Gli spettacoli più longevi a Broadway

Come saprete, alcuni grandi capolavori non abbandonano mai le scene, cambiando registi, attori, e scenografi, ma rimanendo sempre nei teatri, per far innamorare nuovi spettatori: questa è un’abitudine – che personalmente adoro – che può essere trovata anche nel West End (al quale dedicherò il prossimo articolo), ma oggi parliamo degli spettacoli più longevi a Broadway. Alcuni sono certa che potreste indovinarli senza difficoltà, ma vediamo se li avreste nominati tutti.

1. The Phantom of the Opera

1

Ovviamente, inizio con quello più vecchio di tutti, nonché mio preferito e pietra miliare tra i musical. Come anche in Inghilterra, dove questa meraviglia è nata, il Fantasma non ha visto mai una fine, continuando a raccogliere successi dopo successi. Arrivato a Broadway nel 1988, è ancora in scena al Majestic Theatre e ha superato le 10.000 perfomances, dimostrando che questa storia e le musiche del mitico Andrew non potranno mai smettere di affascinare i cuori di tutto il mondo.

2. Chicago

2

Sebbene a Broadway la produzione originale del 1975 chiuse dopo il periodo (relativamente) breve di due anni, la versione attuale cattura con il suo jazz il pubblico dal 1996. Quest’ultima ha vinto infatti numerosi premi nel corso dei suoi diciannove anni di vita, oltre a contare numerose star all’interno del suo cast (Bebe Neuwirth, James Naughton, Ann Reinking solo in quello originale) e innumerevoli celebrità come guest star, tra le quali Springer, Wendy Williams, Usher, e molti altri.

3. Cats3

Un altro iconico musical di Webber: Cats è un classico irrinunciabile, conosciuto praticamente da tutti (chi non ha mai sentito Memory?) e ha debuttato a Broadway nel 1982. Lo spettacolo dai magnifici costumi e dalle incredibili doti artistiche dei cantanti/ballerini prende spunto dal libro Il libro dei gatti tutto fare di Eliot ed è diverso da qualsiasi cosa Broadway avesse mai visto prima ed è rimasto in scena per diciotto anni. Ha chiuso nel 2000, ma si parla di un grande ritorno. Volete sapere una curiosità? Elaine Paige, famosa per il suo ruolo di Grizabella originale, ha ottenuto il suo ruolo londinese perché sostituire Judi Dench, che si era infortunata!

4. The Lion King

4Questo popolarissimo musical teatrale Disney, diretto da Julie Taymor e con le musiche di Elton John, ha ridefinito Broadway, quando ha debuttato nel 1997, allietando il pubblico di adulti e bambini, con la creazione di una savana piena di animali abilmente realizzati, con pupazzi a grandezza naturale e splendidi costumi di ispirazione africana. Ha il maggior incasso musicale di Broadway con oltre un miliardo di dollari e sono tutti certi che non se ne andrà molto facilmente dalle scene. Del resto, non è il “re” per niente!

5. Les Misérables5Prima dell’odierno revival (che è ora in scena all’Imperial Theatre), l’originale “Les Mis” raggiunse un successo recordo andando in scena dal 1987 al 2003 senza sosta, godendosi i suoi sedici anni ininterrotti. Questo musical epico, basato sul romanzo di Victor Hugo, aprì a Broadway con Colm Wilkinson come Jean Valjean e Terrence Mann as Javert, entrambi icone dei loro ruoli. Un’altra curiosità? Lea Michele, che forse conoscerete – se non dal teatro – per il suo ruolo in Glee, fece parte dello spettacolo nel 1995, come la piccola Cosette, quando aveva solo nove anni.

6. A Chorus Line6

A parte la produzione originale che ha debuttato nel 1975 con set e costumi minimalisti, la produzione di Michael fu basata su reali interviste a ballerini e cantanti durante le audizioni e i dietro le quinte, portando i loro pensieri e le loro paure sulla scena. Questo suscitò un grandissimo successo che rese lo spettacolo indimenticabile, registrando oltre 6000 performances allo Shubert Theatre, prima che chiudesse nel 1990. Speriamo di rivederlo presto. In caso contrario, se non l’avete fatto, potete guardarvi il film omonimo.

7. Mamma Mia!7

Proprio quest’anno Broadway ha chiuso i battenti con questo musical, settimo nella storia dei più longevi, e ciò ha spezzato moltissimi cuori. Questo spettacolo frizzante, basato sulle musiche degli ABBA, con personaggi simpatici, costumi sgargianti e una trama avvincente, ha raccolto consensi per quattordici anni. Ha infatti debuttato nel 2001, ad ottobre, poco dopo l’attentato alle Torri Gemelle, che sconvolse il mondo e in particolare l’America, che si dedicò ancora più volentieri ad un teatro allegro, per lasciarsi alle spalle quanto accaduto. Con 5773 performances alle sue spalle, sarà davvero difficile da dimenticare.

8. Beauty and the Beast8Un altro enorme successo della Disney, La Bella e la Bestia ha debuttato nel 1994 ed è andato in scena per oltre tredici anni, prima di chiudere per aprire le porte al musical de La Sirenetta. Questo magnifico spettacolo, basato sul film d’animazione, ha emozionato l’America, con 5461 perfomances, e il mondo intero, contando innumerevoli tour, per non nominare le traduzioni (che noi in Italia abbiamo avuto la fortuna di avere per due anni). Ha avuto un’enorme importanza anche per le generazioni di piccoli spettatori che hanno iniziato ad andare a teatro grazie a questo capolavoro e poi hanno continuato ad andare e scoprire nuovi mondi e nuove storie.

9. Rent9Oltre ad andare fortissimo a Broadway per oltre 12 anni, la musica rock di Jonathan Larson ha definito un’intera generazione di appassionati e ha creato un nuovo genere teatrale che ha ancora una grande importanza oggi. Anche se molti definiscono Rent un prodotto del suo tempo – l’epidemia di HIV / AIDS era al suo apice durante il tempo della sua creazione, e la cultura bohemienne di Alphabet City apparentemente non esiste più – il messaggio centrale del musical rimane attuale: c’è creatività, amicizia e accettazione, il tutto trasportato attraverso la cultura musicale, che in oltre un decennio ha subito modifiche e oltre 5000 esibizioni, dal 1996 al 2008.

10. Wicked10Stephen Schwartz ha creato qualcosa di diverso dal solito con il suo musical adatto a grandi e piccini, basato sul romanzo omonimo di Gregory Maguire del 1995. Il casting originale, tra l’altro, fu una scelta quanto mai azzeccata che vide tra i suoi protagonisti la frizzante e piccolina Kristin Chenoweth nei panni della bionda e “popolare” Glinda, Idina Menzel nel ruolo della eroica (e verde) Elphaba e Norbert Leo Butz in quelli dell’interesse amoroso di Elphaba, Fiyero: tutto ciò creò puro successo. Molti attori si sono susseguiti da allora e Wicked, che ha aperto a Broadway nel 2003, conta già quasi cinquemila performances e ancora non è vicino alla fine.

– Lidia Marino – 

Rispondi