un’altra ricetta incredibilmente semplice, ma che apporta un notevole gusto al dolce americano, è l’utilizzo, per la base dei biscotti, degli Oreo. Sbriciolandoli insieme al burro, otterrete una base golosissima e potreste inserire i biscotti tritati anche nel philadelphia, per conferire quel sapore in più che ci farà leccare i baffi. Non dimenticate poi di guarnire il tutto con i biscotti integri, che faranno di certo la loro figura!

pingu

3. CHEESECAKE – KINDER PINGUÌ

Dopo la base comune di biscotti, si procede ad inserire il philadelphia, ma senza versarlo tutto, perché a metà del ripieno andrà inserito un disco di cioccolato, che conferirà quel senso di “croccantezza” tipico del Kinder Pinguì. Per realizzarlo sciogliere del cioccolato fondente a bagnomaria (80 g) e versarlo su un foglio da carta forno, cercando di dargli una forma, utilizzando la circonferenza della vostra tortiera, aiutandovi con un pennello o una spatola in silicone. Cercate di farlo molto sottile e tenetelo in frigorifero per almeno mezz’ora, o in freezer per 10 minuti. Una volta pronto, staccatelo delicatamente e aggiungetelo sopra la metà del ripieno, livellat per bene e versate l’altra metà del philadelphia rimanente, facendolo riposare in frigo. Poi, potete completare il tutto con una copertura solida di cioccolato, tagliando del cioccolato fondente a pezzi, aggiungendovi della panna liquida, per poi versarla sul dolce e attendere che si raffreddi e si solidifichi. Verrà una bontà per tutti i palati!

banana

4. CHEESECAKE ALLA BANANA

Per quelli che non amano troppo il cioccolato (oh, succede!), ci sono anche le varianti alla frutta, ovviamente, e sono anche queste da leccarsi i baffi. Dopo aver preparato la base di biscotto, tagliate a rondelle una banana (o più, a piacimento) e coprite tutta la superficie della teglia. Montate, insieme al philadelphia dello yogurth alla banana e versate il contenuto sopra il ripieno. Una volta raffreddato in frigo, potrete decorarlo con altre rondelle di banana e, perché no, un po’ di caramello, per sfizio. Ovviamente, questa ricetta è applicabile anche ad altri frutti, come le fragole, le pesche o le mele: fatevi guidare dal vostro gusto!

salata

5. CHEESECAKE SALATA

Sì, perché dove è scritto che di un dolce non si possa fare il corrispettivo salato? Avete mai assaggiato i muffin con la pancetta? Beh, non sapete cosa vi siete persi! Anche la cheesecake si sposa tranquillamente alla sua versione salata, con poche e semplici accorgimenti.

Invece dei biscotti, tritate finemente dei grissini e aggiungete del burro per renderli più morbidi: questa sarà la vostra base. Mescolando il formaggio con un po’ di parmigiano, potrete aggiungervi il condimento che preferite, dai pachino al salmone a pezzetti, e versate il tutto sopra i grissini. Ovviamente, gli ingredienti salati dovranno prima essere cotti, altrimenti potrete mettere l’intero impasto in forno a 180° C e farlo cuocere per 30-40 minuti. Una volta pronto, potrete condirlo, utilizzando la vostra fantasia più sfrenata!

Buon appetito!

– Lidia Marino –

Rispondi