50 sfumature di giallo… Dal giallo deduttivo a quello scientifico

1Il romanzo Giallo nacque nel 1841 dalla penna di Edgar Allan Poe che diede vita ad Auguste Dupin, investigatore scaltro e grande osservatore che appare per la prima volta nel romanzo “I Delitti della Rue Margue”. Con Poe si introduce l’investigatore come protagonista, la storia narrata si incentra intorno ad un crimine e la risoluzione del caso sarà intuitiva ma per nulla scontata. L’abilità nel tenere viva l’attenzione sul What has done it? ,ovvero chi l’ha fatto, è la chiave di un romanzo Giallo ben scritto.

Gli scrittori più famosi di Gialli classici sono ovviamente Conan Doyle con il suo Sherlock Holmes ed Agatha Christie, che diede i natali a Poirot e che tra le sue opere vanta Dieci piccoli indiani, Il Giallo più apprezzato di tutti i tempi e quello che ha venduto il numero di copie maggiori. I racconti di questi autori si incentrano tutti sulle stesse caratteristiche base: Un crimine violento, personaggi particolari dalla personalità curiosa e varia, un investigatore attento e discreto ma ciò che non deve mancare è la razionalità,parola chiave dei romanzi: la logica,l’intuizione,la lucidità mentale sono le doti che permetteranno all’investigatore di risolvere il caso e stupire il lettore proprio nel momento in cui gli indizi raccolti facevano puntare il dito contro tutt’altro sospettato.

2Ma il Giallo negli anni non è rimasto immutato,anzi, è stato il genere che più di altri si è lasciato contaminare creando diverse sottocategorie che hanno reso possibile l’ampliamento dei fruitori del genere e così abbiamo:

* Il Thriller, spesso viene considerato l’equivalente del giallo in inglese, errore! Il thriller è un Giallo sì, ma un Giallo in cui la suspense, la tensione, a volte anche la paura la fanno da padrona molto più dell’enigma da risolvere;
*Il Poliziesco, maggior esponente del genere è Michael Connelly con il suo Harry Bosh, i protagonisti di questi romanzi sono poliziotti che con la loro squadra o spesso con le loro uniche forze e abilità riusciranno a risolvere i casi più violenti e difficili;
*Il Noir, un giallo raccontato spesso dal punto di vista del criminale,dai toni violenti e accesi in cui le metropoli e la criminalità organizzata diventano i veri protagonisti della storia;
*L’Hard Boiled, si stacca dal Noir ed è un genere in cui solitamente il protagonista è un poliziotto/giustiziere spietato e vendicativo, la risoluzione del caso non si raggiungerà senza spargimenti di sangue e liti violente;
*Il Legal Thriller, il caso viene analizzato dal punto di vista dell’avvocato,indagini e crimini affrontati dal punto di vista legale, con tattica giurisprudenziale e abilità linguistica;
*Il trhiller Storico, indagini,crimini,misteri con ambientazione storica ben precisa,personaggi d’epoca e metodi investigativi consoni al secolo interessato.

3Ed ora arriviamo ad un ulteriore sottogenere che è agli antipodi del Giallo classico ma sicuramente non di minore importanza, parliamo del Medical Thriller. In questo tipo di romanzi c’è un crimine da risolvere, delle cause ed effetto da delineare ed un colpevole da incriminare ma i veri Eroi del caso non saranno poliziotti ed investigatori che verranno messi invece in posizione secondaria per lasciar spazio ad  i veri protagonisti ovvero i medici legali e gli specialisti della scientifica; tutto il caso sarà basato sulle ricerche e intuizioni di questi personaggi; la scienza, la tecnologia, la conoscenza della materia permetteranno al team di esperti di portare a termine le indagini individuando il colpevole,l’arma del delitto, dinamiche del caso e il movente. Nulla è lasciato al caso: traiettorie di proiettili, armi utilizzate, oggetti refertati, impronte, residui di Dna, l’autopsia del cadavere, tutto sarà analizzato e spiegato nel dettaglio. Il luogo del delitto acquista un’importanza del tutto nuova; lo stesso il caso,che verrà analizzato in maniera del tutto innovativa e avvincente,presenta un notevole cambio di prospettiva rispetto al classico metodo deduttivo per introdurre quello che è conosciuto come metodo scientifico.

Principali esponenti di questo genere sono sicuramente Patricia Cornwell e la sua Kay Scarpetta, medico legale abile nel suo mestiere a tal punto da riuscire da sola a risolvere i casi più disparati e complessi,è infatti protagonista di molti dei romanzi della scrittrice statunitense. A questo punto è impossibile non citare anche Kathy Reichs che ha trovato la fortuna con la protagonista dei suoi romanzi, Temperence Brennan, antropologa forense della cui sagacia ed abilità è impossibile non rimanere estasiati. Quest’ultima protagonista è stata colei a cui si sono ispirati gli ideatori della serie tv Bones; un po’ come Sherlock Holmes e Maigret  (personaggio nato dalla fantasia di Simenon) che sono stati più volte rappresentati su piccolo o grande schermo; stesso discorso per l’amatissimo Bosh che ha trovato volto e concretezza nella serie tv di recentissima messa in onda.

4Insomma, possiamo dire che i Gialli riescono ancora oggi ad assicurarsi un grande  consenso da parte di lettori intuitivi e curiosi ma soprattutto da spettatori che hanno voglia di trascorrere qualche ora in compagnia di protagonisti geniali ed infallibili. Sicuramente dal metodo deduttivo di Holmes, fatto di osservazione,deduzioni,travestimenti e conoscenza del luogo, al metodo più scientifico e se vogliamo innovativo di Temperence Brennan fatto di studio psicologico degli indiziati, analisi di tessuti, Dna, sangue e ferite la strada percorsa è stata molta ma una cosa è rimasta immutata nel tempo: l’abilità degli scrittori nel riuscir a tenere viva l’attenzione del lettore,di riuscire a creare personaggi originali e pur sempre credibili per cui anche in un secolo in cui si è più vicini al metodo forense dei Medical Thriller nulla riuscirà mai ad equiparare la soddisfazione che riesce a dare la lettura di un buon Giallo classico fatto di osservazione,istinto e cura dei dettagli.

E’ questo forse il genere che più si è prestato a creare serie di romanzi che vedevano come protagonista un personaggio fisso a cui affezionarsi,in cui riconoscersi e di cui si imparava ad aver fiducia,capitolo dopo capitolo, fino a sentirsi quasi parte integrante e immancabile del meccanismo che porterà alla risoluzione del caso.
Questi sono i segreti del Giallo.

Piccola curiosità: in Italia questo genere letterario fatto di enigmi,indagini di polizia e criminali da smascherare deve il nome ad Arnoldo Mondadori che nel 1929 volle dare vita alla Collana Libri Gialli, caratterizzati appunto da una rilegatura di color giallo che doveva essere utilizzata solo per quel genere in particolare che divenne così di facile identificazione.

– Jessica Bua –

Un pensiero su “50 sfumature di giallo… Dal giallo deduttivo a quello scientifico

  1. Pingback: Ma dove eri nascosta,eh? | esetidicessiche

Rispondi