Film sotto l’albero: animazione

Bentornati a questa seconda edizione di “Film sotto l’albero”! Lo scorso anno è stata un po’ fiacca, ma stavolta abbiamo cercato di raccogliere più pellicole possibili e di suddividerle per categorie, a seconda di ciò che vogliate guardare durante questo dicembre. Partiamo subito con un genere molto amato, il film d’animazione!

1) Nightmare Before Christmas

Quando si vede, a Natale o a Halloween? La risposta è: both. Nightmare Before Christmas ha quasi trent’anni, ma è invecchiato benissimo e non si può fare a meno di riguardarlo facendo l’albero e canticchiando “Cos’è?”. La storia dovrebbe essere ormai nota ai più, per cui mi limiterò a elencare qualche curiosità: contrariamente a quanto si crede, il regista non è Tim Burton (che ne creò il soggetto), bensì Henry Selick; esistono un prequel e un sequel, entrambi videoludici; alcuni indizi disseminati nei film suggeriscono che la storia sia collegata a La sposa cadavere e Frankenweenie del 2012.

2) Topolino & Friends

Non può mancare la Disney, e ancor di meno può mancare Topolino, qui presente con ben tre pellicole: Topolino e la magia del Natale (1999), altro prodotto invecchiato benissimo, è una raccolta di tre corti con protagonisti Paperino e i nipotini, Pippo e Max e infine Topolino e Minnie, raccontati attraverso Natali di una sorta di Alternative Universe rispetto ai fumetti; Topolino: Strepitoso Natale! (2004), meno famoso e meno riuscito, contiene invece cinque corti e ripropone i medesimi protagonisti; infine, Il Canto di Natale di Topolino (1983) è una vera e propria chicca, ennesimo adattamento del classico di Charles Dickens e forse il meglio riuscito, e serve davvero dire chi interpreta Scrooge?

3) Frozen

Non più a tema natalizio, a eccezione del corto Le avventure di Olaf, ma sempre “invernale”: Frozen è il film da gustare con una buona cioccolata davanti al camino, rabbrividendo di piacere di fronte ai paesaggi innevati e ghiacciati. Anche in questo caso, credo sia inutile raccontare la trama, per cui mi limito a suggerirvi anche il sequel, Il segreto di Arendelle, ambientato tre anni dopo l’incoronazione di Elsa e che, sinceramente, reputo tre volte migliore del precedente. Se come me non ne avete mai abbastanza, vi consiglio anche il corto Frozen Fever.

4) La Regina delle Nevi

Inserire Frozen e non citare un capolavoro del 1957 mi sembra sacrilego. La Regina delle Nevi è un adattamento fedele dell’omonima fiaba di Andersen, prodotto dall’Unione Sovietica e vincitore nella categoria animazione alla Mostra del cinema di Venezia. Ebbe un tale successo che il regista Hayao Miyazaki decise di seguire la strada dell’animazione proprio dopo la visione di questo film, e sappiamo quanti capolavori sono poi scaturiti dalle sue mani. Un consiglio: recuperatelo.

5) Le 5 leggende

Concludiamo questo primo elenco con un notevole prodotto della DreamWorks. Pur non essendo propriamente natalizio, tra i personaggi principali figura Babbo Natale e questo già basterebbe a farlo rientrare nella categoria, ma sono l’ambientazione e la storia a renderlo un film godibile nel periodo della festa più amata. Oltre a Babbo Natale ci sono il Coniglietto pasquale, la Fatina dei Denti, Sandman e il nuovo arrivato, lo scapestrato Jack Frost, che deve aiutarli a sconfiggere Pitch, l’Uomo Nero temutissimo dai bambini. Un film da vedere in famiglia, accoccolati tutti insieme sul divano.

Come dite? Manca il film d’animazione di Natale? Oh, ma lo troverete… in una classica molto speciale.

– Sara Carucci –

Rispondi