Giovani promesse: Charlie Heaton

Questa volta vi presentiamo un attore “un po’ più grande” di McKenzie Grace: pensate che lui ha già un figlio di sei anni! Sto parlando di Charlie Heaton, il Jonathan Byers di Stranger Things; all’epoca era appena diventato padre, eppure ciò non gli impedì di passare come un sedicenne preoccupato per la sorta del fratellino appena scomparso. Proprio sul set di Strange Things ha incontrato la sua corrente compagna, Natalia Dyer.

Per quale motivo, allora, stiamo dedicando un articolo tra le giovani promesse a un ragazzo di ventisette anni? Perché la sua carriera sta fiorendo adesso, sebbene abbia avuto inizio molto tempo prima come batterista. Stranger Things lo ha portato alla ribalta, dandogli l’occasione di farsi conoscere con ruoli che solo all’apparenza sembrano di poco conto.

Sto parlando innanzitutto di Shut in, thriller psicologico con Naomi Watts. Il film è ambientato esclusivamente nella villa isolata in cui la vedova Mary vive con il figliastro Stephen, rimasto in stato vegetativo dopo l’incidente che ha portato alla morte di suo padre. Per comprendere meglio il suo ruolo, suggerisco di dare una possibilità alla pellicola di Farren Blackburn, in cui recita anche un attore che troverà presto posto in questa rubrica.

Proseguiamo con un altro horror, lo spagnolo Marrowbone. Charlie interpreta Billy, uno dei quattro fratelli giunti in America per fuggire dal padre. I Marrowbone vivono isolati, temendo che il violento genitore possa rintracciarli e far loro del male, anche se ciò significa fare i conti con i fantasmi che infestano la villa. Qui troviamo la già citata Anya Taylor-Joy, come anche nel successivo The New Mutants, dove Charlie è il mutante Cannonball.

Interessante, tuttavia, è la produzione BBC della miniserie in due puntate The Elephant Man. Purtroppo non si sa più niente del suo destino, ma nel 2018 fu annunciato Charlie Heaton come interprete di Joseph Merrick, che nella versione lynchana del 1980 fu magistralmente portato al cinema da John Hurt. La scelta di Charlie ha fatto storcere il naso ad alcuni attivisti, che avrebbero voluto che questa opportunità fosse data ora a un attore con disabilità; non è certo, però, se sia stato questo il motivo per cui la produzione potrebbe essere stata sospesa.

Appuntamento fra due settimane con un’attrice particolare e ancora poco conosciuta, che ha spaziato dalle commedie romantiche a un dramma televisivo ispirato a una storia tristemente vera.

– Sara Carucci –

Rispondi