20 anni da Dawson’s Creek, ecco qualche curiosità

Anche solo scrivere il titolo mi ha trascinata in uno stato catatonico nel quale risulta impossibile credere siano passati davvero 20 anni da Dawson’s Creek… eppure è necessario cedere alla realtà e abbracciarla come tale. La serie che ha fatto incollare migliaia di adolescenti davanti alla televisione è quasi maggiorenne anche per gli Stati Uniti, eppure chiunque ci sia cresciuto ancora la ricorda con un sorrisetto. E non perché fosse chissà quale capolavoro, badate bene. Semplicemente perché come teen drama funzionava e ha aperto le porte a tanti altri trand futuri, come le guerre tra le ship. Sì, perché la gara tra Dawson e Pacey sembra essere ancora nell’aria. Io, personalmente, di quella serie ricorderò sempre l’ultima puntata, che mi portò via quel poco di fiducia nell’umanità che ancora possedevo a tredici anni. Ma bando alle ciance, ho pensato di festeggiare questi anni passati, regalandovi qualche curiosità sulla serie: magari non le conoscerete già tutte!

1. Dawson’s Creek ha vinto 6 premi (GLAAD Media Awards 2000, 5 Teen Choice Awards nel 1999, 2000 e 2001) e ottenuto – in generale – ben 25 nomination.

2. La stanza di Dawson, come ricorderete, era tappezzata di poster di film Steven Spielberg, ma questi vennero inseriti nel pilot prima di ottenere l’approvazione da parte del regista americano. Una volta che lo show venne scelto per la messa on air, Williamson scrisse una lettera personale a Spielberg per chiedere di poter procedere alla trasmissione dell’episodio. Il regista americano comunque diede il consenso a farlo

3.  Dawson’s Creek è stato il primo serial televisivo a mostrare un bacio gay in prima serata tra due uomini

4. Nel copione originale del primo episodio della serie, Joey chiedeva a Dawson molto candidamente “Quante spesso ti masturbi?” ma Kevin Williamson ha spiegato che hanno dovuto cambiare la battuta perché non erano autorizzati ad usare la parola “masturbazione” in televisione. Questo non li ha ovviamente fermati e nella versione che è poi arrivata sui nostri schermi Joey infine chiede “Quanto spesso porti a spasso il tuo cane?”.

5. Vi ricordate il modo in cui muore il padre di Dawson? Quella puntata devastante è passata alla storia come una delle morti più ridicole mai concepite in tv: Mitch perde la vita in un incidente d’auto perché si distrae dalla guida per raccogliere il gelato caduto sul tappetino della macchina. C’è chi dice che sia stata una vendetta dei creatori contro l’attore John Wesley Shipp, per aver chiesto un aumento di stipendio. In realtà sembra che Shipp se ne sia andato a causa del ruolo sempre più marginale che stavano assumendo i genitori dei ragazzi nella serie. Decise quindi di rinegoziare il contratto che venne negato dal produttore esecutivo Paul Stupin: come ultima richiesta gli chiese però di tornare per un’ultima puntata ovvero quella della sua morte.

6. Nel finale quasi tutti davano per scontato che Joey avrebbe scelto Dawson e invece Williamson cambiò idea proprio nella stesura dell’ultima puntata. “Dawson era ovviamente la risposta più ovvia e mi misi a scrivere il copione… Ma poco dopo la prima ora di scrittura capii che lo show non era stato pensato così. Forse quella era la risposta ovvia per come era iniziato, ma non per come si era evoluto. Volevo che fosse qualcosa di diverso rispetto alle solite serie tv del genere teen e allo stesso tempo volevo che fosse sorprendente, onesto e reale. Per questo abbiamo preso questa decisione: in quel momento erano una grande famiglia e tutti avevano ottenuto quello che volevano. È stato un finale molto soddisfacente e ne siamo stati tutti molto felici.” E anche io.

7. Williamson ha aggiunto oggetti di scena da Scream e I Know What You Did Last Summer, nella camera di Dawson. Essendo lo sceneggiatore di entrambi i film, trovò divertente inserirli nel mondo di Dawson. Ad esempio, nell’episodio “The Scare”, nella prima stagione, Dawson e Joey stanno guardando proprio I Know What You Did Last Summer. Nel finale di stagione c’è un poster del film appeso al muro. “The Scare” contiene anche diversi riferimenti a Scream ed è anche presente la famosa maschera.

8. Il pianto di Dawson quando viene mollato da Joey è uno dei meme più amati del web. Ebbene, fu del tutto spontaneo per Van Der Beek reagire in quel modo quando interpretò la scena. “Non c’era nel copione, non credo,” ha affermato. “Era un momento molto drammatico; convivevo con il personaggio già da un po’ e una scena del genere mi ha scosso e mi sono lasciato andare”.

9. Michelle Williams si disse insicura del poco tempo che le venne concesso sullo schermo e ebbe qualcosa da ridire anche sulla decisione degli sceneggiatori di farla fuori. “Sfogliavo i copioni in cui ero presente in appena tre pagine e mi ponevo delle domande sul perché di questa situazione.” Pare che Van Der Beek l’abbia aiutata a superare i momenti difficili, anche ricordandole che la sua carriera in futuro sarebbe stata più semplice, perché sarebbe sempre stata meno associata allo show. E in effetti aveva ragione.

10. Forse adesso sembrerà strano, ma per l’epoca i temi affrontati nella serie erano tutto tranne che scontati. Lo show perse addirittura uno dei suoi sponsor, perché troppo controverso. Nella prima stagione venne mostrato un rapporto sessuale tra un’insegnante e uno studente di liceo e Procter & Gramble si è ritirato come sponsor prima che andasse in onda. Un rappresentante dell’azienda ha detto: “Dopo aver appreso meglio i contenuti degli episodi che si andranno a sviluppare col tempo, abbiamo notato che questi camminano lungo una linea sottile che va contro ciò che riteniamo appropriato.”

– Lidia Marino – 

Rispondi