Frutta di stagione: Marzo

Siamo a Marzo. Qual è la frutta di stagione? E come possiamo utilizzarla in modi alternativi? Questo mese ci presenta ben tre frutti: arance, kiwi e mandarini. Andiamo a vedere qualche ricetta.

RISOTTO ALL’ARANCIA

Ingredienti: 350 gr di Riso carnaroli, 1 cipolla, 50 gr di burro, 1 arancia, 30 gr di parmigiano reggiano grattugiato, 1 lt di brodo vegetale, erba cipollina, vino bianco, sale e pepe.

Laviamo la buccia e sbucciamola, tenendo la buccia. Togliamo la parte bianca e facciamola a striscioline da mettere poi a bollire in un tegame con un paio di dita d’acqua. Tritiamo finemente la cipolla e facciamola soffriggere nel burro, prima di aggiungerci il riso. Facciamo tostare per qualche minuto e sfumiamo col vino bianco. Dopodiché aggiungiamo il succo dell’arancia. Sempre mescolando, portiamo a termine la cottura del riso, aggiungendo il brodo ogni volta che servirà. Qualche minuto prima della fine della cottura, aggiungiamo la buccia d’arancia sbollentata e scolata. Regoliamo di sale e pepe e aggiungiamo una spolverata di erba cipollina tritata. Una noce di burro per mantecare, il parmigiano grattugiato e lasciamo restringere prima di servire con un’altra spolverata di parmigiano.

KIWI AL MIELE E RICOTTA

Ingredienti: 2 kiwi, 2 cucchiaini di miele, 2 foglie di menta, 100 gr di ricotta, cannella

Una ricetta semplice, gustosa e (comprando la ricotta light) anche leggera) Semplicemente, prendiamo una ciotola e mescoliamoci la ricotta ed il miele. Mettiamo il composto su un piatto e posizioniamoci sopra il kiwi a fette. Una spolverata di cannella in polvere, due foglioline di menta ed il gioco è fatto.

DENTICE AL MANDARINO

Ingredienti: 1 dentice già pulito, 4 mandarini, 2 tuorli, panna da cucina, timo fresco, noce moscata, sale e pepe bianco.

Laviamo il pesce e cuociamolo a vapore insieme ad un rametto di timo. Saliamo e pepiamo e cuociamo per 20/25 minuti circa, unendo gli spicchi di due mandarini verso la fine della cottura. Intanto, sbattiamo i tuorli con sale, aggiungiamo il succo degli altri due mandarini e quattro cucchiai colpi di panna, oltre ad una grattata di noce moscata. Cuociamo la salsa a bagnomaria, mescolando in continuazione e senza portarla a bollore, finché non si sarà addensata. Togliamo dal fuoco ed aggiungiamo qualche fogliolina di timo. Serviamo il pesce su un piatto da portata insieme alla salsa (magari in una salsiera a parte). Volendo, potete aggiungere patate e zucchine cotte a vapore per completare la guarnizione.

– Giorgio Correnti –

Rispondi