6 personaggi Disney ispirati da personaggi del cinema e della letteratura

Nei mondi Disney per eccellenza, Topolinia e Paperopoli, spesso ci siamo imbattuti in storie dai tratti particolari che ci hanno ricordato qualcos’altro. Parliamo della Saga della Spada di Ghiaccio e di Wizard of Mickey, entrambe che hanno preso spunto dall’immaginario fantasy (nella prima, siamo andati anche nella fantascienza) o dei Gialli di Topolino che prendevano dalle varie collane di gialli edite dalle migliori case editrici. Ma è capitato, a volte, che la Disney prendesse spunto dai personaggi del cinema e della letteratura per creare dei veri e propri personaggi iconici o degli alter-ego particolari di personaggi famosi. Ecco una lista di 6 personaggi Disney che hanno subito questa ispirazione.

Superpippo – Superman

Iniziamo parlando di Topolinia. In questa bucolica cittadina composta dalle razze antropomorfe più particolari, non poteva mancare l’eroe di fiducia, quello che poteva salvare tutti dai pericoli… no, non stiamo parlando di Topolino, ma di Pippo. Infatti, il nostro stralunato cane antropomorfo, mangiando delle noccioline speciali, si ritrova a volare come un uccello e ad avere la super forza proprio come il famoso eroe Superman. Purtroppo per Topolinia, la spadataggine di Pippo si riversa anche nel suo alter-ego in costume… anzi, in pigiama.

Indiana Pipps – Indiana Jones

Non c’è difficoltà nell’intuire l’ispirazione già a partire dal nome. Indiana Pipps si presenta come un cugino di Pippo (uno dei tanti, a dire il vero) con vestiti da avventuriero e con tanto di lazo e amore per la scoperta. Come il suo “compatriota” Indiana Jones, anche lui è un archeologo estremamente avventuroso che vive di spedizioni storiche in siti strani e pericolosi. Ma, in piena verve “pippesca”, anche Indiana Pipps soffre della stralunaggine tipica del cugino e di tutta la famiglia di Pippo. Non mancano, così, episodi esilaranti, nonché avventurosi.

Paperinik – Batman

Andiamo a Paperopoli e troviamo subito l’alter-ego più famoso di Paperino: quello di Paperinik. Questo personaggio è un vigilante notturno che si fa forza di innumerevoli gadget (creati nientemeno che da Archimede) per battere il crimine che imperversa su Paperopoli. Proprio come Batman, è un vero e proprio cavaliere oscuro. Ma, a differenza di Bruce Wayne, Paperino rimane il solito squattrinato nullafacente nipote dell’uomo più ricco della città. Il che rende ancora più difficile scoprire l’identità segreta di Paperinik.

Darkwing Duck – L’Uomo Ombra

Sempre in Paperopoli, abbiamo un altro vigilante notturno che combatte i criminali. Parliamo del personaggio originario dell’America Darkwing Duck, protagonista di un’omonima serie tv animata arrivata anche in Italia. Il suo alter-ego è pressoché sconosciuto: si tratta di Drake Mallard, un semplice abitante di St. Canard. Il personaggio assomiglia molto a Batman, ma prende ispirazione soprattutto da L’Uomo Ombra, un personaggio nato negli anni trenta come protagonista di una serie di avventure radiofoniche e riportato alla luce in un film omonimo uscito nel 1994 e ormai lasciato nel dimenticatoio.

Robopap – Robocop

Rimanendo nella serie americana più famosa riguardante i paperi Disney, arriviamo a Robopap, personaggio comparso nella serie animata Ducktales. Il suo alter-ego è Fanton Paperconchiglia, ragioniere imbranato ed impulsivo di Paperon De’ Paperoni. Lui vive con la madre, crea problemi a tutti e crede che il denaro liquido sia veramente di forma liquida. Ma gridando “incantesimo” viene avvolto da una corazza robotica che lo rende un supereroe… più o meno. L’armatura è dotata di tanti gadget proprio come Robocop, ma non mancano anche delle ispirazioni al supereroe Iron Man.

DoubleDuck – James Bond

Arriviamo a l’ultimo dei personaggi di questa lista, tornando a Paperino. Infatti, il nostro eroe starnazzante, è stato anche una spia ultra accessoriata di una agenzia spionistica chiamata Agenzia talmente segreta da non avere nemmeno un nome, o, più semplicemente, Agenzia. DoubleDuck, il nome in codice di Paperino, veste elegante e, nonostante il suo alter-ego sia scalognato, non perde mai, raggiungendo sempre i suoi obiettivi. Come James Bond, ha anche la sua frase ad effetto: “Io sono Duck, DoubleDuck”.

– Giorgio Correnti –

Rispondi