Canzoni famose che non hanno vinto Sanremo

1Domani, 9 febbraio 2016, inizia il Festival di Sanremo, un appuntamento fondamentale della musica italiana, che lo seguiate o meno. Come ogni competizione che si rispetti, non sempre le prime posizioni assicurano la vittoria nella più grande gara di sempre: il tempo. Per alcuni brani che hanno partecipato al Festival, però, quest’ultima battaglia è stata più che vinta, anche se non sono giunte alla gloria all’epoca. Ci sono tantissimi canzoni famose che non hanno vinto Sanremo, infatti, come del resto (e ne parlavo nell’articolo sugli attori senza Oscar) ci sono tantissimi bravi artisti, ottimi film e altro ancora che non hanno avuto i riconoscimenti più importanti dalla critica, ma senz’altro dal pubblico. Alla fine, quando si tratta di creare qualcosa che durerà per sempre, suppongo che sia l’immortalità il premio migliore che si possa ottenere.

Ma facciamo qualche esempio, giusto perché possiate rendervene conto voi stessi! Tutti ricorderanno Con te partirò di Bocelli, che ha raggiunto la prima posizione in classifica in Francia, Belgio ed in Germania, ma in Italia non arrivò al podio, conquistando una quarta posizione in classifica. E Vita spericolata di Vasco Rossi? Io personalmente non lo amo moltissimo, ma conosco questa canzone a memoria, perché famosissima, eppure arrivò in fondo alla classifica, probabilmente anche a causa dei litigi del cantante con il regista. Abbiamo poi Gianna di Rino Gaetano, al quale è stata quasi imposta la scelta della canzone per il Festival: l’artista la giudicava troppo commerciale e direi che aveva ragione, dato che effettivamente è ancora su tutte le radio, ma non andò oltre il terzo posto. E poi abbiamo i capolavori, quelli che ti chiedi come possano non aver stregato il pubblico e la giuria: Piazza Grande, di Lucio Dalla, arrivata ottava, Almeno tu nell’universo di Mia Martini, arrivata nona, e Un’avventura di Lucio Battisti, arrivata al nono posto (per dire, quell’anno vinse Zingara di Iva Zanicchi…).

Potrei nominarne ancora tantissime (Quando, Quando, Quando di Tony Renis, Quello che le donne non dicono di Fiorella Mannoia, Il ragazzo della via Gluck di Adriano Celentano, L’italiano di Toto Cotugno, Vacanze romane dei Matia Bazar, …E dimmi che non vuoi morire di Patty Pravo, Felicità di Albano e Romina…), ma credo di aver reso abbastanza chiaro il mio punto iniziale. Ad ogni modo, quest’anno sarà una sfida particolare, perché trovo che gli artisti scelti siano abbastanza diversi l’uno dall’altra, ma ammetto di non conoscerne qualcuno, quindi mi lascio il beneficio del dubbio. Personalmente spero solo che la canzone della Pravo diventi intramontabile, che arrivi o no al podio. E voi, siete pronti?

– Lidia Marino – 

 

 

 

Rispondi