Canzoni da record: i guinnes della musica

1Leggendo il titolo, forse qualcuno di voi si aspettava di sentir nominare i Dream Theatre? Scherzi a parte, secondo la World Records Academy, la canzone, con musica e versi, più lunga del mondo è di un autore italiano: Giancarlo Ferrari, fondatore della rock band Some Sad Clowns. Nel 2005 ha composto Apparente Libertà, un invito elettropop a riflettere su temi quali le distorsioni della storia, il razzismo, il tifo politico, l’inquinamento, la schiavitù, le illusioni dei lavoratori e la falsa informazione che rende impossibile l’attuazione della democrazia: temi complessi a cui ha dedicato più di 70 versi, 150 pagine di spartito, per un totale di 76 minuti e 44 secondi.

Se questo vi ha impressionati, preparatevi a record ben più sostanziosi! Il brano musicale più lungo del mondo, invece, dura ben 18 giorni: è stato Thom Yorke, il cantante dei Radiohead, a comporre questa titanica opera, Subterranea, che accompagna una esibizione artistica nel Centro di Arte Contemporanea Carriageworks di Sydney: ideare ben 432 ore di musica per l’artista Stanley Donwood, amico e ideatore di diverse copertine del gruppo, è valso a Thoma il record mondiale! Non sarà destinato a mantenerlo per sempre, però, perché nel 2999 verrà completato il progetto Longplayer: è stato infatti appositamente creato un computer che elabori una serie di variazioni su una traccia di base, della durata di 20 minuti circa: la performance del computer è programmata per durare 1000 anni, ed ha avuto inizio il 1 Gennaio 2000.

2C’è anche un altro artista che ha pensato di scrivere un brano musicale davvero originale, ma piuttosto che sulla lunghezza del pezzo si è concentrato sulla lunghezza della esecuzione: l’americano John Cage ha creato un brano che va suonato il più lentamente possibile, come dice anche il titolo: As slow as possible. Pianificato nel 1985 per il pianoforte, è stato poi messo in pratica con l’organo, che non impone limiti di tempo nella durata delle note. La realizzazione è dovuta a un nutrito gruppo di musicisti che dopo lunga discussione optarono per una durata di 639 anni: iniziata nel 2001, la performance avrà fine nel 2640.

So che alla fine di questo articolo ve lo state chiedendo, quindi vi accontento: il primato per la canzone più corta del mondo? Spetta a una band grindcore inglese, I Napalm Death, che entrarono nel Guinnes dei Primati nel 1987 con You Suffer: è bastato poco più di un secondo, 1,316 sec per essere precisi, per porre a chi ascolta una domanda esistenziale considerevole: You suffer, but why? – Tu soffri, ma perché?

Adesso che avete I dati alla mano, siete pronti per comporre anche voi canzoni da record?

– Mangoberry – 

Rispondi