Le 10 composizioni classiche più belle, riproposte in chiave Metal

Girando su YouTube, spesso si incontrano video di Band musicali, più o meno famose, o di persone che con la loro chitarra ed i loro Pc, suonano le più grandi composizioni classiche di Mozart, Beethoven, Vivaldi, Bach, ecc, arrangiate e adattate in chiave Metal. Qui di seguito, verrà quindi proposta, la Classifica delle 10 composizioni classiche più belle riproposte in chiave Metal!

10. Il trovatore Giuseppe Verdi – Cover Therion

Una delle famose opere di Verdi, trasposta in chiave Metal dai Therion, un gruppo musicale Heavy Metal svedese, formatosi nel 1987 a Väsby, un sobborgo di Stoccolma. Sono considerati tra i maggiori esponenti del Symphonic Metal. La rivisitazione del Trovatore è possibile trovarla nel loro album live The Miskolc Experience

9. Per Elisa Ludwig van Beethoven – Cover Metaldaniel03

Famosissima composizione di Beethoven, proposta in varie versioni e la più utilizzata da chi sta imparando a suonare il piano. Für Elise (Per Elisa) è un breve pezzo per pianoforte, appunto, un semplice Klavierstück da salotto in La minore, composto nel 1810. È usualmente classificato come bagatella o come Albumblatt. In realtà il titolo di questo brano è Für Therese (Per Teresa) erroneamente trascritto da un copista ed era dedicato a Therese Malfatti von Rohrenbach zu Dezza, la figlia di un commerciante viennese (secondo altre fonti di un medico). La cover è molto bella e classica, ascoltatela!

8. Estate (Le quattro stagioni) Antonio Vivaldi – Cover Epica

Uno dei quatto concerti per violino di Vivaldi, revisionata dagli Epica. Anche questi ultimi sono un gruppo musicale Symphonic Metal (dalle sfumature Gothic), ma olandese, fondato a Reuver (frazione di Beesel) nel 2002 da Mark Jansen, ex chitarrista degli After Forever. Il loro nome deriva dall’omonimo disco del 2003 dei Kamelot. Il Brano è possibile trovarlo nel loro CD The Classical Conspiracy – Live in Miskolc, Hungary.

7. 5th Symphony Ludwig van Beethoven – Cover Metallica

Una delle più conosciute al mondo delle sinfonie di Beethoven, soprattutto per la suo intro indimenticabile ed incisiva. Quale cover migliore per una composizione simile se non quella dei Metallica? Per chi non li conosce, i Metallica sono un famosissimo gruppo musicale Heavy Metal statunitense, formatosi a Los Angeles nel 1981.

6. Csárdás Vittorio Monti – Cover VanStratho

La Csárdás (altrimenti Czardas o Ciarda) è la composizione più famosa di Vittorio Monti. È un brano concertistico rapsodico scritto nel 1904 e basato sulla danza popolare e genere musicale ungherese omonimo, composta originariamente per violino o mandolino e pianoforte. La cover è ben fatta e si alterna tra ritmi lenti e veloci, alcuni frenetici, un sesto posto meritato.

5. Hungarian Dance Johannes Brahms – Cover Marcin Jakubek

È la V tra le Danze ungheresi composte da Brhams, in totale sono 21, completati dal musicista nel 1869. Questa è la cover di un talentuoso ragazzo Marcin Jakubek (questo il suo nome su YouTube), che prende un buon quinto posto, perché merita veramente la nostra attenzione.

4. Toccata e fuga Johann Sebastian Bach- Johann Sebastian Orpheus

È una delle composizioni per organo più famose di Bach, nonché una delle più celebri e classiche composizioni di musica barocca, composta fra il 1702 ed il 1703. Questa cover è fatta da Johann Sebastian Orpheus e direi che si merita un bellissimo quarto posto, perché il brano si presta bene ad una rivisitazione in chiave metal e soprattutto è ricco di virtuosismi.

3. Turkish March/Rondò alla turca Wolfgang Amadeus Mozart – Cover Charlie Parra del Riego

Il titolo originale Piano Sonata No. 11in La maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart è una sonata per pianoforte molto famosa, anche tra i non appassionati del genere Classico. Questa cover merita il terzo posto per la difficoltà dell’esecuzione, in quanto decisamente veloce, ed è stata fatta da Charlie Parra del Riego, un chitarrista e compositore peruviano, conosciuto anche come Charlie Parra.

2. Overture Le nozze di Figaro Wolfgang Amadeus Mozart – Cover Genmills

L‘Overture da Le nozze di Figaro è il brano di apertura all’omonima opera di Wolfgang Amadeus Mozart, scritta su libretto di Lorenzo Da Ponte nel 1786. Il brano è tra le overture più celebri ed eseguite del compositore salisburghese e, più in generale, dell’intero panorama operistico settecentesco. Si merita completamente il secondo posto, perché è una composizione allegra e fresca e la versione metal mi è piaciuta particolarmente.

1. O Fortuna Carmina Burana – Cover Victor De Andres

O Fortuna è un testo poetico tramandato tra i Carmina Burana. Il testo spiega come la sorte da favorevole possa diventare avversa, e che essa comandi su qualunque elemento. Perché merita il primo posto? Semplice! Quest’opera mette i brividi in qualsiasi versione la si voglia fare, da quella classica a quella metal. Il chitarrista spagnolo Victor De Andres ha lasciato persino il suggestivo coro di sottofondo, non c’è altro da dire su questo brano,ascoltatelo!

Molti brani classici si prestano ad essere arrangiati con toni Metal e questi, sono solo alcuni dei tanti che girano sul Web. Devo essere sincera a me sono piaciuti tutti indistintamente ed è stato davvero difficile stilare una classifica, ma alla fine ci sono riuscita! Voi cosa avreste messo?

– Debora Becchetti – 

Rispondi