Cinema originali in giro per il mondo

Se siete amanti del grande schermo probabilmente non vi interessa molto la location, purché si veda bene e abbia un buon audio, giusto? Sì, questo è senz’altro vero, però obiettivamente – oltre al fattore comodità – anche un po’ di suggestione può fare tanto, quando state per essere rapiti da un bel film. Pensate al fascino del drive-in o dei cinema all’aperto, per esempio. Ebbene, di cinema originali in giro per il mondo ce ne sono davvero tanti, alcuni che a parer mio rischierebbero soltanto di creare difficoltà a concentrarsi sulla trama della pellicola scelta, altri, invece, decisamente interessanti, che vorrei provare subito. Nella prima categoria fanno parte tutti quei cinema che inseriscono letti, piscine, barche e quant’altro al posto delle poltrone: in teoria un’ottima idea, in pratica sareste veramente interessati a cosa state guardando, quando un idromassaggio è dedito a darvi sollievo ai dolori alla schiena? E quanto dovrebbe essere bello il film per impedirvi di addormentarvi su uno dei letti? Non so, io la vedo molto difficile. E non sto facendo esempi campati in aria: nel caso delle piscine, andate alla sala all’aperto Hot Tub di Londra, dove vasche contenenti sei persone vi faranno un bel massaggio in compagnia degli amici… o di sconosciuti. I letti e le barche erano entrambi in Francia, ma entrambi sono stati esperimenti: il primo all’Olimpia Music Hall, per promuovere una linea di materassi, il secondo alla piscina Edouard Pailleron, dove avevano trasmesso La vita di Pi, dando allo spettatore l’impressione di essere all’interno della pellicola, in questo caso (ok, forse questo mi sarebbe piaciuto).

Un esempio che invece non utilizza le poltrone, ma che non posso fare a meno di trovare carino è lo Sci-Fi Dine-In Theater, che simula i classici drive-in all’interno di macchine anni 50′, nei Disney Studios di Orlando; tra l’altro, ci si può anche cenare: non sono adorabili? L’Electric Cinema a Notting Hill, invece, offre ai suoi spettatori un clima da salotto, con tanto di poltroncine e lumini ai lati: lo trovo vintage e fantastico. Tra i più originali non potevo che mettere il The Archipelago Cinema, in Thailandia, dove i fortunati spettatori vedranno i film su una piattaforma galleggiante, immersi nella natura e con uno scenario davvero incredibile. Un altro che non sono, invece, sicura di apprezzare è il The Bijou Theater, a Bridgeport: qui ci sono le classiche poltroncine al centro, ma dei tavoli ai lati e mi viene da chiedermi se si mangi prima e poi ci si goda il film o si è costretti a mangiare quasi al buio e stando in silenzio, dando comunque fastidio alle persone sedute al centro… non so, non mi convince, a voi?

Se dovessi scegliere i miei preferiti, ad ogni modo, andrei quasi sicuramente a parlare di quelli all’aperto (come in Piazza Maggiore a Bologna o il Filmnächte Am Elbufer a Dresden), o quelli ricavati da vecchi teatri, che per me avranno sempre più fascino di tutti. Qualche esempio? Il Grand Rex a Parigi, che possiede la sala più grande d’Europa, in grado di contenere 2800 spettatori, il Castro Theatre a San Francisco, con una facciata barocca e un interno in stile coloniale spagnolo, il Winter Garden Theatre di Toronto, uno degli ultimi teatri in stile edoardiano perfettamente conservati e il Fox Theatre di Detroit, il primo cinema al mondo ad avere un impianto sonoro. Nelle foto che allego alla fine avrete modo di goderveli tutti, così potrete darmi la vostra opinione, ma prima di questo, voglio parlare di uno dei più originali (e trash) cinema del mondo: il The City Cinema in Israele, che non solo presenta sale con graffiti di scene famose alle pareti e poltroncine rivestite con immagini di personaggi dei film, ma all’esterno è completamente circondato da enormi dinosauri a grandezza naturale: delicato!

– Lidia Marino – 

Rispondi