Film dedicati al mondo della cucina

Quando si uniscono due passioni spesso il risultato può essere ben apprezzato o comunque gradito e questi  film dedicati al mondo della cucina, di certo hanno tentato di creare un bel connubio tra la gastronomia e l’arte cinematografica! Inizierei dal primo film che mi viene in mente quando penso alla golosità: Chocolat. Una delle pellicole in assoluto più “tentatrici” mai vista, che riesce a far venire l’acquolina in bocca veramente a chiunque. Io tutt’ora, nonostante l’abbia visto più volte, ho sempre bisogno di prepararmi con dei dolci in mano, prima di decidere di rivederlo! Inoltre, c’è anche un Johnny Depp molto appetitoso, giusto per dire…

Ma il cibo è delle volte anche un buon mezzo per descrivere situazioni particolari, come l’amore o il risentimento e senza dubbio la passione, che sia per un lavoro o per una persona, dipende dalla pellicola. In Julie & Julia vediamo Julia Child, e anni dopo la blogger Julie Powell, farsi avanti nel mondo del lavoro, dimostrando quanto la dedizione possa essere importante per realizzare i propri sogni. In Per Incanto o Per Delizia, la cucina diventa l’arma di Isabella per vendicarsi del marito, che l’ha tradita, e con questa riesce a raggiungere soddisfazione e importanza. Un classico da non perdere è La Grande Abbuffata, con Marcello Mastroianni e Ugo Tognazzi, che non potete non aver visto e che sicuramente ci fa concordare sul fatto che, se proprio dovessimo scegliere, quello di mangiare fino a scoppiare potrebbe essere un bel modo per lasciarsi andare alla morte.

Finisco la carrellata, con due titoli d’animazione che vi consiglio assolutamente: Ratatouille e Piovono Polpette!  Nel primo, oltre ad ottime ricette, si dà la classica attenzione Disney al valore dei sogni e al coraggio delle proprio azioni, mentre nel secondo si ride a crepapelle quando l’inventore Flint Lockwood, per sbaglio, inizia a far piovere dal cielo leccornie varie, che certo vi faranno immaginare la vostra reazione in un contesto del genere! Quali sono i vostri preferiti?

– Lidia Marino – 

Rispondi