Assoli di chitarra indimenticabili

1Una canzone non può essere etichettata solo per la presenza o meno di questo elemento, ma ci sono brani che effettivamente hanno assoli di chitarra indimenticabili, che hanno contribuito a renderle iconiche nella storia. Guitar Worlduna rivista musicale statunitense che debuttò ufficialmente nel luglio 1980, ha selezionato, in una classifica, i 100 migliori assoli di chitarra, scelti in base ad una votazione dei lettori. Sebbene io ritenga che molto dell’assolo, oltre all’esecuzione, sia dovuto al tipo di emozione che ci inserisce il chitarrista e quello che ci coglie chi ascolta, posso affermare con certezza di non avere i requisiti necessari per stilare una classifica oggettiva, che rispecchi la bravura e non solo una mia impressione emotiva, perciò mi sono fidata della storica rivista. Anche perché io avrei inserito Brian May in tutte le posizioni, perciò capitemi.

Al primo posto abbiamo Stairway to Heaven dei Led Zeppelin, eseguito da Jimmy Page. La canzone venne pubblicata nel 1971 nel quarto album del gruppo, Led Zeppelin IV ed è annoverata al 31º posto nella lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone. Page, disse durante un’intervista proprio a Rolling Stone: “questa canzone ha cristallizzato l’essenza della nostra band. Aveva tutto e ci ha rappresentato al meglio. È stata una pietra miliare. Ogni musicista vuole fare qualcosa di duraturo, qualcosa che rimarrà a lungo nel tempo. Noi lo abbiamo fatto con Stairway“. Al secondo figura Eruption eseguito da Eddie Van Halen. Canzone scritta nel 1978, venne pubblicata nel primo album del gruppo: Van Halen, per l’etichetta discografica Warner Bros. Records. Pensate che inizialmente non venne concepita come traccia per un album, ma solo come assolo per i concerti, ma ricevuto un’enorme successo si decise assieme agli altri membri del gruppo di inserirla come seconda traccia nel primo album da loro registrato. 2Concludiamo il podio con il terzo posto per Free Bird, brano dei Lynyrd Skynyrd, contenuto nell’album Pronounced Leh-Nerd Skin-Nerd, pubblicato nel 1973 su etichetta MCA Records. La canzone è stata inclusa anche nella posizione numero 193 nella lista delle 500 migliori canzoni di Rolling Stone. Una curiosità? Fa da sfondo sonoro nel gioco Guitar Hero: Van Halen, risultando essere la canzone più difficile del gioco. L’assolo in questione è eseguito da Allen Collins e Gary Rossington.

Dobbiamo arrivare fino alla ventesima posizione per trovare il mio Brian, per la sua esecuzione in Bohemian Rhapsody, 166º posto della lista delle 500 migliori canzoni già citata. Non è abbastanza per me, ma io sono di parte, già l’ho detto. Anche perché ammetto che i titoli che la precedono includono ottime canzoni, come al quarto posto Comfortably Numb dei Pink Floyd, con l’assolo eseguito da David Gilmour o One dei Metallica, eseguito da Kirk Hammett al settimo posto, passando per November Rain dei Guns N’ Roses, eseguito da Slash e Hotel California dei Eagles, eseguito da Joe Walsh e Don Felder. Voi siete d’accordo? Io intanto vi lasciò una curiosità succosa: secondo il Lemelson Center for the Study of Invention and Innovation dello Smithsonian, il primo assolo nella storia registrato da una chitarra amplificata fu realizzato da Eddie Durham, nel 1935 durante un concerto della Jimmie Lunceford Orchestra. Ma fu per merito di Charlie Christian che l’assolo di chitarra elettrica si affermò e divenne un vero e proprio genere musicale. Interessante, no?

– Lidia Marino – 

Rispondi