Alfabeto degli Artisti Contemporanei – Lele Vianello

Rimaniamo nella nostra bella penisola, parlando di un altro artista italiano. Con la V abbiamo Lele Vianello.

L’AMICO HUGO PRATT

Il nostro Lele, veneziano di nascita e di nome Raffaele, aveva una gran passione per il fumetto sin da bambino. Ama disegnare da sempre e studia i suoi autori preferiti. Il suo gusto di discosta dal fumetto italiano dell’epoca, ma si avvicina molto di più agli autori d’oltreoceano. Finiti gli studi come Disegnatore Tecnico, scopre un vicino d’eccezione: il grande Hugo Pratt, creatore, tra le tante, del famoso fumetto Corto Maltese. Inizia, così, ad assorbirne lo stile e la tecnica. Pratt si rivela un grande maestro nell’insegnargli i suoi trucchi, attento a non fargli tralasciare i suoi pregi naturali, come il taglio cinematografico che Vianello sa dare alle sue vignette. E la sua tecnica si affina sempre più.

GLI INIZI E LE COLLABORAZIONI

Nonostante l’amicizia con Pratt, non inizia una collaborazione… almeno non subito. Prima Vianello si fa le ossa pubblicando vignette ed illustrazioni per vari settimanali o riviste di genere. Inizia con Il Mago, arrivando anche ad Help, Simbad e il settimanale cittadino Venezia 7. Poi, fu proprio Pratt a contattarlo. Il grande autore emiliano, chiese a Vianello di affiancarlo nei suoi progetti. Infatti Hugo, che già si faceva aiutare dall’amico e collaboratore Guido Fuga, alla quale lasciava disegnare elementi tecnici come automezzi, navi, treni e simili, chiede a Vianello di aiutarlo disegnando vere e proprie tavole intere, essendo il suo tratto molto simile a quello dell’autore. E così, molti fumetti di Corto Maltese hanno anche il tratto di Vianello tra le proprie tavole.

IL RESTO DEL SUO REPERTORIO

La collaborazione con Pratt, toglie molto tempo a Vianello, che non riesce ad emergere con personaggi propri. Nonostante ciò, alcuni personaggi ed alcuni fumetti interi di vari fumetti come Corto Maltese o Il Grifo, devono i loro natali proprio dalle mani esperte di Vianello. Inoltre, lo abbiamo visto molto spesso disegnare per vari progetti diversi dal fumetto classico, come la produzione di Corto Sconto, una guida alternativa su Venezia, la sua città, o come Bolina, un personaggio da lui creato per una rivista nautica. Inoltre, dopo la scomparsa di Hugo Pratt nel 1995, lo abbiamo spesso rivisto collaborare in coppia con Guido Fuga per le creazioni di varie opere a fumetti sui personaggi di Pratt.

– Giorgio Correnti –

Rispondi