Intervista a Gianluca Genova, chitarrista di Giordana Angi

Nato in Sicilia nella cittadina di Delia, in provincia di Caltanissetta, Gianluca Genova è un artista che vive la vita e la musica all’insegna dell’allegria e della semplicità:

«”Sono tratto da una storia vera”: è la frase che ho messo come descrizione sul mio profilo Instagram. E’ un invito a scoprirmi di più».

Gianluca attualmente è noto come chitarrista della cantante Giordana Angi, concorrente di Amici 18, per quanto riguarda le esibizioni sul palco:

«Grazie a Giordana ho avuto la possibilità di calcare i palchi più belli d’Italia come l’Atlantico di Roma e l’Alcatraz di Milano. E’ stato bello vivere quest’esperienza del tutto nuova per me insieme al mio gruppo, con i miei amici di sempre: i viaggi, i camerini, fare amicizia con i fan».

Gianluca infatti ha avuto la fortuna di condividere questo primo grande traguardo con una band che definisce “esilarante” e composta da amici con cui condivide la passione per la musica da tempo: Giovanni Sciabbarrasi alle tastiere, Peppe Sferrazza al basso, Federico Quartana alla chitarra e Federico Gucciardo alla batteria.

«Ho cominciato a collaborare con Peppe Sferrazza, l’attuale bassista di Giordana, all’età di diciassette anni. Non avevo neanche la patente e lui mi veniva a prendere da Serradifalco, il suo paese».

In passato Gianluca e Peppe hanno avuto l’opportunità di suonare insieme anche per l’Orchestra Pop Siciliana, progetto che ha permesso loro di accompagnare diversi artisti in vista nel panorama musicale:

«Grazie all’Orchestra Pop Siciliana, Peppe ed io abbiamo avuto l’opportunità di accompagnare artisti importanti come Gatto Panceri, Alex Britti e molti altri».

Ma mandiamo le lancette dell’orologio ancora più indietro nel tempo… O meglio, a quando tutto ebbe inizio:

  • Come vi siete conosciuti tu e Peppe Sferrazza?
  • Ci siamo conosciuti in Sicilia nel 2007, durante un Festival a Santa Caterina e ci siamo trovati subito bene insieme. Peppe aveva il suo gruppo ed io il mio. In quell’occasione si è esibita anche la band Merce fresca e da lì abbiamo iniziato a suonare insieme a loro. All’inizio era un gruppo ska, poi ci siamo contaminati con tanti altri generi. E’ stato il progetto più soddisfacente per quanto riguarda la realtà siciliana e non solo… Abbiamo suonato nel 2010 anche al Piper di Roma per il Tour Music Fest. Da lì abbiamo fatto un tour delle radio con il singolo: Mollo tutto. Pensa che un nostro brano: Fototessera di un ragazzo simpatico, tratto dall’album Oggi domani un concorso (2016) è stato utilizzato nella fiction di RAI 1: E’ arrivata la felicità.

E per Gianluca la felicità è arrivata davvero! Il nostro chitarrista sente infatti la passione per la musica già da bambino. All’età di nove anni inizia a studiare  pianoforte mentre nel tempo libero coltiva la passione per lo strumento che gli darà maggiore soddisfazione, trasformando il suo sogno di fare musica in realtà:

«Strimpellavo la chitarra con mio zio e gli rubavo qualche accordo. A dodici anni la mia prima chitarra elettrica e da lì il sogno della band e di dar vita a qualcosa di mio con altri musicisti».

Questo suo desiderio diventa realtà e Gianluca si ritrova a calcare il primo palco all’età di tredici anni per una festa degli studenti: La giornata dell’arte (2005) tenuta a Caltanissetta, come membro dei Nameless:

«Ero il più giovane del gruppo, ero ancora in terza media. Gli altri ragazzi frequentavano già il liceo. Andavo tutti i giorni in sala prove a guardarli e nonostante fossi alle prime armi mi hanno preso con loro!».

  • Come sei arrivato a suonare per Giordana?
  • Tramite Peppe Sferrazza e Giovanni Sciabbarrasi. E’ stato Peppe a presentarmi Giovanni. Da lì siamo diventati amici e mi hanno coinvolto in quest’avventura.

Oltre ad esibirsi dal vivo, Gianluca Genova ha lavorato in studio anche ai brani Lola e Paura di morire non ne ho, presenti nell’album di Giordana: Voglio essere tua (2019) in cui ha suonato la chitarra insieme a Federico Quartana, altro chitarrista della squadra che Gianluca ha conosciuto durante gli anni in Conservatorio a Palermo.

Gianluca Genova ha infatti studiato musica con impegno e dedizione presso l’Accademia di Musica Moderna LIZARD di Messina dove si è diplomato nel 2013, per poi entrare in Conservatorio a Palermo dove ha studiato jazz, specializzandosi nel 2019 in questo genere grazie ai corsi del biennio frequentato presso il Conservatorio di Frosinone.

La passione per la musica va di pari passo a quella per la regia dei video da lui stesso realizzati:

«Non sento di definirmi un videomaker ma mi piace fare anche questo e proprio per questo ho aperto un canale YouTube diviso in diverse sezioni, una prettamente musicale in cui rientrano le playlist: Lavori in studio e Guitar, l’altra più incentrata sugli sketches che ho montato, che sta sotto il nome di “Video divertenti e meno divertenti”. Nel mio canale c’è sia la parte dedicata alla chitarra che quella rivolta ad alcune mie creazioni, delle “canzoni bizzarre” tra cui: La canzone delle corde libere».

  • Qual è il messaggio che vuoi lanciare con un brano come La canzone delle corde libere ? Vuoi dire che la musica è per tutti? Che chiunque può esprimersi attraverso la musica?
  • Non c’è un vero e proprio messaggio. Cerco sempre l’aspetto divertente nelle canzoni che scrivo. Nel brano La canzone delle corde libere, la chitarra è protagonista. Uso solo le sei corde della chitarra a vuoto per tutto il pezzo, quindi chiunque può suonare questo brano con una sola mano e divertirsi. Il videoclip da me girato enfatizza proprio questo concetto: la facilità nel suonare questa canzone. Ci sono io che bevo, io che mi pettino, che faccio altro e nel mentre suono con una sola mano… Credo sia la canzone più facile del mondo da suonare!

Quello che Gianluca cerca sempre di fare e di trasmettere attraverso i suoi brani è: «trovare la bellezza anche nelle cose semplici» e se riesce a strappare un sorriso allo spettatore, il gioco è fatto!

«I brani da me suonati e composti sono sempre esilaranti! Il ballo latino e americano ne è un esempio. Ho voluto mettere una “e” tra le parole latino e americano ed è uscita una canzone in latino e in inglese. Sulle sonorità latinoamericane canto un ritornello in latino  mentre le strofe sono in inglese».

  • C’è un messaggio specifico oppure è solo un gioco di parole?
  • Sono molto Quello che faccio nel brano Il ballo latino e americano è giocare sulle due lingue. Mi piaceva il contrasto delle parole latino e americano, ho pensato: “se metto una e faccio comunicare due realtà che non centrano niente tra loro”. Le strofe sono in inglese e sono incentrate sul ballo, dicono: “Voglio ballare […], voglio stare con gli amici”, il ritornello invece è una sfilza di luoghi comuni come: verba volant, in vino veritas. Non ho mai studiato il latino ma sono frasi che ognuno di noi usa, spesso senza conoscerne il significato.
  • Come mai nel videoclip da te girato sei vestito da frate? Ti riferisci a qualche personaggio religioso in particolare?
  • No, semplicemente un mio amico aveva un costume da frate e ho pensato fosse adatto per il videoclip. Mi sono immaginato una persona che parla in latino e siccome il latino era la lingua della Chiesa, ho deciso di sfruttare questo costume.

La comicità di Gianluca Genova si ispira molto a quella di Nino Frassica ed è una comicità che lo stesso chitarrista definisce nonsense: «Mi piace non dare troppo significato alle cose, così ognuno le interpreta come vuole. Le mie idee nascono dalle cose semplici, dai giochi di parole, dalle piccole intuizioni. Dal nulla mi viene in mente una frase che mi riporta a qualcosa e da lì comincio a creare. E’ dalla semplicità che nascono le cose».

  • Che progetti hai per il futuro? Intendo oltre a lavorare come chitarrista nella band di Giordana…
  • Spero di fare della musica mia e che sia identificabile. Sono in una continua ricerca e spero di scoprirmi sempre di più. Il periodo storico che stiamo vivendo, seppur molto difficile, mi sta agevolando in questo.

Insomma se siete un po’ giù di morale e volete divertirvi in compagnia di Gianluca e della sua musica esilarante vi basterà accedere al suo canale YouTube.

Se volete imparare a suonare non solo La canzone delle corde libere, Gianluca impartisce lezioni di chitarra a Roma appoggiandosi ad alcune scuole di musica; altrimenti potete prendere parte ai suoi corsi online. Per saperne di più, contattatelo in direct sul suo profilo Instagram: gianlucagen oppure scrivete al suo indirizzo di posta elettronica: gianlucagenova91@gmail.com.

Appena possibile, Gianluca risponderà a tutte le vostre richieste!

– Aurora Milana –

 

Rispondi