La cena per farlo innamorare

C’è un uomo speciale nel vostro cuore, che vorreste conquistare?
Tra le mie strategie preferite ce n’è una in particolare che prediligo: comincia con un grembiule e un cucchiaio di legno; il buon vecchio “prendetelo per la gola” non delude mai, se il vostro lui ha un cuore (e uno stomaco) di pietra, almeno vi sarete gustati una golosa cenetta!

Come saprete se avete letto il mio articolo sul “farLa innamorare”, sto per consigliarvi un menu su misura per il vostro bello, un buon mix tra tradizione Italiana e uno sguardo oltre oceano!
Ma prima di tutto: la tavola.
Evitate una apparecchiatura troppo formale, non servono le quadruple forchette: non dico che dovete usare le tovagliette di carta, ma una tavola semplice lo farà sentire più a suo agio, non vorrete mica che passi tutta la sera a pensare ossessivamente “lo sapevo, dovevo mettere la cravatta!”?

Come antipasto, non c’è niente di meglio di una buona mozzarella di bufala e un po’ di prosciutto crudo. Mi raccomando, la mozzarella va levata dal frigo almeno mezz’ora prima di essere servita: la temperatura ambiente è quella ottimale, se avete scelto bene vedrete delle belle gocce di latte quando la affetterete.
Il prosciutto deve essere stagionato sì, ma dolce, e le fette sottili ma non trasparenti, altrimenti sarà assai difficile servirsene e vi sentirete entrambi impacciati e imbarazzati più di quanto non lo siate già! Potete servire queste bontà nostrane con dei grissini di sfoglia fatti da voi:
1– 300 g pasta sfoglia pronta (sì, non sono così sadica da farvi fare la pasta sfoglia a mano);
– Spezie a vostro piacimento: rosmarino, basilico, timo, salvia essiccati; paprika, semi di senape, semi di papavero, pepe nero;
– 100 g di parmigiano reggiano.

Stendete la sfoglia a formare un rettangolo, non troppo sottile; unite le spezie e il parmigiano grattugiato in una ciotola e distribuite sull’impasto, pigiando con il palmo della mano per farle assorbire dalla sfoglia. Tagliate l’impasto a strisce di 2 cm di larghezza e arrotolatele su loro stesse a formare dei lunghi boccoli; coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare un’ora; poi infornate a 180° per 20 minuti.

Come primo piatto vi consiglio la lasagna: gli ricorderà l’unica vera donna della sua vita… la mamma!
Ma attenti, se vi dice che la propria mamma la faceva meglio mollatelo prima del dessert: evidentemente questo pulcino non è pronto a lasciare il nido e voi non avete nessuna voglia di mettervi in competizione con la chioccia!
2– 1 cipolla dorata;
– 1 carota grande;
– 2 gambi di sedano;
– 500 g di macinato di manzo;
– Sale e pepe;
– Cannella;
– Vino bianco; 
– 500 ml di passata di pomodoro;
– Chiodo di garofano;
– 50 g di burro;
– 50 g di farina;
– 500 ml di latte;
– noce moscata;
– 50 g parmigiano grattugiato;
– 2 mozzarelle piccole;
– 400 g Sfoglie Di pasta secca all’uovo.

In questa ricetta vi consiglio di usare la pasta secca, per questo ho aggiunto agli ingredienti le mozzarelle: questo tipo di pasta ha bisogno di più umidità per cuocere bene, quindi vi conviene lasciare anche la besciamella un po’ più liquida; se preferite LA versione originale però potete comprare la pasta fresca, ma dovrete lessarla sfoglia per sfoglia in in pentolone di acqua con 2 cucchiai di olio d’oliva. Per la preparazione:
Partiamo dal ragù: soffriggete carota cipolla e sedano tritati non troppo finemente; sfumate con vino bianco. Aggiungete poi la passata e mezzo bicchiere di acqua, condite con sale pepe e mezzo cucchiaino di cannella: ricordate che in buon ragù deve cuocere almeno 2 ore a fiamma bassissima.
La besciamella: in un pentolino a fiamma bassa mettete la farina e fatela tostare appena, aggiungete il burro fuso e a seguire il latte a filo e mescolando con una frusta per evitate grumi. Abbandonate la frusta per in cucchiaio di legno e mescolate fino a raggiungere la densità desiderata: mi raccomando non mollate quel cucchiaio per niente al mondo o la besciamella verrà di consistenza disomogenea. Condite. Tritate la mozzarella. E ora procedete a strati: distribuite sul fondo della teglia due cucchiaiate di sugo, proseguite nell’ordine: pasta, ragù, parmigiano, mozzarella e così via. Infornate mezz’ora a 180°, e fategli fare gli ultimi 10 min sotto al grill per una superficie extra croccante!

Come avrete immaginato, non vi consiglio alcun secondo, ma invece un bel dolcetto americano: i golosissimi brownies: il dolce perfetto per fargli capire che amate godere dei piaceri della vita.
3185 g di burro salato;
-180 g di cioccolata fondente (Io consiglio la Luisa della Perugina);
-80 g di cioccolato al latte;
– 85 g di farina;
– 80 g di cacao in polvere (amaro!);
– 3 uova;
– 275 g di zucchero.

Sbattete le uova con lo zucchero, unitevi il burro fuso, poi la cioccolata fondente fusa. Mescolate la farina e il cacao e aggiungete all’ impasto setacciando. Per ultimo tagliate a pezzettoni il cioccolato al latte e unite all’impasto. Versate in una teglia dai bordi quadrati e infornate a 180° per 20 minuti. Servite in quadrotti tiepidi (potete anche scaldarli al microonde), accompagnati da lamponi freschi e una pallina di gelato alla vaniglia o al fior di latte.

A questo punto, se non sviene ai vostri piedi, non vi merita: lasciatelo ai suoi ravioli in scatola e al suo cinese fritto a portar via e offrite il vostro cuore e i vostri brownies a chi vi saprà amare meglio.

– Mangoberry –

Rispondi