Dieci film ispirati a grandi pittori

Ben trovato, lettore. Oggi sono qui per parlarti di arte; per essere più precisa, per parlarti di alcuni film ispirati a grandi pittori, alla loro vita e alle loro preziose tele. Desidero cercare, insieme a te naturalmente, di stilare una piccola classifica sulle dieci pellicole che un amante del genere non può proprio perdere! Pronto? Bene allaccia le cinture, il nostro viaggio nel magico mondo delle tele e dei pennelli ha inizio!

Partiamo subito con:

1. I colori dell’anima

Il film, rilasciato nel 2004, racconta la storia di Modì, o meglio del celebre Amedeo Modigliani. Nel film il regista Mick Davis racconta la vita del pittore, interpretato da Andy García. Modigliani è distrutto dai suoi stessi eccessi: alcool, droghe, donne, in particolare una donna: Jeanne Hébuterne sua moglie, la sua musa ispiratrice. Genio e follia sono irrimediabilmente mescolati insieme, ed è una follia che indispettisce il ben più celebre Picasso. Una pellicola imperdibile che narra la vita del pittore toscano.

2. Frida

Frida, film del 2002 diretto da Julie Taymor, è l’adattamento cinematografico del libro “Frida: A Biography of Frida Kahlo” scritto da Hayden Herrera. La pellicola racconta la difficile e dolorosa vita della pittrice messicana Frida Kahlo, interpretata da Salma Hayek. La regista prende in esame la figura dell’artista fin dagli anni in cui era solo una giovane studentessa e un tragico incidente la condanna ad una vita di disturbi fisici. La donna si sottopone a ben 32 interventi durante la sua vita ma questo non la demoralizza. Frida è una donna forte, combattiva, che trova nella pittura il proprio riscatto. La pittura diventa la sua ragione di vita, tanto da condurla tra le braccia del pittore Diego Rivera, interpretato da Alfred Molina.

3. Big eyes

La pellicola del 2014, diretta dal Tim Burton, racconta la storia di Margaret Keane, interpretata da Amy Adams, pittrice degli anni cinquanta e sessanta, e di suo marito Walter Keane, interpretato da Christoph Waltz, ritenuto per anni il vero autore delle opere di Margaret, opere che diedero vita ad una vera e propria rivoluzione dell’arte americana. Il film racconta lo scandalo che ha segnato la storia dei quadri della pittrice: Margaret era solita firmare le proprie tele con il nome acquisito da Walter, Keane. L’uomo, da subito affascinato dal talento della donna, se ne prende il merito. Questo fino a quando Margaret non si ribella.

4. La ragazza con l’orecchino di perla

La famosa pellicola del 2003, tratta dall’omonimo romanzo di Tracy Chevalier, racconta la storia della giovane Griet, interpretata da Scarlett Johansson, e del celebre pittore olandese Johannes Vermeer, interpretato da Colin Firth. Il regista Peter Webber racconta, romanzando, la storia della creazione del celebre quadro dal titolo “Ragazza con turbante”, oggi noto soprattutto con il nome “La ragazza con l’orecchino di perla”. Johannes farà di Griet la propria musa, dando vita ad una ritratto che rimarrà un’icona della pittura fiamminga.

5. L’ultimo inquisitore

La pellicola diretta dal regista Miloš Forman, rilasciata nel 2006, racconta, avvalendosi della scenario della Spagna del 1792, la storia di Francisco Goya, interpretato da Stellan Skarsgård. L’artista oltre ad accettare le commissioni della famiglia reale, dipinge anche per Lorenzo Casamares e Inés Bilbatúa, interpretata da Natalie Portman, una giovane e bella ragazza che per l’artista rappresenta una sorta di musa ispiratrice. Questo fino a quando la giovane verrà ingiustamente accusata di giudaismo ed imprigionata dalla Santa Inquisizione. Un film che racconta l’indipendenza artistica di Goya e che ritrae le barbarie dell’Inquisizione. Un capolavoro imperdibile!

6. Basquiat

Il film del 1996 racconta la  vita del giovane Jean-Michel Basquiat, interpretato da Jeffrey Wright, morto per overdose di eroina nel 1988. La pellicola mette in scena il rapporto tra il consumo di droghe dell’artista e la propria arte. L’artista dai graffiti passa alla tele segnando l’inizio del proprio successo: un successo tuttavia che non riesce a fargli cambiare vita.

7. Klimt

La pellicola del 2006, diretta dal regista Raúl Ruiz, mostra il momento della morte del celebre: Gustav Klimt, disteso sul letto di un ospedale. Da qui, attraverso dei flashback, il regista racconta la vita del pittore, interpretato da John Malkovich. L’arte del pittore destò scandalo per il carattere erotico delle sue tele, tanto da essere bandito dall’Accademia delle Belle Arti, dando vita così alla famosa Secessione Viennese. Una pellicola che racconta l’estro dell’artista e il rapporto con gli altri colleghi, fino al momento della sua morte assistito da un’infermiera e dall’amico e pittore Egon Schiele.

8. Turner

La pellicola, rilasciata nel 2014, racconta la storia dell’artista Joseph Mallord William Turner, interpretato da Timothy Spall. La pellicola ripercorre gli ultimi 25 anni del pittore paesaggista: dal rapporto quasi inesistente con le figlie avute da alcune avventure, la morte di suo padre, il rapporto con l’aristocrazia e il celebre momento in cui chiede di essere legato all’albero maestro di una nave per poter dipingere una bufera di neve: la stessa bufera che sarebbe poi diventata il soggetto del suo dipinto più famoso.

9. Little Ashes

È un film rilasciato nel 2008 e diretto da Paul Morrison. La pellicola è ambientata nella  Spagna franchista e racconta la storia di tre giovanissimi artisti: il regista Luis Buñuel, interpretato da Matthew McNulty, il pittore spagnolo Salvador Dalí, interpretato da Robert Pattinson, e il poeta Federico García Lorca, interpretato da Javier Beltrán. Il regista racconta gli anni dell’università fino alla fama dei celebri artisti, dando vita anche ad un intima amicizia tra Dalí e García Lorca.

10. Surviving Picasso

La pellicola, rilasciata nel 1996, racconta la vita del celebre Pablo Picasso, interpretato da Anthony Hopkins, e diretta da James Ivory. Il regista racconta la vita dell’artista da un punto di vista insolito ovvero quello dell’amante del pittore Françoise Gilot, interpretata dall’attrice Natascha McElhone. Il film è tratto dal libro “Picasso: creator and destroyer” di Arianna Huffington ma il regista si è avvalso anche di alcuni capitoli del libro “Vivre avec Picasso” di Françoise Gilot.

Allora, lettore, conoscevi già questi film? Ci sarebbero ancora tanti titoli da proporti, ma per ora è meglio fermarsi qui! Spero di averti fatto cosa gradita e di averti incuriosito, tanto da spingerti a guardare una di queste pellicole; nel frattempo  non mi resta che ringraziarti e augurarti una buona visione!

– Giuseppina Serafina Marzocca – 

 

Rispondi