I 5 falsi storici sui Bassisti

Siamo tornati a sfatare miti. E questa volta si tratterà dei 5 falsi storici sui bassisti!

b11. SEI UN BRAVO CHITARRISTA

L’ho detto anche nell’altro articolo. Basso e chitarra sono due strumenti molto diversi, sia come suono che come conformazione. Eppure capita spesso di suonare il basso, scendere dal palco e sentire una persona darci del “bravo chitarrista”. Purtroppo è una causa persa, spesso…

b22. IL BASSO HA 4 CORDE

Sì… ma no! Il basso ha 4 corde di base, ma esistono anche bassi a 5 o a 6 corde. Suonare bassi con più corde non è più difficile e non è nemmeno sintomo di un’eccessiva bravura. Da solo al bassista una varietà di suoni possibili molto diversa.

b33. IL BASSO E’ UNO STRUMENTO MODERNO: NON ESISTEVA PRIMA

Anche in questo caso è un nì. , è vero che il basso prima non esisteva, ma questo perché questo è una trasposizione in chiave moderna di un altro strumento: il contrabbasso. In alcuni gruppi, esempio nei gruppi jazz, il basso non è neanche entrato nella formazione, continuando ad usare il contrabbasso. I suoni sono molto diversi tra i due e lo è anche il modo di suonare: il basso si tiene come una chitarra, mentre il contrabbasso, molto più grande, si suona in piedi, appoggiandolo a terra e sulla propria spalla. Comunque possiamo dire che il contrabbasso è il padre del basso.

b44. ESISTE SOLO IL BASSO ELETTRICO

In realtà esiste anche il basso acustico. Non stiamo parlando del contrabbasso (più classico), ma proprio di un basso di legno, con cassa di risonanza, proprio come una chitarra classica (o acustica). Non lo si vede molto in giro ed è utilizzato nei piccoli complessi acustici che, però, spesso fanno a meno del basso.

b55. IL BASSISTA E’ UN CHITARRISTA FALLITO

Arriviamo su quello più fastidioso. Il bassista non viene per forza dalla chitarra e, soprattutto, non è un chitarrista fallito. Non si arriva al basso dopo aver fallito con la chitarra, anche perché, se così fosse, si fallirebbe anche col basso. Esistono bassisti molto più bravi di alcuni chitarristi. Questo mito nasce dal fatto che, da fuori, non ci si capacita della possibilità di scegliere il basso come strumento e rimanere quindi “nell’ombra del chitarrista” (a loro avviso), quando si poteva imparare a suonare la chitarra. No, il basso è una scelta musicale del tutto rispettabile. E poi andate a dire a Flea dei Red Hot Chili Peppers che è uno sfigato…

Avete le idee più chiare ora? Settimana prossima ci aspettano i Batteristi!

– Giorgio Correnti –

Un pensiero su “I 5 falsi storici sui Bassisti

  1. Se qualcuno osa dare dello sfigato a Flea in mia presenza, lo aspetta un percorso sensoriale… a suon di torture medievali. Non so se ho reso bene l’idea. xD
    Bello questo post “mythbuster”, comunque! 😀 Non vedo l’ora di leggerne altri!

Rispondi