Konjac, il cibo più trendy del 2017

A me fanno morire dal ridere queste etichette che si danno al cibo, quindi non potevo che scriverci un articolo. A quanto pare la rivista Glamour ha stabilito che il Konjac è il cibo più trendy del 2017. Perché? Ovviamente per le sue proprietà benefiche, ma anche cosmetiche. Ok, conosciamolo meglio, perché sono certa che tantissimi di voi, come me, non l’hanno mai neanche sentito nominare. Il konjac, scientificamente noto come Amorphophallus konjac, non è altro che una pianta originaria dell’Asia, appartenente alla famiglia delle Aracee, dalla cui radice viene prodotto il konnyaku, ingrediente utilizzato nella cucina orientale. Il tutto vanta solo 10 calorie per 100 grammi ed è immancabile nelle diete ipocaloriche, perché è in grado di inibire il senso di appetito grazie al glucomannano ed inoltre esercita un’azione disintossicante, favorendo l’eliminazione naturale delle tossine dall’organismo e la riduzione dei picchi insulinici, oltre a regolare il metabolismo. Cominciate a capire perché sia trendy? Io speravo che fosse tipo glitterato…

Ad ogni modo, il konjac non ha praticamente un suo gusto (assorbe quello del condimento) e si trova in commercio in molte forme: integratori, shirataki a forma di tagliatelle e a nido, riso, e anche farina, largamente impiegata nella dieta Dukan per la preparazione di pasta, crespelle, pane e dolci, essendo quasi a zero calorie. Il konjac, tornando all’elemento cosmetico, è favoloso anche per la pelle: da esso vengono ricavate spugne vegetali molto morbide e porose dall’alto potere esfolliante e detergente, per tutti i tipi di pelle. Insomma, potreste avere il cibo più trendy del 2017 nella vostra borsa e non saperlo! Ma mi raccomando il Konjac deve essere consumato in piccole quantità per evitare dolori addominali e gonfiore, oltre a poter interagire con i farmaci presi. Insomma, magari vi farà passare la fame, ma potrebbe farlo in modo troppo convincente. E noi tutte ‘ste convinzioni non le abbiamo mai cercate.

– Lidia Marino – 

Rispondi