La musica perfetta per viaggiare

Il fatto è semplice: non è importante dove si va, ma come ci si arriva. Per questo una buona colonna sonora può rendere il vostro viaggio davvero indimenticabile. Certo, parlare di musica perfetta per viaggiare può risultare riduttivo, perché molto dipende dal tipo di viaggio e dal vostro personale gusto. Ecco, però, qualche consiglio che potrà tornarvi utile in determinate evenienze:

– Viaggio “On the road

01Per viaggio “on the road” intendiamo quei viaggi in macchina con più persone, su autostrade che tagliano campi verdi o desertici o che costeggiano il mare o, ancora, poetiche coste montane. In questo viaggio sono perfette canzoni dai suoni orchestrali, quasi onirici o pezzi di accompagnamento come Viva la Vida dei Coldplay o Sunday Bloody Sunday degli U2. Ma sono adatte anche canzoni che, oltre ad essere un buon accompagnamento, possano essere cantate a squarciagola come Dancing Queen degli AbbaI want you break free dei Queen. Per i meno anglofoni, punterei su canzoni allegre come La vita è adesso di Baglioni o Più bella cosa di Ramazzotti. Per i più rockeggianti, invece, direi Back in Black degli AC/DC o Scar tissue dei Red Hot Chili Peppers.
Insomma, canzoni che abbiano sonorità orchestrali molto variopinte e piene di sonorità differenti, capaci di fare da colonna sonora al vostro viaggio o che, comunque, ne diano il ritmo giusto. Sconsiglierei pezzi tristi e lenti.

– Viaggio notturno

02Nei viaggi di notte si tende ad ascoltare musica più rilassante o soffusa, come a non voler dare fastidio. Certo, in auto non rischierete di svegliare nessuno con suoni troppo forti, ma la notte porta più tranquillità e le canzoni tendono ad essere di atmosfera con sonorità più leggere e ritmi più contenuti, spesso anche con un testo o un significato più nostalgico o romantico. Sentiamo infatti canzoni come The Scientist dei Coldplay o The winner takes it all degli Abba, o canzoni allegre, ma con sonorità più soffuse come Under pressure dei Queen e Boulevard of Broken Dreams dei Green Day. In Italia troviamo pezzi come Cercami di Renato Zero o Ci vorrebbe il mare di Marco “Maso” Masini, mentre nel panorama più rock possiamo attingere dai Radiohead con Creep o dai Metallica con Nothing Else Matters.
In pratica, la parola d’ordine è soft: ritmi più contenuti e, spesso, significati più nostalgici. Ma non andate sul tragico: state comunque viaggiando.

– Viaggio solitario

03Quando si fanno viaggi in solitaria, meglio cantare. Non me la sento di consigliare uno o più pezzi, perché in tali occasioni bisogna cantare per sentirsi in compagnia di se stessi, e quindi non ci sarà nulla di meglio di cantare le proprie canzoni preferite. Meglio ancora, consiglio di accendere la radio e sentire qualche programma radiofonico per sentire voci di altre persone. Non si tratta di solitudine: viaggiare da soli può essere noioso, quindi meglio sentire un programma radiofonico ben fatto, magari allegro, che ti possa tenere compagnia. Specialmente se il conduttore è simpatico, se ricevono telefonate (spesso gli spettatori che chiamano sono più divertenti del conduttore) e se passano canzoni del vostro genere.
Quindi togliete il cd e fatevi abbracciare dalle onde Fm.

– Viaggio in treno

04Viaggio in treno, cuffiette e testa appoggiata al finestrino per vedere le città che scivolano sullo sfondo. Poetico, vero? E perché non accompagnare il tutto con un buon bicchiere di musica d’atmosfera?
Soprattutto i mezzi pubblici misti alla solitudine delle cuffiette, ci possono trasportare in un universo parallelo dove noi siamo i protagonisti di un video musicale o, meglio, di un film con tanto di colonna sonora. Così vedremo nel finestrino la pioggia accompagnati da Thank You di Dido o cammineremo nella stazione in modo aggressivo con Bad di Michael Jackson nelle orecchie; vedremo la turista straniera entrare canticchiando Viva l’Inghilterra di Claudio Baglioni, mentre i Negramaro accompagneranno le nostre letture con Cade la Pioggia; ci gaseremo con Freak on a Leash dei Korn, per poi ritornare poetici con gli Extreme e con la loro chitarra acustica in More than wordsOvviamente molto dipende dal tipo di umore del viaggiatore.
Potremo anche farci accompagnare da pezzi non cantati, come le colonne sonore di film (tipo il Main Theme de L’Ultimo dei Moicani) o cartoni (tipo tutti gli Ost di Lupin III). Comunque, in treno è bello viaggiare con la fantasia e sentirsi dentro qualcosa di diverso. Quindi lasciatevi trascinare dal vostro umore.

– Viaggio di coppia

05Per i viaggi di coppia, che sia giorno o notte, l’atmosfera giusta è quella romantica da cantare insieme. Quindi, in mezzo ai classici brani che piacciono ad entrambi, infilate anche canzoni tipo Always di Bon Jovi o, se volete essere romantici e allegri, Haven’t met you yet di Michael Bublé. Potete anche attingere al panorama italiano con pezzi poetici come La Cura di Battiato o pezzi più diretti nel loro romanticismo come Tu sei lei di Ligabue. Nel rock direi  I don’t wanna miss a thing degli Aerosmith o anche Angel dello stesso gruppo.
Ho dato qualche esempio, ma la parola d’ordine è una sola: essere romantici. E sono certo che ne conosciate parecchie di canzoni d’amore. Che poi è anche un pezzo degli 883, Una canzone d’amore. Visto? Siete entrati nell’ottica; ora sbizzarritevi.

– Scampagnata con gli amici

06Con gli amici, qualsiasi sia il viaggio, è bene inserire nella propria compilation canzoni divertenti o che uniscano tutti in un solo grido. Esempio, inserirei pezzi come Wake me up before you go go degli Wham! e Baratto o Triangolo di Renato Zero insieme a canzoni dai ritornelli popolari come Radio Gaga dei Queen e Urlando contro il Cielo di Ligabue. Ma perché fermarsi a queste? Entriamo anche nel clima goliardico del Revival con PedroTanti auguri e tutte le altre chicce di Raffaella Carrà, con pezzi incantabili, ma divertenti come Scatman e le sue canzoni o Girl just want to have fun di Cyndi Lauper che rallegrerà tutta la combriccola con le sue note acute.
Ci si dovrà divertire, cantando fino a perdere la voce canzoni che, normalmente, difficilmente sarebbero nella playlist del proprio lettore mp3. Canzoni che tutti conoscono, anche se non se le ricordano.

Insomma, ogni viaggio ha la sua playlist adatta. Quali sono le canzoni che accompagnano i vostri?

– Giorgio Correnti –

Rispondi