Hadestown: il musical vincitore ai Tony Awards 2019

Ieri notte si sono svolti i premi maggiori per il teatro americano, quelli che tutti i fan del settore vorrebbero stringere tra le mani, piangendo. Quest’anno il vincitore assoluto è stato Hadestown, un musical con colonna sonora e libretto di Anaïs Mitchell. Basato sul quarto album della Mitchell, la trama ruota attorno il mito di Orfeo ed Euridice, in un’ambientazione post-apocalittica vagamente ispirata alla Grande Depressione, in chiave indie punk. Il musical debuttò nell’Off Broadway nel 2016 con la regia di Rachel Chavkin e, dopo numerose revisioni e cambiamenti, nuove produzioni sono andate in scena ad Edmonton (2017), Londra (2018) e infine a Broadway giusto nel 2019.

Oltre a vincere il premio più ambito di Miglior Musical, Hadestown si è portato a casa anche Miglior colonna sonora originale (Mitchell), Miglior regia di un musical (Chavkin), Miglior attore non protagonista (De Shields), Miglior scenografia (Rachel Hauck), Miglior disegno luci (Bradley King), Miglior sound design (Nevin Steinberg & Jessica Paz) e Migliori orchestrazioni (Michael Chorney & Todd Sickafoose). Niente male, no? Inoltre è un grande risultato anche per il mondo femminile, dato che si tratta della quarta donna nella storia a conquistare il Tony come miglior regia. Rachel Chavkin lo ha infatti anche sottolineato durante il suo discorso di accettazione, oltre a chiedere maggiore varietà razziale tra artisti e critici teatrali.

La prima incarnazione del musical avvenne tra il 2005 e 2006 nel Vermont, lo stato natio della Mitchell, sotto forma di concerto, che poi divenne un concept album, pubblicato nel 2010. La scrittrice pensò a lungo alla volontà di trasporlo in spettacolo teatrale, ma non era certa di come farlo. Solo dopo aver visto nel 2012 una produzione di Natasha, Pierre & The Great Comet of 1812, Anaïs Mitchell contattò la regista del musical, Rachel Chavkin, perché “abbastanza folle da poter far funzionare il tutto”. Aggiunse 15 nuove canzoni all’album originale e scrisse anche i dialoghi, per colmare i vuoti della narrazione e rendere i personaggi più tridimensionali e complessi. Come detto prima, nel 2016 lo spettacolo debuttò al New York Theatre Workshop nell’Off Broadway e venne candidato all’Outer Critics Circle Award e al Drama Desk Award al miglior musical.

La prima europea del musical, sempre con la regia di Chavkin, avvenne invece al Royal National Theatre il 2 novembre 2018 ed Hadestown rimase in cartellone fino al 26 gennaio 2019. Carney, Page e Gray tornarono ad interpretare i rispettivi ruoli, mentre Eva Noblezada si unì al cast nel ruolo di Euridice ed André De Shields in quello di Ermes, ruolo con cui ha vinto il Tony proprio ieri!

Se volete ascoltare qualcosa, vi lascio il link!

– Lidia Marino – 

Rispondi