…e sanno anche cantare – 5 presentatori dalla bella voce

Il mondo dello spettacolo nostrano è pieno di grandi talenti. Anche la nostra musica è piena di grandi talenti. Ma ci sono qui talenti che rimangono nascosti, talenti che vengono messi da parte per un lavoro forse più redditizio o soddisfacente come quello di presentatore o attore. Ecco a voi, quindi, una piccola carrellata di presentatori dalla bella voce, capaci, quando richiesto, di cantare, spesso anche meglio di molti cantanti professionisti che ci sono in giro.

LUCA LAURENTI

01Laurenti è un personaggio eclettico della tv nostrana. La sua particolarità è quella di avere una voce molto nasale quando parla, voce che diventa molto profonda quando invece canta. Diventa famoso in tv grazie al sodalizio con Paolo Bonolis nel 1991 e lo stesso Paolo ama ricordare il loro primo incontro: Luca si presenta ad un provino dove Bonolis è tra i selezionatori. Quando esordisce parlando, il presentatore pensa già che sarebbe stata una perdita di tempo, invece, quando inizia a cantare, rimane folgorato e lo porta con se prima nel programma Urka, poi in tantissimi suoi format, fino ad ora. Nonostante le doti canore, canta a Sanremo solo come ospite dello stesso Bonolis, portando Sogno d’oro, una canzona scritta da lui insieme a Sighieri. In più, i suoi singoli più famosi sono la Bucatini Disco Dance (canzone interpretata con Bonolis dove canta gli stornelli romani su varie basi di canzoni disco anni 70 e 80) e Ricordati che devi morire, anch’essa in versione dance, canzone con la quale è solito irrompere nel programma Avanti un altro!

SERENA AUTIERI

02La nostra Serena è nata televisivamente grazie alla soap opera Rai, Un Posto al Sole e ad aver affiancato il compianto Alberto Castagna durante la prima serie del programma Stranamore. La sua passione per il teatro ed la recitazione è indiscutibile, infatti partecipa a tantissimi spettacoli teatrali, tra i quali anche molti musical come, tra i tanti, Bulli & Pupe. Per molto tempo, però, il suo talento canoro è rimasto sopito per molto tempo, nonostante abbia partecipato a vari eventi importanti, come al concerto in onore di papa Wojtyla (dove canta la sigla) o alla grande cerimonia del Columbus Day a New York dove ha rappresentato l’Italia o anche al Concerto di Natale di Palermo dove ha eseguito una splendida performance cantando Over the Rainbow. Ma poi, nel 2013, è arrivata la consacrazione anche come cantante grazie al film Disney Frozen – Il regno di ghiaccio, dove ha doppiato il personaggio di Elsa, cantandone anche tutti i pezzi, tra i quali la famosissima All’alba sorgerò.

FIORELLO

03Diciamo che Fiorello (all’anagrafe Rosario Tindaro Fiorello) non è sconosciuto ai più come cantante. Il conduttore e comico siciliano non si è mai risparmiato nel cantare durante i suoi programmi, mostrando una dote canora sempre migliore e sempre più eclettica. Durante il suo programma di successo Stasera pago io e il successivo Il più grande spettacolo dopo il Weekend, si è sempre prodigato in performance di vario genere, cantando pezzi rock e pop e duettando con alcuni dei più famosi ed importanti esponenti della musica italiana e mondiale. Ma non solo questo: durante gli anni 90, il suo codino e la sua voce sono diventati il simbolo della musica grazie al programma Karaoke e grazie a svariati album e singoli tra i quali ricordiamo Puoi e Si o no. E poi Sanremo, nel 1995, è stata la sua massima aspirazione come cantante: quell’anno partecipa con il brano Finalmente Tu, pezzo scritto da Max Pezzali e che, tutt’ora, è un evergreen della musica italiana. Quell’anno arrivò solo quinto, ma ricordiamo che, davanti a lui, si piazzarono pezzi come Con te partirò di Bocelli, Gente come noi di Spagna, In amore di duo Morandi/Cola e, al primo posto, Come saprei di Giorgia, tutti pezzi molto conosciuti tutt’ora e molto amati. Quindi, un quinto posto rispettabilissimo.

IVA ZANICCHI

04Se parliamo di Iva (che non è l’Imposta sul Valore Aggiunto), ricordiamo il suo periodo da europarlamentare o gridiamo tutti insieme “Cento! Cento! Cento” ricordandola in Ok, Il prezzo è giusto! Ma Iva Zanicchi non è nata come presentatrice, ma come una dei mezzosoprani più amati in Italia. La sua carriera vanta più di 20 album, dal 1965 al 2013 e singoli famosi come Zingara, Mentirà o Dio come ti amo, portandola anche all’estero dove rimane una delle voci italiane più amate. Per darvi un’idea, sappiate che Iva ha ben quattro primati di tutto rispetto: è la donna che ha vinto più edizioni del Festival di Sanremo, aggiudicandoselo ben tre volte (1967 con Non pensare a me, 1969  con Zingara e 1974 con Ciao cara come stai?), è la prima cantante italiana ad aver tenuto un concerto al Madison Square Garden di New York nel 1973 e ad aver girato l’Unione Sovietica in tour nel 1981 ed è l’unica cantante italiana ad aver superato il milione di copie vendute in Argentina con l’album Nostaglias sempre nel 1981. Insomma, una carriera canora di tutto rispetto!

PAOLA CORTELLESI

05L’attrice e conduttrice comica italiana, è forse uno dei rimpianti per la musica nostrana più grandi. Nonostante la sua carriera sia piena di soddisfazioni (coronata anche con un David di Donatello per la miglire attrice protagonista per Nessuno mi può giudicare nel 2011), con un’ampia filmografia e con alcune delle sue imitazioni e dei suoi personaggi ancora ricordati da tutti, non ha mai sfondato nel mondo della musica, nonostante avesse tutte le carte in regola. L’unica canzone a lei accreditata è Non mi chiedermi, pezzo comico col quale scimmiotta le varie girl band come le All Saints o le Spice Girl. In più, famosi svariate sue collaborazioni come Pugni in Tasca con Frankie HI-NRG MC o Battibecco con Claudio Baglioni. In più, piccola nota a margine, partecipa ad un programma con Laura Pausini, dimostrando, a mio avviso, di saper cantare meglio di lei.

– Giorgio Correnti –

Rispondi