Storia dell'arte a scuola: forse non tutto è perduto

Storia dell’arte a scuola: forse non tutto è perduto

Negli ultimi anni la storia dell’arte ha fatto molto parlare di sé : qualcuno ha proposto di eliminarla dai programmi scolastici perché obsoleta, secondo altri era noiosa, qualcuno ovviamente si è risentito, sostenendo che sarebbe stato un abominio eliminarla, essendo l’arte fonte inesauribile di conoscenza e cultura. A mio avviso, come avviene in tutte le dispute…

Le Muse dei Preraffaelliti: Jane Burden

Le Muse dei Preraffaelliti: Jane Burden

Ben trovato lettore. Sono qui per svelarti la seconda tappa del nostro viaggio tra le muse dei Preraffaelliti. Oggi scopriamo la vita della musa dai capelli corvini e dal fascino sensuale: la bella Jane Burden. Jane figlia di un semplice stalliere, nasce in una famiglia povera e indigente il 19 ottobre del 1839, ad Oxford.…

Tip-tap: un'arte che conquista ancora

Tip-tap: un’arte che conquista ancora

Considerato il successo di La la land al cinema non possiamo che reputare ancora il tip-tap come una delle pietre miliari del genere Musical sia teatrale che cinematografico. Parliamo ovviamente del genere di danza dove il ballerino utilizza le proprie scarpe (ovviamente specifiche) come strumento musicale a percussione. Per rendere il suono più marcato ed udibile…

Il dolore nell'arte

Il dolore nell’arte

Si dice che gli artisti sentano ogni sentimento amplificato dentro di loro. Ecco perché molte delle tematiche trattate nella musica, nei film e nelle composizioni in generale appartengono alla sfera delle emozioni. Oggi ho scelto come protagonista del mio articolo il dolore nell’arte, focalizzandomi più su un concetto psicologico, su un male che divora l’anima,…

Le Muse dei Preraffaelliti: Alexa Wilding

Le Muse dei Preraffaelliti: Alexa Wilding

Amanti dell’arte, ben ritrovati. Ricordate la Confraternita dei Preraffaelliti? Bene, rispolveriamo la memoria. La Confraternita è un’associazione di pittori nata ed esauritasi durante l’età vittoriana. I Preraffaelliti raggiungono l’apice grazie a John Ruskin che nel 1851, dopo una serie di feroci critiche da parte dello Household, del Times e di Charles Dickens, scrive due appassionate…