La storia dei corn flakes

Chiunque segua Youpopcorn da un po’ e in particolare i miei articoli ormai saprà della mia propensione a farmi domande sulle origini degli oggetti che mi circondano, soprattutto se si tratta di cibo. Ecco perché oggi parleremo della storia dei corn flakes, quei cereali che rendono la mia vita più colorata e bella. Hanno origine nel tardo XIX secolo, quando un gruppo di avventisti del settimo giorno iniziò a sviluppare un nuovo alimento che rispettasse le regole della loro severa dieta vegetariana. Nel 1894 il dottor John Harvey Kellogg, soprintendente di un sanatorio nel Michigan, e – per l’appunto – avventista, adottò un nuovo tipo di dieta da imporre ai suoi pazienti, che escludeva, oltre alla carne, anche alcolici, tabacco e caffeina. In questo turbinio di privazioni, non poteva mancare anche una componente aggiuntiva: ai cibi andava assolutamente tolto qualsiasi tipo di condimento, perché – secondo i precetti di Sylvester Graham – i cibi dolci o piccanti potevano aumentare le passioni. Potete dunque immaginare che le opzioni per mangiare non fossero proprio molte e che quindi ogni tipo di cereale era ben accetto.

Eppure la scoperta dei corn flakes fu del tutto involontaria. Il Dr. Kellogg e suo fratello, Will Keith Kellogg, infatti, lasciarono un po’ di semi di grano cotto a raffreddare, mentre risolvevano dei problemi al sanatorio, e quando ritornarono, videro che il grano era diventato raffermo. Dato il budget ristretto, decisero di continuare a lavorarlo ugualmente, appiattendolo con dei rulli, sperando di ottenere così lunghe sfoglie di impasto. Con loro sorpresa, quello che ottennero invece furono questi fiocchi, che tostarono e servirono ai loro pazienti. Tutto ciò approssimativamente il 14 aprile del 1894, e il 31 maggio (sì, oggi sono 134 anni) il prodotto fu brevettato con il nome di Granose.

I fiocchi di grano, serviti con del latte, divennero ben presto un cibo molto popolare tra i pazienti, tanto che i fratelli Kellogg cominciarono a sperimentare la ricetta con altri cereali. Nel 1906, Will Keith Kellogg, che lavorava come direttore amministrativo del sanatorio, decise di lanciare il prodotto sul mercato, fondando una sua azienda, la Kellogg’s. Per fare ciò, litigò con il fratello al riguardo dell’aggiunta dello zucchero – vista la rigidità del dottore alle regole del proprio credo -, ma Will non sentì ragioni e rese così il sapore più gradevole e adatto ad un pubblico più vasto. Nascevano i cereali da latte più famosi della storia.

Per aumentare le vendite, nel 1909 aggiunse una offerta speciale, il Libretto divertente degli animali scomponibili della jungla, dato a chiunque comprasse due confezioni di cereali. Questo stesso premio fu offerto per 23 anni. Nel frattempo, Kellogg cominciò la sperimentazione con nuovi cereali per aumentare la sua linea di prodotti. I Rice Krispies – che forse sono i miei preferiti, anche se a voi non interessa – furono messi in vendita per la prima volta nel 1929. Un ex-impiegato della Kellogg’s, C. W. Post, fondò una azienda rivale che divenne il secondo marchio di corn flakes negli Stati Uniti, i Post Toasties, decisamente meno noto in Italia.

Dai, sono riuscita a rendervi la storia interessante, o no?

– Lidia Marino – 

Rispondi