I cattivi della settimana: Mystica

La scorsa settimana la nostra rubrica ha trattato un personaggio davvero iconico nel panorama femminile dei supereroi americani, una Harley Quinn diventata simbolo di caos e follia che ha conquistato letteralmente i nostri cuori. Oggi entriamo di nuovo in casa Marvel e ci avviciniamo ad un’altra ragazza terribile. Gente, ecco altro personaggione, davvero interessante, da conoscere ed esplorare: dite ciao a Mystica.

1 1. I meravigliosi X Men e i loro avversari

Ha la pelle blu (sì, ce l’ha, avete capito bene!), squamosa, il suo potere da Mutante le permette di cambiare aspetto (e diventare quindi maledettamente affascinante) e la propensione a spiare e lavorare di sotterfugio per accrescere fortuna e ricchezze. Mystica è una dei personaggi più importanti dell’universo X-Men. Come già detto in altri articoli su Wolverine o Magneto (quest’ultimo di poche settimane fa), questo ciclo “secondario” dell’universo Marvel ha portato in uno scenario fantastico molte delle atmosfere della guerra fredda e dei film di spionaggio di quegli anni; un’ambientazione non può non favorire personaggi così ambigui e adatti al sotterfugio come questo o Camaleonte, che senza dubbio hanno particolare fortuna in un contesto nel quale vince chi riesce ad ingannare di più l’avversario (sono i tempi dell’Est contro l’Ovest, ragazzi!).

22. Fèmme Fatale

Ragazzi, Mystica è una bomba sexy. Punto. Splendida d’aspetto, sensuale e senza alcuna remora morale, con l’unico obbiettivo di sopravvivere in una società che ghettizza i “diversi”, la ragazza non fa altro che combattere con tutte le sue forze per essere predatore e non preda. Mercenaria, spia, modella, è a volte alleata con Magneto, quindi schierata con la fazione più oltranzista e ostile agli umani fra i Mutanti, ma a volte, come ogni combattente che usi armi alternative rispetto a quelle della forza, deve ovviamente scendere a compromessi con gli avversari per arrivare ai suoi obbiettivi (arrivando addirittura a lavorare per il professor Xavier, capo dei “buoni”, in vari cicli di storie). Di numero in numero, storia in storia, Mystica emerge perché perfettamente cosciente di quello che fa e, al tempo stesso, perché straordinariamente ambigua (anche se, c’è da dire, le sue prime avventure la vedono come nettamente schierata dalla parte degli antagonisti, per poi “riposizionarsi” più avanti).

33. Al cinema

Ovviamente, nello scenario cinematografico, un personaggio così fa davvero la sua bella figura, soprattutto a livello narrativo, perché un personaggio come Mystica, all’interno di racconti così “concentrati”, “di concetto”, è una sorta di affascinantissima e raffinata molla per storie davvero agguerrite. Sia nei film del primo ciclo (quelli con Hugh Jackman, per intenderci), quando era interpretato dalla bellissima Rebecca Romijn, sia dell’ultima generazione (X-Men: L’inizio e l’acclamatissimo Giorni di un futuro passato, di pochissimi anni fa), nella quale a farla da padrona era una star così “pop” e fresca come Jennifer Lawrance, il profilo cinematografico di Mystica è rimasto centrale nell’economia del racconto. Non a caso ad interpretarla sono state chiamate non solo due attrici avvenenti, ma soprattutto “di grido”, capaci di attrarre una larghissima fetta di pubblico. anche non per forza appassionata di fumetti. Il risultato è stato una trasposizione potente memorabile, che ha fatto entrare il personaggio in immaginari collettivi davvero inediti.

– Fabio Antinucci – 

 

Rispondi