Giovani promesse: Jenna Ortega

Ormai sapete dove, perlopiù, nascono e cominciano a maturare le giovani promesse: attraverso film horror o tra le braccia della Disney. Nonostante la sua apparizione nel secondo capitolo di Insidious (Oltre i confini del male), Jenna è nota per la sua partecipazione alla seconda categoria, e in particolare per due prodotti realizzati a partire dal 2016. E prima?

A parte alcune sue brevi comparse in televisione, Jenna ha visto per la prima volta il grande schermo grazie a Iron Man 3; ha ottenuto una parte in Rake e ha interpretato la giovane protagonista di Jane the Virgin per molti episodi, ma è con Harley in mezzo (Stuck in the middle) che la Disney scelse di lanciarla ufficialmente: Jenna è proprio Harley Diaz, la figlia di mezzo di una famiglia composta da sette fratelli. L’attrice si dimostra in grado di reggere il suo ruolo da protagonista per tre stagioni, nonostante la giovane età – al tempo aveva solo quattordici anni – e subito la grande major americana decise di darle una seconda occasione, questa volta però con il doppiaggio. Fu così che Jenna Ortega divenne la Principessa Isabel, sorella minore della più nota Elena di Avalor.

Le televisione continua ad attrarre Jenna, che tuttavia si allontanerà dalle sitcom per debuttare su Netflix con la seconda stagione di You, dove interpreta la saccente ragazzina con cui fa amicizia lo stalker Joe Goldberg. Forse il suo non è stato un personaggio molto amato, ma l’interpretazione è piaciuta tanto da destinarla al sequel – purtroppo deludente – de La Babysitter (Killer Queen) con la talentuosa Samara Weaving. Possiamo infine trovarla di nuovo su Netflix con una commedia appena uscita, Yes Day, al fianco di Jennifer Garner per la regia di Miguel Arteta. E in futuro? Si vocifera che sarà nel quinto capitolo di Scream – tanto per restare in tema horror.

  • Sara Carucci –

 

Rispondi