Dolci natalizi nel mondo

Se vi siete stufati di proporre i soliti panettoni, pandori e torroncini, quest’anno potreste attingere dalla cultura estera e proporre sulla vostra tavola alcuni dei più tradizionali dolci natalizi nel mondo. Ecco, dunque, una piccola lista di idee che potrebbero rivoluzionare le vostre feste. Iniziamo con la Francia, che a Natale finisce il proprio pasto con la Galette de Rois (Torta dei Re), una pasta sfoglia ripiena di crema alla mandorla: al suo interno viene nascosta una statuetta del presepe e chi la troverà sarà incoronato “Re della festa!”. Come prepararla? 

Ingredienti per 8 persone:
2 rotoli di pasta sfoglia; 80 gr di burro; 150 gr di zucchero;140 gr di mandorle; 2 cucchiai di cointreau e 3 uova.

Preriscaldate il forno a 200°. Nel frattempo preparate la crema, montando il burro con lo zucchero, aggiungete le mandorle tritate a polvere e il liquore e infine unite le uova, continuando a montare. Ricavate due cerchi dello stesso diametro dalla pasta sfoglia e stendete il primo sulla carta da forno, Stendete la crema frangipane, avendo cura di lasciare un po’ di bordo libero. Livellate la crema e poi coprite con il secondo disco, facendo combaciare i due cerchi, premendo i bordi con le dita e arrotolando per formare un cordoncino tutto intorno. Disegnate con la punta del coltello un fiore, fate un buco al centro e poi spennellate la superficie con l’uovo battuto e infornate per 10 minuti a
200°, terminando la cottura a 160° per altri 30 minuti.

Passiamo alla Spagna, con il Turrón: no, non si tratta del nostro torrone, ma di qualcosa più simile a delle grosse tavolette di cioccolato di ogni gusto, ripieno, colore e sapore. Tra i più famosi troviamo il torrone di Jijona, tipico della città di Jijona appunto, composto da mandorle tritate e miele, il torrone di Alicante, tipico della medesima provincia, composto da mandorle intere leggermente tostate e miele e il turrón de yemas, un torrone a base di mandorle tritate, tuorli d’uovo e zucchero. Vi propongo la ricetta dell’ultimo: 

Ingredienti:
300 g Mandorle; 300 g Zucchero a velo; 6 tuorli; 10 g Scorza di limone; 1 cucchiaino di cannella in polvere.

Prendete le mandorle e tritatele, poi mescolatele con i 6 tuorli d’uovo. Preparate uno sciroppo, miscelando in una casseruola lo zucchero a velo, la cannella e la scorza di limone, fate cuocere a fuoco lento fino a quando inizia a cambiare colore. Aggiungete poi la pasta di mandorle e cuocete, mescolando continuamente. Quando il composto si  sarà addensato e si staccherà bene dalle pareti, versate il tutto in un contenitore rettangolare e lasciate raffreddare. Il turron de Yema si potrà estrarre dallo stampo solo dopo un paio di giorni.

Arriviamo in Germania con il Christstollen, detto anche solo Stollen, un tipico dolce natalizio tedesco originario dell’area di Dresda. È una pasta lievitata che viene realizzata con diverse variazioni, in tutta la Germania: ricca di burro, frutta secca come mandorle, uva passa, uvetta di Corinto, cedro e arancio candito, è spesso ricoperta di zucchero a velo.

Ingredienti:
400 gr di farina 00; 40 gr di lievito di birra; 100 gr di zucchero; 260 ml di latte; 250 gr di burro; scorza di ½ limone; 2 uova; 2 tuorli; 50 gr di mandorle spellate; un pizzico di sale; 50 gr di uvetta; 60 gr di canditi di agrumi a pezzetti; cannella q.b.; zucchero a velo q.b.; 1 bicchierino di rum.

In una ciotola unite la farina, il lievito di birra, lo zucchero e ¼ del latte, amalgamate il tutto e lasciate lievitare in luogo caldo per 30 minuti. Trascorso il tempo della prima lievitazione, unite all’impasto il burro a pezzettini, le uova, la scorza del limone grattugiata e tutti gli altri ingredienti ad esclusione del latte e dell’uvetta. Unite all’impasto base il restante latte a filo, fino a quando non avrete ottenuto un panetto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare in luogo caldo per 15 minuti e poi unite l’uvetta. A questo punto create con l’impasto dello stollen il classico rotolo leggermente schiacciato e fatelo riposare per altri 15 minuti. Disponete lo stollen in una placca coperta da carta forno imburrata e fatelo cuocere a 170°C per 1 ora. Una volta cotto, spennellate lo stollen con abbondante burro fuso e ricopritelo di zucchero a velo.

Passiamo all’Inghilterra con il tradizionalissimo Christmas Pudding: dalla forma rotonda a base di uova, mandorle, frutta candita, rum e spezie. Viene servito flambè ed è decorato a tema con un agrifoglio.

Ingredienti:

 

150 g di farina; 200 g di grasso di rognone; 200 g di mollica rafferma; 500 g di uva passa; 150 g di buccia d’arancia – di limone – di cedro – candite; 200 g di frutta secca tritata; 100 g di mandorle tritate; 150 g di zucchero bruno; 5 uova; ½ bicchiere di birra; 2 dl di rum o cognac; 1 cucchiaino di sale; 1 cucchiaiata di melassa; 1 cucchiaino di zenzero in polvere;
un pizzico di noce moscata.

Passate al tritatutto il grasso di rognone e la mollica di pane. Tritate infine insieme alle bucce candite e versate in una terracotta l’impasto, incorporando la farina, le mandorle, le spezie, il sale, lo zucchero. Amalgamate ben bene con la birra, la melassa e il liquore, lasciando macerare il tutto per una settimana. Ogni giorno la pasta verrà rimescolata e richiusa con un coperchio. In capo a questa prima fase al composto aromatizzato e ben macerato si uniscono le uova. Quindi, spalmata di burro la tortiera di porcellana a bordi alti, ci si versa il pudding e lo si ricopre con un foglio di carta. Tortiera e dolce, saranno avvolti e chiusi in un telo. Si procede allora alla fase finale, la cottura dell’involto a bagnomaria, nell’acqua appena a bollore, per 4-5 ore. Immediatamente prima di servirlo, viene spolverizzato di zucchero bruno e innaffiato di rum o cognac caldi, per poterlo infiammare in tavola.

Buon appetito!

– Lidia Marino – 

Rispondi