Clipped: un mondo a portata di pettine

MV5BMjA4OTMwNjUzNl5BMl5BanBnXkFtZTgwMzIxNjU3NTE@._V1_SY317_CR6,0,214,317_AL_Cosa succederebbe se alcuni ex compagni di scuola si ritrovassero a lavorare nello stesso salone di bellezza? Nascerebbe Clipped: un mondo a portata di pettine diviso in dieci puntate della durata di venti minuti ciascuna – come vuole la sua essenza di sitcom.

Una sitcom che sarebbe passata inosservata, se non fosse per la presenza di Ashley Tisdale, star del disneyano High School Musical. L’estate è un periodo duro per le serie televisive, ma la Tisdale aveva già dimostrato lo scorso anno di saper tenere il pubblico americano incollato allo schermo: Young & Hungry, la sitcom con Emily Osment prodotta proprio da lei, ha avuto un tale successo da essere stata1 non solo rinnovata, ma spostata nel palinsesto primaverile. Se la Tisdale torna in estate, seppur come attrice, ci sono quindi diverse possibilità che anche Clipped si riveli un successo, nonostante il pilot un po’ piatto.

A prima vista, più che ben caratterizzati i personaggi sembrano stereotipati: la bella parrucchiera, la collega ebrea, il collega più anziano omosessuale, il capo invidioso e incapace di gestire il locale… e ovviamente l’affascinante – neanche troppo – coprotagonista che vorrebbe riprendere a giocare a basket come professionista. Tra gli attori principali figura anche Matt Cook (già apparso in alcuni episodi di Mom e 2 Broke Girls) e Lauren Lapkus (Orange is the new black e Jurassic World), che interpreta la segretaria di cui lui è innamorato.Nonostante alcuni difetti che fanno storcere il naso, varrebbe la pena di approfittare di questo periodo scarno di serie televisive per darle una possibilità, nella speranza che possa incontrare lo stesso successo di altre sitcom in cui compare il nome di Ashley Tisdale – chi ricorda Zack e Cody al Grand Hotel?

– Sara Carucci –

Rispondi