Attrazioni mondiali più amate dai turisti

TripAdvisor è ormai un sito quasi obbligatorio per chi viaggia: ti permette di conoscere gli hotel migliori, di scegliere i ristoranti più quotati e, come in questo caso, di votare i tuoi monumenti preferiti in giro per il mondo. I Travellers’ Choice Awards 2016, infatti, hanno premiato le attrazioni mondiali più amate dai turisti, decretando una classifica di 10 posizioni, all’interno delle quali abbiamo due orgogli italiani (sebbene uno sia del Vaticano, ma noi lo sentiamo nostro lo stesso!). Andiamo dunque a scoprire tutte le posizioni.

1. Machu Picchu, Perù1

In vetta alla classifica abbiamo il sito archeologico dell’America Latina, situato in Perù, bella valle dell’Urubamba. Patrimonio dell’umanità, è stato eletto nel 2007 come una Sette meraviglie del mondo moderno, quindi non ci stupisce il grande impatto per il turismo. È il terzo sito archeologico più grande del mondo (dopo gli scavi di Pompei e Ostia Antica), che raccoglie migliaia di visite all’anno, portando dei notevoli vantaggi all’economia peruviana. L’area edificata di Machu Picchu è di 530 metri di lunghezza per 200 di larghezza ed include almeno 172 livelli. Il complesso è diviso in due grandi zone: la zona agricola e la zona urbana, entrambe separate da un muro, un fosso e una scalinata; elemnti che corrono paralleli alla costa est della montagna.

2. Grande Moschea Sheikh Zayed, Emirati Arabi Uniti2

La Grande Moschea Sheikh Zayed di Abu Dhabi è una delle attrazioni più maestose del mondo. Capolavoro architettonico voluto da quello che allora era il presidente degli Emirati Arabi Uniti e regnante di Abu Dhabi, Sheikh Zayed, a cui ha donato il proprio nome. La moschea può ospitare fino a 40.960 fedeli grazie ai suoi 22.412 metri quadrati di superficie (circa cinque campi di calcio). Si tratta di un sito dei record, dove non si è certo badato a spese: dispone di ben 82 cupole dal design di tradizione marocchina, di sette lampadari in oro 24 carati, tra cui il lampadario più grande del mondo (con 10 metri di diametro e 15 metri d’altezza, per un peso di 9 tonnellate… già), del più grande tappeto fatto a mano del mondo, di oltre 1096 colonne rivestite con pannelli di marmo fatti a mano, ricoperti di pietre semi preziose. Insomma, una cosetta. . A giudicare dall’affluenza del turismo, i soldi spesi hanno avuto l’effetto desiderato.

3. Angkor Wat, Cambogia3

Angkor Wat è un tempio khmer situato all’interno del sito archeologico di Angkor, in Cambogia. Venne fatto costruire dal re Suryavarman e, grazie alla sua idea di far partire l’edificazione dai quattro latti, venne terminato in meno di quarant’anni, per quello che oggi è il più grande monumento religioso nel mondo. Originariamente concepito come un tempio indù, fu gradualmente trasformando in un tempio buddista verso la fine del XII secolo. A partire dagli anni 1990, Angkor Wat è diventata una delle maggiori destinazioni turistiche, portando notevoli aiuti finanziari alla zona. Negli ultimi tempi, però, l’alta affluenza turistica e le conseguenti crescita della domanda di alloggi di qualità e la costruzione di una grande autostrada hanno avuto un effetto diretto sulla falda acquifera sotterranea, arrivando a mettere in pericolo la stabilità strutturale dei templi di Angkor Wat. Pertanto, i funzionari locali continuano a discutere di come integrare con successo il turismo senza sacrificare i valori e la cultura locale.

4. Basilica di San Pietro, Città del Vaticano4

Quarta posizione per la Basilica di San Pietro, meraviglia che non stanca mai di visitare. Sede delle principali manifestazioni del culto cattolico, attrae migliaia di turisti, oltre che per la sua bellezza, anche per la possibilità di assistere alle omelie del Papa. Coinvolti nella sua costruzione vediamo grandi nomi dell’arte, come Bramante, Bernini, Michelangelo, che hanno contribuito a renderne il gioiello attuale. La cupola è incredibilmente d’effetto sia dall’esterno che dall’interno e lo splendido colonnato che circonda la Basilica ne aumentano l’imponenza. Ovviamente da non sottovalutare i grandi capolavori che si possono trovare dentro le sue mura, come la Pietà di Michelangelo, l’opera che senz’altro attrae moltissimi turisti.

5. Taj Mahal, India5

Un’altra tra le sette meraviglie del mondo moderno, il Taj Mahal è un mausoleo – fatto costruire nel 1632 dall’imperatore moghul Shah Jahan, in memoria della moglie preferita, conosciuta come Mumtaz Mahal – è da sempre considerato una delle più notevoli bellezze dell’architettura musulmana in India ed è tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 9 dicembre 1983. Oltre per la sua notevole bellezza, il sito attrae anche per la leggenda d’amore che aleggia sulla sua costruzione: la morte di Mumtaz Mahal fu un vera tragedia per l’imperatore, tanto da fargli sbiancare i capelli nel giro di pochi mesi per il dolore. La donna in passato aveva fatto promettere al marito che, in caso della sua prematura scomparsa, egli avrebbe costruito un monumento funereo, che avrebbe celebrato ad ogni anniversario, e a questo si collegano le origini del Taj Mahal. La cupola, fatta di marmo bianco, assume colori diversi a seconda della giornata, perché il fiume vicino riflette la luce del cielo sul marmo. Non gli manca nulla, insomma, per essere amato dal turismo.

6. Cattedrale e Moschea di Cordoba, Spagna6

La grande moschea di Cordoba è una delle principali espressioni dell’arte arabo-islamica e dell’architettura gotica e rinascimentale dell’Andalusia. Fu l’emiro mussulmano Abderrahman I che ne ordinò la costruzione nel 785, sui resti della chiesa visigota di San Vicente e nei secoli successivi venne progressivamente ampliata, fino a diventare il capolavoro odierno. All’ultima ristrutturazione, portata a termine da Almanzor nel 987, si deve l’aspetto interno: un labirinto di colonne con doppia arcata e arco rialzato di grande impatto e bellezza. Nel 1523, dopo la conquista cristiana, venne poi costruita al suo interno la cattedrale della quale spiccano la pala d’altare maggiore, la pala d’altare barocca e gli stalli del coro in legno di mogano.

7. Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, Russia7

Famosissima in tutto il mondo, la chiesa del Salvatore sul Sangue Versato è una chiesa di San Pietroburgo, eretta sul luogo dove venne ucciso lo zar Alessandro II di Russia, vittima di un attentato il 13 marzo 1881. Sotto il profilo architettonico, la cattedrale è molto diversa da tutte le altre della città – principalmente barocche o di tipo neoclassico – e presenta grandi influssi dell’architettura russa medievale, con l’aggiunta di oltre 7000 metri quadri di mosaico, a parere dei restauratori la superficie maggiore al mondo. Con le sue molteplici cupole risulta oggi uno dei simboli più riconoscibili di San Pietroburgo, da quando è stata riaperta al pubblico nel 1997. Sì, perché in seguito alla chiusura delle chiese ordinata da Stalin negli anni ’30 l’edificio era stato un po’ abbandonato a se stesso, utilizzato per lo più come magazzino, riuscendo ad acquisire nuovamente il suo splendore solo dopo i lavori di restauro dei primi anni ’70. Oggi è ricordata soprattutto come la chiesa dei tempi lunghi: ci vollero 24 anni per costruirla e 27 per ristrutturarla. I turisti la amano particolarmente per i mosaici e per le sue belle cupole.

8. L’Alhambra, Spagna8Seconda apparizione della Spagna in questa classifica con l’Alhambra, uno dei complessi monumentali più amati e visitati di Europa. Questo complesso si innalza su una collina rossiccia che domina la città e la pianura di Granada, e rappresentava l’antica residenza di sultani, che spiegano l’incredibile ricchezza ornamentale interna ed esterna. Lo stile granadino nell’Alhambra rappresenta il punto supremo raggiunto dall’arte andalusa, che ha portato l’Unesco a dichiararlo patrimonio culturale dell’umanità nel 1984. Alla bellezza del sito si unisce l’elemento dell’acqua, che si integra nel complesso come fosse un ulteriore elemento architettonico, con il suo mormorio costante, che crea un microclima interno, isolandolo dal resto di Granada. Una curiosità?  È stata utilizzata come campo di sfida nella sezione multiplayer di Assassin’s Creed Brotherhood.

9. Lincoln Memorial, Stati Uniti9

Nona posizione per il Lincoln Memorial, monumento costruito in onore di Abraham Lincoln, che nel National Mall di Washington D.C.. Leggendo le recensioni dei turisti i commenti sono più o meno sempre quelli: imponente, incredibile, bellissimo, d’impatto. E in effetti non possiamo dare certo loro torto. L’edificio ha la forma di un tempio dorico e contiene un’enorme statua raffigurante Abraham Lincoln seduto, apparsa in tanti di quei film da essere ormai famosa. Contrariamente allo stile romano della maggior parte di Washington, il monumento è senz’altro più di influenza greca, con le sue colonne alte dieci metri che circondano la cella. L’ispirazione principale per il progetto, infatti, fu il Tempio di Zeus a Olimpia. Ci sono inoltre numerose leggende urbane legate al monumento a Lincoln: secondo alcuni la faccia del generale Robert E. Lee è scolpita sul retro della statua di Lincoln, secondo altri Lincoln è raffigurato in modo da comporre con le mani le sue iniziali con il linguaggio dei segni, ma il National Park Service ha dichiarato che nessuna di queste storie risponde a verità.

10. Duomo di Milano, Italia10

E arriviamo all’ultima posizione tornando in Italia, con il Duomo di Milano! Opera più importante dell’architettura gotica nel nostro paese, colpisce per la sua costruzione maestosa in marmo bianco, che si estende su una lunghezza di più di 157 metri. Il Duomo inoltre custodisce al suo interno una serie di importanti capolavori, come il monumento funebre di Gian Giacomo Medici detto il Medeghino, di Leone Leoni o la statua di S. Bartolomeo scorticato, opera di Marco d’Agrate. È la prima cattedrale al mondo con le vetrate illuminate dall’interno così che di notte, dall’esterno, si possano vedere le immagini sacre. Se non soffrite di vertigini, come la sottoscritta, è altamente consigliato salire sopra il Duomo, che preferiate le scale o l’ascensore, perché il panorama da lassù si assicura molto suggestivo.

– Lidia Marino – 

 

Rispondi