Angel – Curiosità sullo spin-off di Buffy

Tutti conosciamo o abbiamo sentito parlare della biondissima e fortissima Buffy, ovvero la Cacciatrice di vampiri più famosa del piccolo schermo. La serie nata nel 1997 ha regalato a tutti i suoi fan degli episodi che ancora oggi possono essere considerati delle piccole e inimitabili perle. Oltre a questo, Buffy ha dato vita anche ad un altro prodotto, forse non conosciuto come la serie madre, ma degno di nota: sto parlando dello spin-off Angel, che vede come protagonista l’indimenticabile vampiro con l’anima e primo amore della nostra Cacciatrice preferita.

La serie viene rilasciata nel 1999 e in essa vengono raccontate le gesta del famoso vampiro, interpretato da David Boreanaz, nella metropoli di Los Angeles. Come “Buffy”, anche “Angel”  è prodotto dalla casa di produzione di Joss Whedon, la Mutant Enemy. Ovviamente se non hai ancora visto la serie DEVI guardarla perché ogni cosa creata da Joss genio del male Whedon deve essere venerata. Infatti il mio compito oggi è quello di provare ad incuriosirti raccontandoti alcune chicche sulla serie del tenebroso vampiro.

Ebbene, partiamo dal principio!

Come nasce l’idea dello spin-off? Semplice, durante l’ultima puntata della seconda stagione di Buffy, Angel perde la vita. La morte del vampiro sarebbe dovuta essere definitiva ma i dirigenti della WB (Warner Bros) proposero a Whedon di realizzare il famoso spin-off. Joss decise quindi di far resuscitare il personaggio e di anticipare, durante la terza stagione di Buffy, la notizia del nuovo show.

Durante la prima stagione della serie viene presentato fin dal pilot come regular il personaggio di Doyle, interpretato dall’attore Glenn Quinn. Tuttavia, prima della metà della stagione il personaggio affronta una tragica e drammatica fine, nell’episodio “Hero”. In realtà la sua morte non era prevista, ma gli autori furono costretti a licenziare l’attore per i suoi problemi di dipendenza da alcol e droga.

Ma la vera chicca creata da Whedon è l’intreccio di trama tra le due serie. Mi spiego meglio: esistono degli episodi cross-over che spiegano alla perfezione il mondo di tutto il buffyverse, un intreccio fitto di particolari che regala nuove sfumature a tutti i personaggi che lo popolano. Il primo da ricordare, di questo genere, è senza dubbio l’episodio diciotto della prima stagione di Angel. Con il titolo “I will remember you” assistiamo ad uno tra gli episodi più emozionanti che scioglie il cuore di ogni bangel e fa commuovere anche i fan che shippano gli spuffy. Nell’episodio Buffy va a trovare Angel e… posso dirti solo di guardarlo e di prepararti a piangere!

Un altro episodio ICONICO che si intreccia alla serie Buffy, è senza dubbio l’episodio sette della seconda stagione. Con il titolo “Darla” l’episodio racconta gli avvenimenti narrati nella puntata sette della quinta stagione della stessa erie, ovvero “Fool for Love”. Due episodi da vedere uno dopo l’altro che ti faranno esclamare, dopo averli visti, una solo una cosa: WOW!

Ma come sempre tutte le cose belle hanno una fine e quando Buffy the Vampire Slayer lascia la WB per trasferirsi alla UPN, i rispettivi network decisero di eliminare qualsiasi cross-over tra una serie e l’altra. Comunque Joss trovò il modo di aggirare l’ostacolo facendo comunque incontrare i due protagonisti e cercando di intrecciare, per quanto possibile, le due storie.

Tuttavia, anche se l’intento del suo creatore è sempre stato quello di rendere i due prodotti l’uno l’intreccio dell’altro, l’idea principale di Joss è sempre stata quella di rendere Angel uno show più maturo e dark rispetto alla serie madre. A causa di questa linea ci furono diversi problemi legati ai contenuti troppo espliciti del programma per una rete che nasce come un canale per adolescenti. Ma, anche trattando contenuti pesanti e tematiche scabrose, come scene di accentuata violenza, l’utilizzo di un linguaggio scurrile e scene di natura sessuale, la serie è andata avanti per cinque stagioni senza nessun limite imposto dalla censura… Joss Whedon ottiene sempre quello che vuole!

Ovviamente la serie, così come Buffy, ha avuto una continuazione a fumetti, intitolata Angel: After the Fall.

Bene lettore spero di averti incuriosito. Non mi rimane che concludere dicendoti, ancora una volta, di correre a guardare lo show! Buona visione!

– Giuseppina Serafina Marzocca –

Rispondi