La Sagrada Familia sarà completata nel 2026

L’icona di Barcellona la conosciamo tutti: potete odiarla o amarla, fatto sta che è davvero impossibile non notarla e ricordarsela per sempre. Ebbene, questa è decisamente una notizia importante per il nostro secolo, perché dopo 137 anni, il Comune della cosmopolita capitale della regione spagnola della Catalogna ha finalmente rilasciato il permesso di fine lavori del cantiere, rendendolo ufficiale: la Sagrada Familia sarà completata nel 2026. La data già era stata indicata tra le preferite perché in quello stesso anno cade l’anniversario dalla morte dell’architetto Antoni Gaudì. Un Gaudì che già aveva richiesto i permessi, ma non li aveva mai ottenuti! Il costo ammonterà circa a 374 milioni di euro e la fondazione ha pagato 4,6 milioni per ottenere il permesso dopo anni di trattative.

Una volta completata l’edificio raggiungerà i 172 metri e diventerà il monumento più alto della città. Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 2005, la Sagrada Familia è una basilica unica al mondo. Inizialmente costruita in stile gotico, quando Antoni Gaudì subentrò nel cantiere iniziato aveva 31 anni e dedicò tutti i suoi ultimi anni di vita al “tempio espiatorio della sacra famiglia” rendendolo l’emblema più grande della sua architettura. Con influenze Art Nouveau, Cubiste e Razionaliste, la Sagrada Familia divenne qualcosa di completamente nuovo.  Poi però, come sappiamo, Gaudì morì prematuramente e riuscì a vedere completata solo la facciata della Natività con le quattro torri sormontate da cuspidi. Il cantiere, però, ha potuto proseguire i lavori, grazie ad alcuni modelli particolareggiati lasciati dallo stesso Gaudì che, consapevole di quanti anni sarebbero stati necessari per il progetto, preferì completare prima alcune sezioni della basilica, come l’abside, in modo da improntare la sua visione.

L’assessore all’urbanistica, mobilità ed ecologia del Comune di Barcellona, Janet Sanz, passerà dunque probabilmente alla storia per aver firmato “La llicència d’obres del temple de la Sagrada Família després de 130 d’obres irregulars”, come lei stessa ha scritto su Twitter, condividendo la foto che la ritrae mentre compie l’atto che nessuno aveva ad oggi sottoscritto. Sebbene tutti i soggetti coinvolti, a vario titolo, nel futuro della Sagrada Familia guardino al 2026 come data definitiva per l’ultimazione dell’opera – cento anni dopo la scomparsa di Gaudí -, il permesso di costruire appena approvato lascia ancora aperti quesiti circa tale obiettivo. Ma non possiamo che segnarci la data come un momento davvero importante per la storia non solo spagnolo, ma mondiale.

– Lidia Marino – 

 

Rispondi