Il Diario di Anna Frank, il primo adattamento in graphic novel

Una decina di giorni fa, il 27 gennaio (data scelta perché nel 1945 furono abbattuti i cancelli di Auschwitz), si è celebrato il Giorno della Memoria, per ricordare tutte le vittime dell’Olocausto, ma visto che non c’è bisogno di una giornata prestabilita per fermarci a pensare agli orrori del passato (molto più attuali di quanto ci permettiamo di ammettere), oggi vi parlo del primo adattamento in graphic novel de Il Diario di Anna Frank. La triste storia della piccola Anna è ormai radicata nella cultura (o perlomeno dovrebbe) e il suo scritto risulta uno dei frammenti più intensi di quel periodo: ecco perché, a distanza di settant’anni dalla pubblicazione del Diario, l’illustratore David Polonsky e il regista e sceneggiatore Ari Folman hanno voluto trasformarlo in arte del fumetto.

L’opera, autorizzata dalla Fondazione Anne Frank fondata da Otto Frank, è stato pubblicata il 15 settembre in 50 Paesi (in Italia l’editore è Einaudi) e si pone come obiettivo quello di far conoscere alle nuove generazioni la storia della giovane. Ari Folman ha dovuto affrontare il difficile lavoro di sintesi, ma nonostante i tagli è riuscito a lasciare intatto il contenuto, lo spirito stesso della tragedia. I disegni di Polonsky sono coloratissimi e traspongono la piccola Anne in opere dell’arte famose come la Madonna di Klimt o L’Urlo di Munch. Polonsky e Folman (che avevano già lavorato insieme nel 2008 per il film di animazione Valzer con Bashir) sono già al lavoro a un film ispirato a tale graphic novel, che però si concentrerà sull’amica immaginaria di Anna, Kitty, che, scoperto il Diario, partirà alla ricerca della ragazza.

Negli scorsi decenni ci sono stati molti adattamenti del Diario di Anne Frank, anche in Giappone con il linguaggio dei manga. Questa però è la prima versione a fumetti autorizzata dalla fondazione, secondo la quale “il libro nell’edizione definitiva curata da Mirjam Pressler resta l’opera di riferimento di Anne Frank, ci assicuriamo che resti disponibile in tutto il mondo in versione integrale, con buone traduzioni e a prezzi ragionevoli. Il diario grafico è pensato come un’introduzione o una lettura supplementare, è un’aggiunta rivolta a giovani lettori di tutto il mondo o a chi è cresciuto con il diario e vuole oggi ripetere l’esperienza in un’altra forma”. Trovate la graphic novel,  Anne Frank. Diario, anche su Amazon a 12,75 euro.

– Lidia Marino – 

 

Rispondi