19 e 20 settembre, Giornate Europee del Patrimonio

Anche quest’anno il MiBACT aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consigli1o d’Europa e dalla Commissione Europea, con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. La manifestazione si svolgerà sabato e domenica 19 e 20 settembre 2015 e riguarderà tutti i luoghi della cultura statali, compresi archivi e biblioteche, con costi di ingresso e adattamenti negli orari variabili da istituto a istituto. Nella serata di sabato 19 settembre, inoltre, nei siti aderenti all’iniziativa è prevista un’apertura straordinaria dalle 20.00 alle 24.00, a complemento degli eventi programmati nel corso delle due giornate della manifestazione.

A questo indirizzo sarà possibile consultare gli appuntamenti delle GEP, che affascineranno turisti e non, grazie alla partecipazioni di molti luoghi di cultura, non statali, tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, con un calendario di quasi mille eventi organizzati in tutte le regioni coinvolte. Coincidendo con la presenza in Italia dell’Expo, è stato possibile strutturare gli eventi, le aperture straordinarie, le visite guidate sperimentali e le iniziative intorno alla tematica dell’ alimentazione, che da sempre risulta profondamente legata ai valori della cultura e dell’identità storica e artistica italiana. Con questi intenti la Direzione generale Musei ha individuato per l’edizione 2015 delle GEP il seguente tema portante: “La Cultura è il cuore dell’Europa. Ritualità e storia dell’alimentazione attraverso l’arte italiana”.

La Direzione Generale Musei ha individuato cinque macro-argomenti variamente correlati al più ampio tema della storia dell’alimentazione, cui si aggiunge a complemento un sesto ambito appositamente pensato per quegli istituti le cui peculiarità contenutistiche hanno meno attinenza con le tematiche in discorso ma che, comunque, hanno la possibilità di veicolare lo spirito generale delle GEP valorizzando aspetti inediti o poco conosciuti del loro Patrimonio: Il paesaggio e le “vie” del cibo – l’interazione dell’uomo con la natura nelle fasi di acquisizione, produzione e circolazione delle risorse alimentari -; L’immagine e l’immaginario del cibo – l’immagine del cibo nel tempo, nelle sue molteplici trasformazioni, in relazione al gusto e all’estro dei vari possibili ambiti culturali -; Cibo e cultura – il cibo come mezzo di integrazione e di confronto e come strumento per la ricostruzione dell’identità culturale -; Sociologia dell’alimentazione – il cibo come dispositivo di socializzazione e di espressione\esibizione sociale -; Ritualità, religiosità e sacralità del cibo – tradizioni, rituali e religiosità del cibo tra passato e contemporaneità – e La Cultura è il cuore dell’Europa – iniziative e aperture straordinarie, visite guidate sperimentali, eventi non direttamente correlati alle tematiche dell’alimentazione ma corrispondenti allo spirito delle GEP -.

Per informazioni
eventi@beniculturali.it

– Lidia Marino – 

Rispondi