Curiosità sul mondo dei libri

Buon pomeriggio, miei amati lettori. Essendo voi su questo sito, ho voluto dare per scontata la vostra passione per le pagine stampate e il loro odore inconfondibile ed ecco perché ho deciso di scrivere un articolo che tratti alcune curiosità sul mondo dei libri. Variamo un po’ in questa lista interessante e uniamoci nella nostra comune passione.

Il libro più grande del mondo.

Secondo il Guinness World Records, il libro più grande del mondo pesa oltre una tonnellata e misura cinque metri x otto!  Presentato da Mshahed International Group a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, il 27 febbraio 2012, questo enorme tomo si intitola This the Prophet Mohamed ed è una raccolta di storie che mettono in evidenza le conquiste di una vita del profeta dell’Islam. Oltre 50 persone hanno preso parte alla costruzione del testo.

Il titolo del libro più lungo di sempre

Scritto da Vityala Yethindra e pubblicato il 20 marzo 2019, questo romanzo ha un titolo composto da oltre 3.700 parole e all’interno della storia sono presenti  ben 26.000 personaggi. È così lungo principalmente perché l’autore ha deciso di includere tutte le diverse specie menzionate nel libro, oltre a porre oltre 50 diverse domande a cui il libro fornisce risposte e includerle entrambe nel titolo.

Biblioteca più antica del mondo.

La biblioteca del Monastero di Santa Caterina, ai piedi del Monte Sinai, è la più antica attualmente in funzione al mondo e possiede la seconda più grande collezione di manoscritti e codici antichi, subito dopo la Città del Vaticano. Fondata nel 565 d.C., ospita diversi testi unici, tra cui il siriaco Sinaiticus e, fino al 1859, il Codex Sinaiticus, la più antica Bibbia completa conosciuta risalente al 345 d.C. circa.

Varsavia e i suoi libri

Varsavia è la città con il maggior numero di biblioteche pro capite, con ben 11,5 biblioteche ogni 100.000 cittadini. La capitale della Polonia è il paradiso per eccellenza per gli amanti dei libri. Seguono a ruota Seul e Bruxelles, con 11 e 10 biblioteche in media ogni 100.000 abitanti. La città che ha prestato più libri in media è stata Tokyo, con 111,9 milioni di prestiti in un solo anno.

Il romanzo più lungo mai scritto

Parliamo di À la recherche du temps perdu di Marcel Proust, pubblicato per la prima volta nel 1912. Ha una stima di 1.267.069 parole. Conosciuto anche come Remembrance of Things Past o In Search of Lost Time, il capolavoro di 13 volumi è stato pubblicato nella Francia del XX secolo. È lungo circa 4.215 pagine ed è composto da circa 9.609.000 caratteri inclusi gli spazi. Un lettore medio che legge a 300 parole al minuto dovrebbe impiegare almeno 70 ore per finire questo grande romanzo.

Tsundoku

La lingua giapponese ha una parola per indicare che i materiali di lettura si accumulano nella propria casa e non li leggono mai: tsundoku. Il termine è nato nell’era Meiji come slang giapponese ed è una combinazione di due parole: tsunde-oku (accumulare le cose pronte per dopo) e dokusho (leggere libri). C’è anche una parola inglese che può essere usata per descrivere l’amore per l’odore dei vecchi libri – bibliosma, e una per esprimere la paura di rimanere senza materiale da leggere – abibliofobia.

– Lidia Marino – 

Rispondi