60 anni per il primo episodio di Ai confini della realtà

Si festeggiano oggi i 60 anni dall’uscita in scena de Ai Confini della Realtà (in originale The Twilight Zone, termine utilizzato dalla U.S. Air Force per indicare il momento in cui, durante la fase di atterraggio di un aereo, la linea dell’orizzonte scompare sotto il velivolo, lasciando il pilota senza punti di riferimento) serie creata da Rod Serling. Come spesso succede, anche in questo caso la trama si dedicò ad un tema di base che era alla fantascienza, per andare invece a trattare argomenti più vicini al nostro mondo, come la xenofobia e il razzismo, utilizzando la tecnica dello “switching endings”, in cui la prospettiva dello spettatore veniva ribaltata grazie ad un colpo di scena e proprio per questo quasi tutti gli episodi avevano una morale di fondo.

Cinque stagioni totali, premiate con un Golden Globe e due Emmy Awards, aveva lo stesso Rod Serling nel ruolo del narratore e vantava un cast di star (William Shatner, Martin Landau, Roddy McDowell, Buster Keaton, Vera Miles…) tutte pronte a raccontare le storie più angoscianti, futuristiche, spaventose e affascinanti viste in TV fino a quel momento. Il pubblico ne venne affascinante, proprio per quella capacità di mescolare realtà e futuri distopici, il vero con il possibile e l’inquietante. Ed è per questa ragione che, nonostante il lungo tempo passato dall’uscita, Ai confini della realtà riesce a mostrarsi come attuale: il suo fascino è rimasto intatto, incurante dei cambiamenti nel ritmo della narrazione, negli effetti speciali e nella tecnologia, perché affronta un tema universale e sempreverde, come la paura dell’uomo verso l’ignoto o l’eterno conflitto tra destino e libero arbitrio.

Qualcosa che oggi, con centinaia di nuove serie prodotte per altrettante diverse piattaforme, può sembrarci scontata o già sentita, ma che proprio per capostipite come questo hanno visto la luce. E per lo stesso motivo venne riproposta in vari cicli: dopo la serie classica, che andò in onda dal 1959 al 1964, seguirono la seconda serie, trasmessa dal 1985 al 1989, e la terza tra il 2002 e il 2003, per non parlare del remake di Jordan Peele, fresco fresco di quest’anno.

–  Lidia Marino – 

Rispondi