Bambini prodigio – I Goonies

Tutti hanno amato guardare Stranger Things e si sono immaginati un glorioso futuro per i giovani attori di questa serie. Ma veramente va così bene a tutti? Veramente i piccoli attori spesso si ritrovano lanciati in carriere fulgide e glorificanti? La risposta è semplice, quanto banale: dipende. Ad alcuni è andata bene, uscendo fuori dal guscio prima o dopo e diventando attori amati anche da adulti. Per altri, invece, la sorte è stata diversa, chi per scelta (alcuni si sono dati ad altre carriere in maniera naturale) e chi per insuccesso. Per questo, vogliamo iniziare a dare un’occhiata al passato, a quegli attori che una volta venivano chiamati “giovani prodigi” per vedere dove sono arrivati ora. E, per iniziare, abbiamo scelto un film cult che tutti noi abbiamo amato: I Goonies.

Sean Astin aka Mikey Walsh

Iniziamo con chi, in parte, ce l’ha fatta. Mikey Walsh era il ragazzino imbranato ed asmatico, protagonista del film e ricordato da tutti. L’attore che ha prestato il volto a questo personaggio è Sean Astin che, se vedete nella foto, vi ricorderà sicuramente qualcun’altro. E avete ragione: Astin è anche il volto di Samvise Gamgee, meglio ricordato come Sam, l’amico di Frodo che l’ha aiutato a portare l’Anello a Monte Fato. Oltre a Sam, Astin ha interpretato anche altri ruoli in altri film e serie tv, tra cui anche il succitato Stranger Things, nella seconda stagione, oltre a N.C.I.S. e altri film come Stay Cool o Cambia la tua vita con un click. Ma perché “in parte”? Purtroppo per il nostro Sean, mentre prima il suo volto era troppo legato a I Goonies, ora è rimasto troppo legato a Il Signore degli Anelli e questo legame è più difficile da sciogliere.

Josh Brolin aka Brandon Walsh

Ecco uno che è sulla cresta dell’onda proprio adesso. Josh Brolin, dopo aver interpretato il fratello maggiore di Mikey, tutto muscoli e niente cervello, ma che riesce a tirare fuori coraggio e cuore doro, ha lavorato parecchio ed in parecchi film e serie tv. Tra le più famose, Amori e Disastri, Melinda e Melinda di Woody Allen, L’uomo senza Ombra con Kevin Bacon, Grindhouse con Tarantino, Non è un paese per vecchi dei fratelli Coen, Milk di Gus Van Sant… una bella carrellata di film che si concludono con quelli più odierni che lo hanno portato ancora di più alla ribalta. Infatti, negli ultimi mesi, è uscito al cinema con due pellicole di successo: la prima è Avengers – Infinity War dove interpreta niente meno che Thanos, il Villain; la seconda è Deadpool 2 dove fa l’altro cattivo, ovvero Cable.

Jeff Cohen aka Lawrence “Chunk” Cohen

“Sento odore di gelato!” sussurrato con quella erre moscia e quella faccetta paffutella da briccone. La carriera di Jeff si è interamente svolta durante la sua giovinezza, interpretando il paffutello Chunk, ma partecipando anche ad altre serie tv come L’albero delle Mele. Nel 1991, all’età di 17 anni, Jeff abbandona la carriera da attore, ma decide di rimanere all’interno del mondo dello spettacolo sotto un altro ruolo: l’avvocato. Infatti, Jeff si è laureato in legge alla UCLA (Università of California, Los Angeles) e si è specializzato sul diritto dello spettacolo, quindi diritti di immagine, contrattuali, di diffamazione e chi più ne ha, più ne metta. In fondo, si sa: ad Hollywood piace avere un volto noto anche come cassiere, figuriamoci come avvocato.

Corey Feldman aka Clark “Mouth” Devereaux

Corey è uno di quelli che ci ha provato… ma non ce l’ha fatta appieno. Sia chiaro: questo non vuol dire che non abbia lavorato, anzi. Negli anni ’80, sull’onda de I Goonies, partecipò anche a Ragazzi perduti nel ruolo che ha ripreso anche nel 2008 e nel 2010 in due revival. Ha fatto parte di diversi video musicali, come quello di Liberian Girl di Michael Jackson (1989), Last Friday Night di Katy Perry (2011) e City of Angels dei 30 Seconds to Mars (2013). Ha creato varie pellicole insieme a Corey Haim per la serie The Two Coreys, mai conclusa a causa della morte prematura per overdose del collega. Insomma, ha recitato svariate volte, ma mai con grande successo come negli anni ’80.

Kerri Green aka Andy Carmichael

La giovane Andy che piaceva a Mikey, ma che si metteva con Brandon, è stata interpretata dalla bellezza “acqua&sapone” di Kerri Green. Forse troppo acqua e sapone o forse è solo stata sfortunata, ma Kerri non è mai riuscita a sfondare nella città degli angeli, se non lavorando in ruoli minori in serie tv di successo come ER – Medici in Prima Linea o Law & Order. La Green è anche Co-fondatrice di una casa di produzione cinematografica indipendente chiamata Indipendent Women Artists, con la quale si è dilettata alla regia nel film Bellyfruit. Un film abbastanza sconosciuto da non rimanere impresso.

Martha Plimpton aka Stef Steinbrenner

Era l’amica bruttina di Andy, ma ammetto che la trovavo più interessante della co-protagonista. Martha Plimpton è un’altra che si è data da fare sia per il grande schermo, partecipando a film come Musica da un’altra stanza con Jude Law o The River Rat con Tommy Lee Jones, ma soprattutto nel piccolo schermo, con ruoli ricorrenti in serie come How to Make It in America o The Good Wife, fino ad ottenere un ruolo da protagonista in Aiutami Hope! e in The Real O’Neals (serie, quelst’ultima, che non ha avuto un grande successo in America e che è ancora inedita qui da noi).

– Giorgio Correnti –

Rispondi