Attraverso il Valico – Alla scoperta del primo festival del libro fantastico a Roma

Da un’idea di Ivan Alemanno e Watson edizioni ha preso vita la prima edizione del Valico, primo festival del libro fantastico a Roma, presso La Città dell’Altra Economia nella cornice di Testaccio, storico quartiere della Capitale. Un appuntamento che nasce dall’idea di voler parlare di fantasy, fantascienza e horror utilizzando la chiave dell’intrattenimento e della divulgazione grazie all’intervento di illustri personaggi del panorama nazionale tra cui: editori, scrittori, giornalisti, cultori, curatori, collezionisti, registi e sceneggiatori, illustratori, musicisti e illusionisti e mentalisti, musicisti di musica folk celtica, giocolieri e mangiafuoco.

Si è parlato di Lovecraft, con Gianfranco De Turris, Sebastiano Fusco e Andrea Scarabelli. Lo scrittore e ricercatore Mariano Tomatis ci ha parlato del tesoro di Rennes-le-Château. Il Prof. Paolo Musso (Docente di Filosofia della Scienza), accompagnato dall’autrice Tea Blanc, ha tenuto il seminario su Scienza e Fantascienza, appuntamento fisso del suo corso di studi presso l’Università dell’Insubria di Varese. Franco Forte ha illustrato le novità Urania e Mondadori. Abbiamo incontrato alcune tra le più promettenti scrittrici horror italiane con Miriam Palombi e Elena Mandolini, mentre Giulia Abbate, Liliana Marchesi e Elisabetta Di Minico ci hanno parlato di Utopia e Distopie.

Direttamente da Profondo Rosso (storico negozio di Roma), Luigi Cozzi, Antonio Tentori, Enrico Luceri e Cristiana Astori ci hanno intrattenuto parlando di cinema e letteratura di genere. Si è parlato dei migliori libri fantasy del decennio con i BookTubers Chantal (Fairywithhobbitfeet), Gabriella (Fangirl in love with Books), Giada (ReadingCanSaveUs), Sara (OrangeDinosaurRawr) e Mirko (Mirko Smith). Abbiamo potuto conoscere alcuni tra gli scrittori più noti del panorama nazionale tra cui Leonardo Patrignani, Francesco Gungui, Franco Forte e molti altri.

Il tutto tra un giro e l’altro tra i banchi della libreria che ha ospitato novità e classici della narrativa e della saggistica di genere. Nello spazio esposizione/libreria abbiamo trovato la DZ Edizioni con il progetto Solidarietà&Arte al fianco di Steps-Aba Onlus L’evento ha rappresentato l’occasione per ammirare dal vivo le performance artistiche di illustratori e fumettisti della casa editrice, che hanno messo il loro talento al servizio del progetto “Steps-Aba onlus”, che si occupa di programmi educativi e riabilitativi rivolti a bambini e ragazzi con autismo. Le tele realizzate sono state vendute sul posto e il ricavato devoluto in beneficenza.

Tante novità sui LibroGame e la presenza dell’associazione di promozione sociale La tavola rotonda che ha messo a disposizione 4 tavoli per chi ha voluto trascorrere del tempo svagandosi con giochi da tavolo e giochi di ruolo tematici. Il Valico Festival si è svolto sabato 22 e domenica 23 febbraio, sotto un sole primaverile.

Io ci sono andata domenica. Con i mezzi pubblici, perché c’era il blocco delle auto. Meglio. Mi sono goduta una bella passeggiata dalla stazione all’ex Mattatoio. Devo proprio dire che, pur trattandosi di una prima edizione, mi è sembrata indirizzata sulla giusta strada. Le idee ci sono e credo anche il modo di svilupparle meglio in futuro, in occasione delle prossime edizioni. La location si presta alla perfezione a questo tipo di evento, con gli spazi esterni utili per mangiare e bivaccare tra una conferenza e l’altra. La sala conferenza è bella capiente e luminosa e la sala per gli stand degli editori, beh, credo che l’anno prossimo non basterà. Ed è un augurio, questo. Quest’anno c’erano alcune delle più interessanti case editrici specializzate nel fantastico, nell’horror e nel noir, tra cui RiLL, Nero Press, Moscabianca, Kipple, Dark Zone e ovviamente Watson!

Da lettrice ho trovato diverse cosette interessanti, da tipa che scarabocchia ho potuto ammirare le meravigliose illustrazioni di alcuni importanti artisti nostrani e da aspirante scrittrice ho potuto parlare di persona con gli editori.

Per quanto mi riguarda il Valico ha superato questa prima prova.

Ci si vede l’anno prossimo!

– Monia Guredda –

Rispondi