I 5 Cantanti più famosi della Finlandia

Arriviamo alla Finlandia, una patria piena zeppa di amanti del metal in qualsiasi forma, anche la loro musica proviene dallo Schlager, un genere popolare ritmato diffuso in Europa centrale. Andiamo a vedere i cantanti rappresentativi della Finlandia e scoprirete molti volti noti.

NIGHTWISH

I Nightwish nascono in Finlandia nel 1996, durante una serata estiva nel cottage in riva al lago di Toumas Holopainen, insieme agli amici Erno Vourinen e Tarja Turunen. I tre furono i membri fondatori del gruppo, inizialmente dedito alla musica acustica, carica di atmosfere sognanti e malinconiche tipiche della loro terra. L‘evoluzione ad una musica più rock, avvenne l’anno dopo, con l’ingresso nel gruppo di Jukka Nevalainen alla batteria. In quel momento, la chitarra acustica di Erno diventa elettrica e nasce il primo album della band: Angels Fall First. Da quel momento, i Nightwish sono diventato uno dei simboli del metal gotico e sinfonico, grazie all’unione della musicalità metal dei loro pezzi, insieme alla voce lirica prima di Tarja, e poi delle cantanti che l’hanno succeduta. E consiglio a tutti di ascoltare almeno una loro canzone, anche se i vostri gusti differiscono completamente.

TARJA TURUNEN

Dopo i Nightwish, non potevamo non parlare della cantante fondatrice del gruppo: Tarja Turunen. La cantante, dopo essere stata la voce del gruppo per ben nove anni, si vide “lasciare” dal resto del gruppo tramite una lettera. Le motivazioni riguardavano il cambiamento di Tarja a causa del marito Marcelo Cabuli e degli interessi commerciali che, a detta loro, l’avevano allontanata dallo spirito della band. Le lettere (quella del gruppo e la risposta della cantante) furono pubblicate online, come lettere aperte. Da allora, Tarja è tornata al suo primo amore: l’opera lirica. Inoltre, ha iniziato un cammino da solista che l’ha portata a pubblicare ben 7 album tutti suoi e continuare con la carriera, senza risentire della mancanza degli stessi Nightwish.

APOCALYPTICA

Prima dei Nightwish, c’era un altro gruppo di symphonic metal: gli Apocalyptica. Questo gruppo, però, è molto distante da quello dei Nightwish: niente chitarre elettriche, niente bassi e, soprattutto, niente voce. Per gli Apocalyptica esistono solo i violoncelli. Il gruppo, nato nel 1993, era formato 4 violoncellisti, tutti proveniente da una formazione classica, ma la loro musica è sempre stata completamente diversa da quella da camera. Lo notiamo subito dal primo album: Plays Metallica by Four Cellos. Ne seguono altri, oltre a vari cambi di formazione che li vede, in data odierna, essere composti da tre violoncellisti (due dei quali, membri fondatori) ed un batterista che, dal 2005, ha dato una nuova impronta alla formazione.

VILLE VALO

Potevamo parlare del gruppo degli HIM, un gruppo rock (e non metal) di stampo gotico e, a tratti, molto glam. Potevamo parlare dei loro successi che li hanno portati a suonare in molti stadi e teatri di tutto il mondo. Potevamo parlare anche del loro simbolo (l’heartgram) che simboleggia l’amore generato dall’unione del bene e del male. Ma noi abbiamo preferito parlare di Ville Valo, cantante solista e degli HIM, di cui è anche leader e membro fondatore. Ville, polistrumentista (sa suonare chitarra, basso, batteria e tastiere, oltre a cantare) e grande compositore, è un personaggio molto particolare del panorama rock. Lui stesso ritiene di aver inventato uno stile musicale: il love metal. Questo stile, a suo dire, è un gothic rock molto diretto ed incentrato principalmente sul tema del connubio tra amore e morte, “forse non la cosa più importante, ma l’unico motivo per cui mi alzo dal letto la mattina“.

TOMMI LÄNTINEN

Per ultimo, abbiamo voluto cambiare genere (ma solo leggermente) ed arrivare ad un rock molto più pop, misto al vecchio e popolare schlager. Parliamo di Tommi Läntinen, un cantante classe 1959 dalla carriera ampia e variopinta. È stato membro di svariati gruppi, dove è stato cantante e autore di molte canzoni, tra cui i Boycott ed i Fabrics. Da quanto ha iniziato nel 1980, ha scritto e cantato in finlandese, per poi, nel 1993, cambiare stile ed iniziare con l’inglese. È passato dal pop, al rock ed allo schlager e viceversa più volte. Ma, nonostante il personaggio estroso, Tommi è uno dei solisti maschili che ha venduto più dischi in Finlandia, e scusate se è poco.

– Giorgio Correnti –

Rispondi